In quasi 70 anni la fertilità mondiale si è dimezzata

Gravidanza (Getty Images)
2' di lettura

A rivelarlo è il rapporto Global Burden of Disease (GBD), pubblicato sulla rivista Lancet: nel 2017 ogni donna ha dato alla luce una media di 2,4 figli 

La fertilità mondiale è ha subito un sostanziale declino negli ultimi settanta anni. Dal 1950 al 2017, il numero medio di figli per donna si è quasi dimezzato. A rivelarlo è il rapporto Global Burden of Disease (GBD), pubblicato sulla rivista Lancet.
I dati rivelano che in quasi metà Terra, 91 Paesi, il numero dei figli è inferiore alla quantità necessaria a garantire il ricambio della popolazione. Negli altri 104 Paesi, invece, questo dato è in crescita.
“Se non si interviene la popolazione mondiale calerà”, spiega Christopher Murray dell’Università di Washington.

La popolazione mondiale si è quasi triplicata

Nonostante negli ultimi 70 anni la popolazione mondiale si sia quasi triplicata, passando da 2,6 miliardi di individui a 7,6 miliardi, il tasso medio di fertilità mondiale è calato preoccupantemente.
Nel 1950 ogni donna dava alla luce mediamente 4,7 figli; nel 2017, invece, questo dato è sceso a 2,4.
Ad abbassare la media sono soprattutto i Paesi europei, come Spagna, Portogallo, Norvegia, Cipro, ma anche Singapore, Sud Corea, Australia e Usa, nei quali ogni donna partorisce meno di due bambini.
Il Paese con più alto tasso di fertilità al mondo è il Niger, con 7,1 figli per ogni persona di sesso femminile. L’Ultimo in classifica è, invece, Cipro con un bimbo ogni donna.
“Presto saremo a un punto di transizione dove bisognerà affrontare il calo della popolazione. Visto che sempre più Paesi crescono economicamente, il tasso di fertilità si abbasserà”, commenta Christopher Murray.

Il 15% delle coppie ha difficoltà a concepire

Il 15% delle coppie ha difficoltà a concepire. Tra le cause ci sarebbero, non solo l’età, ma anche alcune malattie endocrinologiche, come il diabete, le disfunzioni tiroidee e quelle ipofisarie. Per discutere di queste tematiche è in corso a Roma, dall’8 all’11 novembre, il 17° congresso nazionale dell’Associazione Medici Endocrinologi (AME).
Le coppie, inoltre, sono solite attendere dopo i trenta anni di età prima di dare alla luce dei figli: decisione che incide profondamente sulla riuscita del concepimento.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"