Ortodonzia, gli esperti contro gli apparecchi per i denti fai da te

Salute e Benessere
Immagine di archivio (Getty Images)

Gli esperti dell’Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia (Asio) spiegano che l’utilizzo di allineatori trasparenti forniti direttamente dalle aziende rappresenta un rischio da non sottovalutare per le arcate dentali e le gengive 

Per quanto allettante, risparmiare sull’apparecchio ortodontico ricorrendo a delle soluzioni non prescritte da un dentista può mettere a rischio la salute dei denti. È l’allarme lanciato dall’Associazione Specialisti Italiani in Ortodonzia (Asio). Da un sondaggio dell’American Association of Orthodontists (Aao) emerge che il 13% dei suoi specialisti ha rilevato danni alle arcate di pazienti che hanno indossato allineatori dentali venduti direttamente dalle multinazionali ai clienti e da questi misurati in proprio. Nel 2018, l’associazione ha presentato denunce in 36 Stati americani, per violazione delle leggi sull’esercizio dell’odontoiatria.

Le insidie degli apparecchi ortodontici fai da te

Asio spiega che questa moda sta iniziando a diffondersi anche in Italia. I clienti possono ricevere dalle aziende dei kit completi per l’auto-rilevazione domiciliare dell’impronta dentale, per poi rispedirli una volta eseguita la procedura. In seguito ricevono l’apparecchio e in molti casi iniziano a utilizzarlo senza la supervisione di un dentista. Cesare Luzi, il presidente di Asio, spiega che le terapie con allineatori trasparenti sono delicate e specialistiche, poiché si adattano solo ad alcune tipologie di malocclusione dentale e raramente raggiungono il 100% dei risultati promessi. Sottolinea, inoltre, che un riallineamento dei denti puramente estetico può determinare un peggioramento funzionale nell’apertura di un morso. “È per questa ragione che la diagnosi e la supervisione costante da parte di un ortodontista abilitato sono necessarie per tutte le fasi del trattamento: dagli esami clinici e radiografici ai controlli periodici post-trattamento”, chiarisce Luzi.

I rischi per le gengive

L’ortodonzia fai da te può essere dannosa anche per gengive. Come spiega Mario Aimetti, il presidente della Società italiana di parodontologia (Sidp), l’assenza del diretto controllo dello specialista espone il paziente a rischi a carico delle gengive che, se infiammate, possono subire gravi danni dall’essere sottoposte alle forze sviluppate dagli allineatori. “L’uso di apparecchi ortodontici fai da te può danneggiare anche le gengive sane: lo spostamento incontrollato dei denti rischia di portare le radici fuori dall’osso, causando recessioni gengivali, con esposizione della radice fuori dalla gengiva e inestetismi associati a sensibilità dentale”, prosegue Aimetti. “Le scorciatoie, seppur allettanti, spesso celano delle insidie e, pertanto, sono fortemente da sconsigliare”. 

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.