Vaccino AstraZeneca, Di Lorenzo a Sky TG24: “All’Italia 2 milioni di dosi entro gennaio”

Salute e Benessere

Lo ha dichiarato l’amministratore delegato e presidente dell'Irbm di Pomezia. “La fase 3 di sperimentazione clinica del vaccino volge al termine. La multinazionale AstraZeneca che sta coordinando i lavori sta predisponendo tutta la documentazione finale da portare alle agenzie regolatorie”

Secondo quanto dichiarato ai microfoni di Sky TG24 da Piero Di Lorenzo, amministratore delegato e presidente dell'Irbm di Pomezia, che ha spiegato come all'Italia saranno destinate 2 milioni di dosi del vaccino contro il Covid-19 entro gennaio, “la fase 3 di sperimentazione clinica del candidato vaccino di AstraZeneca volge al termine”. “La multinazionale che sta coordinando i lavori sta predisponendo tutta la documentazione finale da portare alle agenzie regolatorie. Nei prossimi giorni tutto questo sarà consegnato”, ha spiegato l’esperto, precisando: “Poi “la palla” passa alle agenzie regolatorie che dovranno esaminare i dossier. C’è da essere abbastanza ottimisti sui tempi perché nel corso delle sperimentazioni le agenzie sono state costantemente tenute informate. Adesso c’è lo “step finale””. 

Di Lorenzo: “Dopo l’ok dalle agenzie regolatorie arriveranno prime dosi”

approfondimento

Coronavirus in Italia e nel mondo, le ultime news del 24 novembre

 

“Io mi auguro che entro dicembre, gennaio massimo, le agenzie riescano a verificare tutto, senza tralasciare il minimo controllo che riguardi la sicurezza e lavorando con il massimo rigore. Penso che possano dare la loro validazione. A quel punto potranno arrivare le prime dosi. La volontà di essere pronti da parte da AstraZeneca ha fatto sì che la produzione fosse già cominciata tre mesi fa per essere pronti a dare un primo lotto di vaccini nel momento in cui ci sarà la validazione”, ha precisato Di Lorenzo. 

“Qualunque scienziato chieda di verificare tutti i dati e chiede la massima trasparenza, fa esattamente il suo lavoro, è giusto che sia così”, ha aggiunto l’amministratore delegato e presidente dell'Irbm di Pomezia, commentando indirettamente le ultime dichiarazioni del virologo Andrea Crisanti, in cui parlando dell’eventuale primo vaccino aveva detto: "Senza dati non me lo faccio, perché voglio essere rassicurato che è stato testato e soddisfi tutti i criteri di sicurezza ed efficacia”.  

“Posso dire che AstraZeneca ha già preparato tutti, in effetti tutti i dati di fase 1 e fase 2 sono stati pubblicati su Lancet, per cui c’è la massima trasparenza. Adesso, appena saranno pronte tutte le carte finali e tutte le verifiche finali e verranno consegnate all’Ema e all’Fda, non ho dubbi che verranno rese pubbliche con una pubblicazione su una rivista scientifica di grande prestigio, come Lancet”, ha concluso Di Lorenzo.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.