AstraZeneca: "Il nostro vaccino anti-Covid efficace al 95%". In Uk approvazione a giorni

Salute e Benessere
©Fotogramma

Pascal Soriot, amministratore delegato dell'azienda, al Sunday Times parla di "formula vincente contro il Covid". Il via libera delle autorità britanniche al farmaco dovrebbe arrivare "entro giovedì", secondo la stampa, mentre la sua distribuzione dovrebbe avvenire a partire dal 4 gennaio

Il vaccino sviluppato da AstraZeneca e dall'Università di Oxford è "efficace al 95%", come quelli già approvati di Pfizer e Moderna, "ed è in grado di eliminare al 100%" i sintomi gravi che portano ai ricoveri per Covid-19. A dirlo, al Sunday Times, è Pascal Soriot, amministratore delegato di AstraZeneca. Il via libera delle autorità britanniche al farmaco dovrebbe arrivare "entro giovedì”, secondo il domenicale, mentre la sua distribuzione dovrebbe avvenire a partire dal 4 gennaio (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE SUL COVID - LO SPECIALE SUL VACCINO - LA PRIMA VACCINATA IN ITALIA: "MI SENTO BENISSIMO" - DATI E GRAFICI).

Vaccino AstraZeneca "è formula vincente"

approfondimento

Coronavirus, Crisanti: "Il vaccino è sicuro, lo farò anch’io"

Il vaccino di AstraZeneca/Università di Oxford promette di essere una "formula vincente" contro il Covid-19 e si prevede sia efficace anche contro la cosiddetta variante britannica del virus, ha specificato l’amministratore delegato dell'azienda. Per Soriot il vaccino ha la sua forza nella doppia dose da inoculare, che ne rafforza l'effetto. "Finora riteniamo che il vaccino sia efficace anche contro la variante del virus, ma non possiamo esserne certi, così condurremo dei test", ha aggiunto.

Cosa cambia per l'Europa e l'Italia

approfondimento

Covid-19, il vaccino in Italia e nel mondo: DATI E GRAFICI

Il governo di Boris Johnson ha comprato già 100 milioni di dosi del vaccino di AstraZeneca per il Regno Unito, in attesa dell'imminente approvazione. Per l'Europa, invece, non ci sono ancora certezze su quando verrà approvato il farmaco. Per i suoi Paesi membri, comunque, l’Ue ha prenotato fino a 400 milioni di dosi. A fine novembre, Piero Di Lorenzo, amministratore delegato e presidente dell'Irbm di Pomezia, aveva spiegato ai microfoni di Sky Tg24 come all'Italia saranno destinate 2 milioni di dosi del vaccino entro gennaio. 

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24