Covid, Costa: "Con questi numeri studenti in classe senza mascherine"

Salute e Benessere
©IPA/Fotogramma

Lo ha dichiarato all'Ansa il sottosegretario alla Salute Andrea Costa. "Dobbiamo alimentare un clima di fiducia verso i vaccini e con le vaccinazioni si può dire che si torna a una quasi normalità", ha aggiunto

"Con i numeri e il ritmo della campagna vaccinale in corso e l'obiettivo dell'immunità di gregge per fine settembre è logico pensare che i ragazzi possano tornare in classe senza le mascherine, pur mantenendo la distanza tra di loro. E intanto per settembre tanti adolescenti saranno vaccinati". Lo ha dichiarato all'Ansa il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, commentando gli ultimi numeri dell'emergenza sanitaria legata alla diffusione del coronavirus in Italia (LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA).
"È importante che la politica dia dei traguardi, delle prospettive, altrimenti rischiamo di non essere credibili dobbiamo alimentare un clima di fiducia verso i vaccini e con le vaccinazioni si può dire che si torna a una quasi normalità", ha aggiunto Costa. (VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

"Ci sono tutte le condizioni per assumersi questa responsabilità"

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo: ultime notizie del 23 giugno

Il sottosegretario alla Salute Costa ha poi sottolineato che "ci sono tutte le condizioni per assumersi questa responsabilità offrendo così consapevolezza alle persone sulla bontà della vaccinazione".
"Il mio - ha aggiunto - è un ragionamento di buon senso. Se ci diamo degli obiettivi, poi dobbiamo anche prenderci la responsabilità di decidere. Dobbiamo dare credibilità a quello che diciamo tutti i giorni, altrimenti i cittadini avrebbero ragione a chiedersi "perché mi vaccino se non vedo un traguardo?" E anche togliere le mascherine a scuola fa parte di questo ragionamento".

 

Pregliasco: "Mascherina come occhiali sole usarla quando serve"

 

Sul tema delle mascherine si è recentemente espresso anche Fabrizio Pregliasco. Commentando lo stop all'obbligo di indossare questo dispositivo di protezione all'aperto, a partire dal 28 giugno, in un intervento ad Agorà su Rai Tre, il professore dell'Università di Milano e componente del Comitato tecnico scientifico della Regione Lombardia ha dichiarato: "La mascherina è utile, ma all'aperto le infezioni non sono frequenti, quindi toglierla è una decisione politico-tecnica. La mia idea di "abbronzatura con la mascherina" aveva senso in termini precauzionali ma era un po' una provocazione. Questo dispositivo di protezione dovrebbe diventare un accessorio come gli occhiali da sole, da utilizzare quando serve".

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24