Covid San Marino: boom di domande da tutta Italia per il vaccino russo

Salute e Benessere
©Ansa

A poche ore dall'inizio della campagna vaccinale anti-Covid con il farmaco Sputnik, l'Istituto di sanità sammarinese ha riferito di aver ricevuto numerose domande da parte di cittadini italiani che chiedono di potersi vaccinare con il vaccino russo

A San Marino è iniziata ieri la campagna di vaccinazione anti-Covid con il farmaco russo Sputnik, che il Governo del Titano ha acquistato direttamente da Mosca.
Un giorno definito "memorabile" dal Congresso di Stato della Repubblica, che ha sottolineato come "dopo un lungo periodo di sofferenze e di paure, si intravveda la luce in fondo al tunnel, la fine di una stagione difficile". A poche ore dall'inizio della campagna vaccinale anti-Covid della Repubblica di San Marino, l'Istituto di sanità sammarinese ha riferito di aver ricevuto numerose domande da parte di cittadini italiani che chiedono di potersi vaccinare con il vaccino russo. Richieste che proverrebbero non sono dall'Emilia, ma anche da altre Regioni, tra cui la Lombardia. Ma per tutti, la risposta è sempre la stessa: "Ci dispiace ma i vaccini sono solo per i sammarinesi".

San Marino, campagna vaccinale: i sanitari per primi

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo, le ultime notizie

 

La prima fornitura di 7.500 dosi del vaccino russo anti-Covid Sputnik V è arrivata negli scorsi giorni all'ospedale di Stato di Cailungo. Ad annunciarlo è stata l'ambasciata russa in Italia, precisando che l’accordo tra il governo della Repubblica di San Marino e il Russian Direct Investment Fund è un’altra testimonianza della cooperazione tradizionalmente solida e costruttiva tra i due Paesi.
La Repubblica di San Marino è il trentesimo Paese nel mondo ad aver riconosciuto l’efficacia del medicinale russo per la profilassi dell'infezione da coronavirus.
In occasione del "Vax-Day", il vaccino, acquistato dal Governo della Repubblica grazie a un protocollo stipulato con un ente certificatore russo, l’Istituto Nazionale Nikolai Gamaleya di Mosca, è stato somministrato a 25 operatori sanitari, fra medici, infermieri, personale socio-sanitario, tecnici e farmacisti. La campagna vaccinale proseguirà poi da lunedì primo marzo e prevede corsie preferenziali per il personale sanitario, che entro mercoledì prossimo sarà tutto immunizzato. Poi si inizierà con i sammarinesi over 75, che da oggi 26 febbraio possono prenotare la propria vaccinazione. Tuttavia, la fornitura di dosi del vaccino russo arrivata a inizio settimana basterà a coprire solo il 15% della popolazione di San Marino. In base agli accordi con l'Italia le autorità sammarinesi sono in attesa delle dosi di Pfizer promesse dalla Penisola, che dovrebbero arrivare dalla prossima settimana.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.