E' la Giornata mondiale dell'Alzheimer, 600mila i malati in Italia

Salute e Benessere
gettyimages-alzheimer_720

Istituita nel 1994 dall'Organizzazione mondiale della sanità e dall'Alzheimer's  Disease International, ha come obiettivo accrescere la sensibilità e la consapevolezza su una patologia che colpisce circa 47 milioni di persone nel mondo

Ogni anno il 21 settembre si celebra in tutto il mondo la Giornata mondiale dell'Alzheimer (SINTOMI, CAUSE E POSSIBILI CURE). Istituita nel 1994 dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e dall'Alzheimer's disease international (Adi), rappresenta un'occasione per accrescere la consapevolezza su una patologia che colpisce circa 47 milioni di persone nel mondo e 600mila in Italia. Il 21 settembre è anche la giornata culmine del mese mondiale dell'Alzheimer, ideato sempre dall'Adi nel 2012 per contrastare l'emarginazione sociale dovuta a questa patologia.

Cos'è il morbo di Alzheimer

Il morbo di Alzheimer è una malattia neurodegenerativa che colpisce le cellule e le connessioni cerebrali provocando un declino progressivo delle funzioni cognitive. Questa patologia è la causa più comune di demenza, di cui rappresenta più della metà dei casi. L'Alzheimer è definita anche la malattia delle quattro "A", quanti sono i sintomi più significativi del morbo: perdita di memoria (amnesia), incapacità di comprendere e formulare messaggi verbali (afasia), incapacità di riconoscere cose, luoghi e persone (agnosia) e incapacità di compiere correttamente alcuni gesti volontari (aprassia). Chi soffre di Alzheimer attraversa diverse fasi durante le quali il soggetto colpito perde progressivamente la propria autonomia. La durata di ciascuna fase varia da persona a persona, mentre la durata media della malattia è stimata tra gli otto e i vent'anni. Secondo i dati più recenti, in Italia oltre un milione di persone soffre di Alzheimer e diverse ricerche stimano che i soggetti colpiti potrebbero raddoppiare nel 2050.

Cure e prevenzione

Ad oggi la malattia di Alzheimer non è guaribile, ma esistono dei farmaci che possono limitare per un periodo di tempo gli effetti negativi sulle funzioni cognitive e comportamentali. Si tratta, ad esempio, degli inibitori della acetilcolinesterasi, un enzima che distrugge il neurotrasmettitore acetilcolina responsabile dell'invio di messaggi da una cellula nervosa all'altra. In alternativa o in concomitanza con la terapia farmaceutica, si può intervenire in altri modi, attraverso la riabilitazione finalizzata a mantenere il più a lungo possibile le capacità residue del malato. A tal proposito vengono praticate la terapia occupazionale, che adatta l'ambiente alle capacità limitate del malato; la stimolazione cognitiva, finalizzata a potenziare le funzioni mentali residue; la Rot o "Reality orientation therapy" per mantenere il malato aderente alla realtà che lo circonda; la validation therapy che indaga sulle ragioni dei comportamenti del malato. Tra gli interventi terapeutici praticati ci sono anche la musicoterapia, esercizi di psicomotricità e la pet therapy, che si avvale dell'utilizzo degli animali.

Le iniziative in Italia

In occasione della Giornata mondiale dell'Alzheimer del 21 settembre, sono diversi gli eventi e le iniziative organizzate in Italia. Tra queste, l'inaugurazione alle 16 ad Abbiategrasso (Milano) dello "Spazio Alzheimer", a cui seguirà la mostra fotografica dal titolo "Love, loss and laughter" di Cathy Greenblat presso la Biblioteca Civica Brambilla. A Saronno (Varese), dalle 14 alle 18:30 si tiene il convegno "Approcci non convenzionali nella cura della persona con demenza: superare gli stereotipi negativi". A Borgomanero, in provincia di Novara, viene proiettato alle 9 e alle 21 il film del 2017 di Paolo Virzì "Ella&John - the leisure seeker", la storia di una coppia di ottantenni che decide di sfuggire alle cure mediche per non separarsi negli ultimi anni della sua vita. E poi, ancora, a Venezia l'incontro, alle 10, dal titolo "Interventi non farmacologici applicati ai deficit cognitivi" presso la Sala polivalente centro servizi contarini. A Camposampiero in provincia di Padova, è cominciata il 15 settembre e prosegue fino al 25 la Settimana dell'Alzheimer con incontri ed eventi a tema. Il 21 settembre alle 20:30, al teatro San Marco di Trento andrà in scena lo spettacolo teatrale "Dov'è sparita Betty". Iniziative anche al Sud, tra cui l'incontro informativo alle 10 del 21 settembre presso il Centro Clinico Caleidos di Teramo "Alzheimer: conoscere la malattia per imparare a conviverci" e l'Open Day dedicato nella casa Alzheimer di Villaricca in provincia di Napoli, dalle 9 alle 20. "Per stare insieme, informare, testimoniare che si può vivere bene anche nella malattia".

Salute e benessere: Più letti