I figli usano troppo lo smartphone? Un test aiuta i genitori a capirlo

Salute e Benessere

È stato ideato dai pediatri inglesi del Royal College of Paediatrics and Child Health in seguito a una revisione degli studi sul tema svolti in passato 

Secondo i pediatri inglesi del Royal College of Paediatrics and Child Health i genitori non dovrebbero misurare il tempo che i figli trascorrono guardando la televisione o utilizzando lo smartphone, ma piuttosto assicurarsi che queste attività non interferiscano col regolare svolgimento della loro vita. In particolare, è essenziale verificare che l’uso dei dispositivi tecnologici non riduca il numero delle ore dedicate al riposo notturno. Per giungere a queste conclusioni, gli esperti hanno condotto un’accurata revisione degli studi sul tema svolti in passato. I risultati ottenuti, pubblicati sulla rivista di settore Bmj Open, evidenziano l’esistenza di un legame tra un utilizzo eccessivo dei dispositivi dotati di display e problemi come obesità e depressione, tuttavia non è chiaro se sia il tempo trascorso di fronte agli schermi a causare queste patologie o se gli adolescenti affetti da tali disturbi siano più propensi a sviluppare questa forma di ‘dipendenza’.

Quattro semplici domande

Per capire se i figli trascorrono effettivamente troppo tempo di fronte agli schermi, i pediatri inglesi suggeriscono ai genitori di rispondere a quattro semplici domande. "Sapete quanto tempo la vostra famiglia passa davanti allo schermo? L'uso dei dispositivi interferisce con quello che vuole fare la famiglia? Gli schermi interferiscono con il sonno? Siete in grado di controllare l'impulso a mangiare mentre usate i dispositivi?". Se le risposte sono affermative non è necessario preoccuparsi, ma in caso contrario potrebbe essere necessario ridurre la quantità di tempo che i figli dedicano ai dispositivi tecnologici come lo smartphone o la televisione.

L’esposizione agli schermi e l’intelligenza

Uno studio svolto alcuni mesi fa dal CHEO Research Instituite di Ottawa su 4.500 bambini statunitensi ha dimostrato che trascorrere poco tempo di fronte allo schermo di uno smartphone o di un Pc aiuta i giovani di età compresa tra gli 8 e gli 11 anni a ottenere dei risultati migliori nei test di intelligenza. I risultati evidenziano, inoltre, che per ottenere delle buone prestazioni è opportuno combinare questa ridotta esposizione ai monitor a undici ore di riposo notturno. 

Salute e benessere: Più letti