Vaccino, a giugno Moderna chiederà all'Ue il via libera per fascia 12-17 anni

Salute e Benessere
©IPA/Fotogramma

La società americana di biotecnologie presenterà all'inizio del prossimo mese la sua domanda di autorizzazione. A dirlo, al Journal du dimanche, è stato l'amministratore delegato Stéphane Bancel. Considerando che "entro l'estate tutti gli adulti che desiderano essere vaccinati avranno ricevuto una prima dose", Bancel ha stimato che "sarà poi necessario puntare molto rapidamente" sui più giovani

La società americana di biotecnologie Moderna presenterà "all'inizio di giugno" una domanda di autorizzazione all'immissione in commercio nell'Unione europea per il suo vaccino per i 12-17 anni. A dirlo, al Journal du dimanche, è stato l'amministratore delegato Stéphane Bancel. Considerando che "entro l'estate tutti gli adulti che desiderano essere vaccinati avranno ricevuto una prima dose", Bancel ha stimato che "sarà poi necessario puntare molto rapidamente sugli adolescenti dai 12 ai 17 anni" (IL VACCINO HA CREATO NUOVI MILIARDARI: ECCO CHI - LA MAPPA DEGLI OPEN DAY PER I VACCINI IN ITALIA).

"Proteggere giovani entro la fine di agosto"

approfondimento

Sospensione brevetti vaccini: cosa sappiamo dopo Global health summit

"L'ideale sarebbe proteggerli entro la fine di agosto. Se non vacciniamo in modo massiccio, non si può escludere il rischio di una quarta ondata", ha poi aggiunto Bancel, a capo dell' azienda biotech dal 2011. Al momento, solo il vaccino Pfizer/BioNTech è autorizzato per i giovani nella fascia di età 16-18 anni in Europa. Pfizer ha anche richiesto l'autorizzazione per i ragazzi tra i 12 e i 16 anni e l'ha già ottenuta negli Stati Uniti.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24