Antonio Pennacchi, a Latina i funerali dello scrittore. VIDEO

Lazio

Le esequie dell’autore morto improvvisamente il 3 agosto, si sono tenute nella cattedrale di San Marco. Nel 2010 vinse il Premio Strega con "Canale Mussolini"

Si sono tenuti questa mattina, nella cattedrale di San Marco, a Latina, i funerali dello scrittore Antonio Pennacchi, morto improvvisamente il 3 agosto nella sua casa per un malore. Il feretro è partito dal Museo civico “Cambellotti”, dove era stata allestita la Camera ardente. Tante le persone presenti per dare l’ultimo saluto all'autore di "Canale Mussolini", vincitore del Premio Strega nel 2010. Alle esequie ha preso parte anche il sindaco di Latina, Damiano Coletta, che per la giornata odierna ha proclamato il lutto cittadino.

La carriera letteraria

leggi anche

Mio fratello è figlio unico, il film tratto dal romanzo di Pennacchi

Nato a Latina nel 1950, operaio dell'Alcatel Cavi, Pennacchi si è impegnato a lungo in politica, prima nelle file del Movimento sociale italiano, poi in quelle del Partito marxista-leninista Italiano. Tra gli anni '70 e '80 ha aderito al Psi, alla CGIL e poi alla UIL. Nel 1983, durante un periodo di cassa integrazione, si è laureato in Lettere e Filosofia prima di iniziare a scrivere. Il debutto risale al 1995 con "Mammut", seguito da "Palude. Storia d'amore, di spettri e di trapianti". Nel 2003 pubblica "Il fasciocomunista. Vita scriteriata di Accio Benassi", mentre nel 2010 esce "Canale Mussolini", grazie al quale Pennacchi arriva in finale al Premio Campiello e vince lo Strega. 

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24