Dolcificanti, la loro assunzione potrebbe favorire l’aumento di peso

Salute e Benessere

È quanto emerso da un recente studio, condotto da un team di ricercatori dell’University of South Australia, che ha studiato nel dettaglio le informazioni emerse da precedenti ricerche sul tema 

Sostituire lo zucchero e le bevande in esse contenuto con dolcificanti a zero calorie potrebbe favorire l’aumento di peso, offrendo un risultato contrario rispetto a quello desiderato.
A suggerirlo sono i risultati di un nuovo studio, condotto da un team di ricercatori dell’University of South Australia, che ha studiato nel dettaglio quanto emerso da precedenti ricerche condotte sul tema.
L’assunzione di dolcificanti, secondo quanto emerso dalla revisione degli studi, porterebbe i consumatori a credere erroneamente di potersi concedere dei ‘premi’ contenenti alti livelli di zucchero, annullando di fatto i benefici che potrebbero derivare dalla ridotta assunzione di zuccheri.

Lo studio nel dettaglio

Per compiere lo studio, pubblicato sulla rivista specializzata Current Atherosclerosis Reports, gli esperti hanno studiato le informazioni emerse da precedenti ricerche, una delle quali, condotta negli Stati Uniti, ha analizzato le abitudini alimentari e la variazione del peso nell’arco di sette anni di un campione composto da oltre 5mila individui.
È così emerso, come ha spiegato Peter Clifton, principale autore dello studio, che ”i consumatori di questi prodotti in realtà non riducono l'assunzione complessiva di zuccheri. Usano infatti sia quelli normali che quelli artificiali, e possono avere la convinzione che possono indulgere nei propri cibi preferiti. Inoltre i dolcificanti cambiano la flora batterica intestinale, e questo potrebbe essere legato ad un aumento di peso e a un maggior rischio di diabete di tipo 2".

I possibili effetti dei dolcificanti sulla salute delle persone

Negli ultimi anni sono diversi gli studi che hanno indagato gli effetti sulla salute derivanti dall’assunzione dei dolcificanti, da alcuni dei quali è emerso che sarebbe associata a un incremento della probabilità di contrarre alcune patologie, quali le malattie cardiovascolari e la demenza. Nonostante i ricercatori non abbiamo ancora scoperto nel dettaglio quali siano i meccanismi alla base di queste associazioni, consigliano ai consumatori che desiderano tenersi in forma di concentrare le proprie attenzioni sulla dieta, cercando di cambiare le proprie abitudini alimentari rendendole più sane, invece di andare alla ricerca di possibili sostituti dello zucchero.
"Una scelta migliore rispetto all'uso dei dolcificanti è avere un dieta sana che includa molti cereali integrali, latticini, frutti di mare, legumi, verdure e frutta e acqua naturale”, ha spiegato Clifton. 

Salute e benessere: Più letti