Afghanistan, Mattarella a Ventotene: “Sconcertante no ad accoglienza”

Lazio
©Ansa

Così il presidente della Repubblica, durante il 40esimo seminario per la formazione federalista europea in occasione dell’80esimo anniversario del Manifesto, commentando le dichiarazioni di diversi politici europei degli ultimi giorni: “Esprimono grande solidarietà agli afghani che perdono libertà e diritti, ma 'che restino lì, non vengano qui perché non li accoglieremmo'. Questo non è all'altezza dei valori della Ue”

"In questi giorni una cosa appare sconcertante e si registra nelle dichiarazioni di politici un po' qua e là. Esprimono grande solidarietà nei confronti dei diritti degli afghani, ma 'che restino lì, non vengano qui perché non li accoglieremmo'. Questo non è all'altezza dei valori della Ue" (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SULL'AFGHANISTAN). Lo ha sottolineato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella rispondendo a una domanda sui migranti durante il 40esimo seminario per la formazione federalista europea in occasione dell'80esimo anniversario del Manifesto di Ventotene (LE PAROLE DEL PAPA - 81 STUDENTESSE DELLA SAPIENZA BLOCCATE A KABUL).

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella depone una corona di fiori, portata a spalla da due Corazzieri, sulla tomba di Altiero Spinelli a Ventotene, 29 agosto 2021.
ANSA/ Francesco Ammendola - Ufficio Stampa e Comunicazione  della Presidenza della Repubblica EDITORIAL USE ONLY NO SALES
La visita del presidente Sergio Mattarella a Ventotene - ©Ansa

Mattarella: "Gestione comune del fenomeno o saremo travolti"

approfondimento

Afghanistan, Papa Francesco: "Sofferenza per vittime attacchi"

Mattarella ha dichiarato che serve "un dialogo collaborativo con altre parti del mondo per governare insieme questo fenomeno" della migrazione perché "solo una politica di gestione comune dell'immigrazione può evitarci di essere travolti da un fenomeno incontrollabile". Ha poi aggiunto: "L'Europa deve dotarsi di strumenti di politica estera e di difesa comune".

"Conferenza su futuro Europa è occasione storica"

La Conferenza sul futuro dell'Unione - ha detto Mattarella - è una "occasione storica da non perdere" mentre occorre anche "evitare il rischio che venga banalizzata, che venga tradotta in uno scialbo esame della situazione contingente. L'Ue ha sempre coltivato il ruolo di chi esorta a dotarsi di strumenti ci cooperazione economica e il libero commercio è la condizione indispensabile". Per questo, ha affermato, "il fatto che l'Ue abbia realizzato una serie di accordi commerciali è la risposta ai tentativi di protezionismo e ai mercati chiusi".

"No campagna elettorale o vincono scafisti"

Sulla politica migratoria, ha aggiunto, "so bene che molti paesi sono frenati da preoccupazioni elettorali contingenti, ma così si finisce per affidare la gestione delle migrazioni agli scafisti e ai trafficanti degli esseri umani". Per il capo dello Stato non si può rinunciare alla "responsabilità di spiegare alle pubbliche opinioni che non è ignorando il fenomeno che lo si governa. Bisogna spiegare che non tra un secolo ma tra venti-trent'anni la differenza demografica sarà tale da dar vita a un fenomeno migratorio scomposto che non si limiterà ai paesi di riviera ma giungerà in tutto il continente fino ai paesi scandinavi".

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella depone una corona di fiori, portata a spalla da due Corazzieri, sulla tomba di Altiero Spinelli a Ventotene, 29 agosto 2021.
ANSA/ Francesco Ammendola - Ufficio Stampa e Comunicazione  della Presidenza della Repubblica EDITORIAL USE ONLY NO SALES
Il capo di Stato mentre accarezza la corona di fiori sulla tomba di Altiero Spinelli - ©Ansa

La visita del capo di Stato a Ventotene

approfondimento

Roma, 81 studentesse della Sapienza bloccate in Afghanistan

Una mattina tiepida di vento e di sole, una corona di anturium verdi bianchi e rossi: il capo dello Stato Sergio Mattarella è arrivato in questo clima nell'isola dove è nata 80 anni fa l'idea di un'Europa unita e ha accarezzato il nastro tricolore della corona deposta sulla tomba di Altiero Spinelli, restando assorto per pochi minuti nel piccolo cimitero. Il Presidente nel pomeriggio ha poi aperto i lavori del 40eesimo seminario di Federalisti Europei e, dopo l'introduzione di Giorgio Anselmi, presidente dell'Istituto di Studi Federalisti Altiero Spinelli, ha risposto alle domande di alcuni studenti.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24