Covid-19, vaccino di Moderna idoneo a registrazione Ema

Salute e Benessere

Lo ha annunciato la stessa azienda di biotecnologie in un comunicato diramato sul suo sito ufficiale, dove precisa di aver ricevuto la conferma scritta da parte dell’Agenzia Europea dei medicinali

Dagli Stati Uniti arrivano notizie incoraggianti sul fronte dei vaccini contro il coronavirus (LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA). Il candidato antidoto mRNA-1273 messo a punto da Moderna è idoneo per la presentazione di una domanda di autorizzazione all'immissione in commercio nell'Unione Europea. Lo ha annunciato la stessa azienda di biotecnologie in un comunicato diramato sul suo sito ufficiale, dove precisa di aver ricevuto la conferma scritta da parte dell’Agenzia Europea dei medicinali (Ema). 

Come accaduto per i vaccini di Oxford/Astrazeneca e di Biontech/Pfizer, anche in questo caso verrà avviata la fase di “rolling submission”, che offre alle aziende la possibilità di presentare domande per farmaci e vaccini contro il Covid-19 ancor prima che lo sviluppo sia concluso e la documentazione sia completa.

Nel corso della “revisione progressiva” verranno valutati i risultati emersi dagli studi preclinici e clinici, incluso lo studio di fase 1 su mRNA-1273 condotto su adulti sani di età compresa tra i 18 e i 55 anni, e anziani, e pubblicato sulle pagine della rivista specializzata New England Journal of Medicine.

CAMBRIDGE, MASSACHUSETTS - MAY 08: A view of Moderna headquarters on May 08, 2020 in Cambridge, Massachusetts. Moderna was given FDA approval to continue to phase 2 of Coronavirus (COVID-19) vaccine trials with 600 participants.  (Photo by Maddie Meyer/Getty Images)
1223699960 - ©Getty

Vaccino di Moderna: in corso lo studio di Fase 3

approfondimento

Coronavirus in Italia e nel mondo: le notizie del 14 ottobre

 

È attualmente in corso anche lo studio di Fase 3 COVE di mRNA-1273, condotto su 28.618 partecipanti, 22.194 dei quali hanno già ricevuto la seconda vaccinazione

"Siamo soddisfatti delle interazioni produttive con le autorità di regolamentazione europee fino ad oggi e apprezziamo la loro preziosa guida e fiducia in Moderna per perseguire una domanda per l'approvazione in Europa per il nostro candidato vaccino mRNA-1273. Partner europei, investitori e cittadini fanno parte di Moderna sin dall'inizio della società e hanno svolto un ruolo importante nel progresso di Moderna”, ha commentato Stéphane Bancel, amministratore delegato di Moderna. “Siamo impegnati a sviluppare un vaccino sicuro ed efficace seguendo le indicazioni delle agenzie di regolamentazione e proseguiremo il nostro dialogo continuo con l'Ema. Moderna sta aumentando la sua capacità produttiva globale per essere in grado di erogare circa 500 milioni di dosi all'anno e possibilmente, a partire dal 2021, fino a 1 miliardo di dosi all'anno”. In Europa, l’azienda sta lavorando con i partner Lonza, in Svizzera, e Rovi, in Spagna, per la produzione e l’infialamento del vaccino al di fuori degli Stati Uniti. “Si tratta di una filiera dedicata a supporto dell'Europa e dei Paesi diversi dagli Stati Uniti che stipulano accordi di acquisto con Moderna”, precisa l’azienda.

Salute e benessere: Più letti