La città di Roma conferisce la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki

Lazio

Il conferimento è stato deliberato dall'Aula capitolina con voto unanime, 36 sì su 36 presenti ai lavori consiliari in Campidoglio

ascolta articolo

Il Comune di Roma ha conferito la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki, studente egiziano dell’università di Bologna arrestato due anni fa appena atterrato in Egitto con l’accusa di diffusione di notizie false. "Con il conferimento della cittadinanza onoraria a Zaki l'aula vuole ribadire la vicinanza della città a lui e alle vittime di un'ingiustizia assurda e ingiustificabile che scuote nel profondo le nostre coscienze", ha detto il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri intervenendo in aula Giulio Cesare. Il conferimento è stato deliberato dall'Aula capitolina con voto unanime, 36 sì su 36 presenti ai lavori consiliari in Campidoglio. In avvio di seduta è intervenuto in collegamento telefonico dall'Egitto lo stesso Zaki che ha avuto parole di ringraziamento per la città di Roma e per l'intera Assemblea  capitolina.

Zaki: "È un'emozione, significa molto per me"

leggi anche

Zaki a Sky TG24: "Deluso, non ci hanno fatto parlare in aula"

"È un piacere essere qui, in questa celebrazione, a due soli giorni dall'udienza", ha detto Zaki in collegamento telefonico dall'Egitto. "Significa molto per me, prima della giornata internazionale dei diritti umani, è un'emozione, è una cosa grande e mostra quanto Roma sia impegnata per i diritti umani e i suoi difensori - ha sottolineato -. È un onore assistere al vostro impegno e sostegno al mio caso, negli ultimi due anni. Spero di essere presto a Roma di persona e incontrarvi tutti. Continuiamo nella speranza e nella lotta".

Da quanto si apprende, c'è stato uno scambio di messaggi tra Patrick Zaki e il sindaco di Roma Roberto Gualtieri. Zaki ha ringraziato per il grande onore della cittadinanza onoraria, e il primo cittadino gli ha risposto che lo "aspetta presto a Roma". 

Gualtieri: "Odissea giudiziaria inaccettabile"

''Rivolgo un affettuoso saluto ai familiari di Zaki per avere tenuto alta l'attenzione su una vicenda che speriamo di lasciarci presto alle spalle - ha aggiunto Gualtieri -. Il nono rinvio del processo prolunga una odissea giudiziaria inaccettabile contro cui vogliamo far sentire la voce di Roma. Quello di oggi è un atto politico con cui Roma si stringe a Patrick e alle 60mila persone detenute in Egitto che non hanno altra colpa di avere esercitato i propri diritti pacificamente. Roma è una città aperta e cosmopolita che fa dell'inclusione e della libertà le sue bandiere. Terremo alta la guardia. Aspettiamo presto Zaki a Roma per abbracciarlo''.

Il tweet di Amnesty Italia

"Mentre il ministro degli Esteri egiziano è nella Capitale, il consiglio comunale di Roma all'unanimità conferisce a #Patrick Zaki la cittadinanza onoraria. Ben fatto!". E' quanto scrive sul suo profilo Twitter Amnesty Italia.

Roma: I più letti