Omicidio Willy, la mamma dei fratelli Bianchi: “Manco fosse morta la regina”

Lazio

In un’intercettazione con il figlio Gabriele, la donna sembra sorpresa della risonanza mediatica avuta dalla morte del 21enne, ucciso in seguito a un pestaggio lo scorso anno a Colleferro

“L’hanno messo in prima pagina manco se fosse morta la regina”. A parlare è la madre dei fratelli Bianchi, sorpresa dal risalto mediatico che l’omicidio del 21enne Willy Monteiro, ucciso in seguito a un pestaggio lo scorso anno a Colleferro, ha avuto. In un’intercettazione telefonica con il figlio Gabriele, riportata da Repubblica, la donna sottolinea come, a suo parere, la risonanza data alla vicenda sia stata esagerata e sembra convinta dell’innocenza dei due figli. “Non ci sta più nessuno - dice la donna a Gabriele - ti hanno abbandonato tutti amore mio! Si tenemo venne (ci dobbiamo vendere) le macchine, tutto perché non c’è rimasto più niente”.

L'intercettazione

leggi anche

Omicidio Willy, famiglia e tre Comuni ammessi parte civile al processo

Secondo quanto riferito dalla donna, il marito non ce la fa a farsi carico della situazione: “Quel poraccio di padrito (tuo padre) quello te lo dico non tiene coraggio a venì né qua, né da ti e né da.. sennò gli piglia l’infarto. Quando sarà tutto finito, quante persone mi levo dananzi (davanti).. quante!”. Poi sminuisce l’omicidio, definendolo una “disgrazia”, e ribadendo che non è “morta la regina”. Per lei i figli sono finiti in carcere “da innocenti” e dice di non fidarsi “più di nessuno”. Infine: “Una volta dimostrato... Tutta quella fanga che ci hanno messo in cima e che hanno visto l’innocenza di te e di  tuo fratello saremmo soltanto noi famiglia a casa mia”.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24