Quanto manca alla menopausa? Lo rivela un nuovo test del sangue ultra-sensibile

Salute e Benessere

Messo a punto da un team di ricercatori dell’University of Colorado Medical School ad Aurora, consente di misurare la concentrazione nel sangue dell’ormone AMH, utile nella valutazione della riserva ovarica 

Dalla ricerca arriva uno strumento prezioso per tutte le donne ormai prossime alla menopausa, in grado di fornire una previsione affidabile del tempo che manca al termine della fertilità.
Si tratta di un innovativo test del sangue ultra-sensibile, messo a punto da un team di ricercatori dell’University of Colorado Medical School ad Aurora, grazie al quale è possibile misurare la concentrazione nel sangue dell’ormone AMH, utile nella valutazione della riserva ovarica.
Analizzando la concentrazione ematica dell’AMH (Ormone antimulleriano) è possibile stimare il numero di ovociti rimanenti nel corpo della donna: un dato particolarmente utile per riuscire a prevedere il momento in cui avrà inizio la menopausa.

Lo studio nel dettaglio

Ogni donna ha una riserva ovarica che va progressivamente impoverendosi col passare dell’età, per poi azzerarsi con l’inizio della menopausa.
Per testare l’efficacia del test, descritto sulla rivista specializzata Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, gli esperti coordinati da Nanette Santoro hanno studiato e valutato i risultati delle analisi del sangue di un campione composto da 1537 donne di età compresa tra i 42 e i 63 anni.

Test rivela anche bassi livelli di AMH

Sono così riusciti a dimostrare l’efficacia del nuovo test, in grado di fornire una previsione accurata della probabilità di entrare in menopausa nei successivi 12 o 24 mesi. "I ricercatori da tempo ritengono che l'ormone AMH possa rappresentare un super-indicatore del tempo della menopausa ma finora nessun test era stato abbastanza sensibile da rilevare i livelli bassissimi di questo ormone che sono presenti nel sangue nei due anni che precedono l'inizio della menopausa in una donna”, ha spiegato Joel Finkelstein del Massachusetts General Hospital di Boston, tra i ricercatori che hanno condotto lo studio. “Individuare un sistema per misurare quanto tempo manca alla fine del ciclo mestruale è stato a lungo il sacro Graal della ricerca sulla menopausa”, ha dichiarato Santore, coordinatrice della ricerca. “Le donne possono prendere decisioni mediche migliori con le informazioni più complete offerte da nuovi, più sensibili test che misurano l’ormone anti-mulleriano”.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24