Covid Roma, 322 nuovi casi. Allo Spallanzani 126 ricoverati

Lazio
©IPA/Fotogramma

Di questi 28 pazienti sono ricoverati in terapia intensiva. Questo è il bollettino odierno dell'istituto

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

 

Sono 126 i pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2 ricoverati al momento allo Spallanzani di Roma. Così il direttore sanitario dell'Istituto, Francesco Vaia, a proposito dei vaccini: "Non esiste una classifica di vaccini di serie A e B. Sono tutti validi. La classifica è stata creata da una cattiva comunicazione, dai balbettii e da improvvidi interventi anche in sede europea dove qualcuno ha detto: non compreremo più questo vaccino. Ma non ha spiegato perché non lo compra".

I nuovi casi positivi nella Capitale sono 322. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

17:09 - Roma, polizia locale chiude aree movida per assembramenti

Numerosi gli interventi in questo fine settimana da parte della Polizia Locale per contrastare la formazione di assembramenti in diverse zone della Capitale: dal Centro Storico, soprattutto nella zona del tridente, ai luoghi tipici della movida come Rione Monti, Piazza Bologna, San Lorenzo e Trastevere, le pattuglie hanno dovuto in più occasioni disperdere i gruppi di persone che tendevano ad affollare le vie. Ieri, già a partire dal primo pomeriggio, è stato necessario isolare temporaneamente l'area intorno a Fontana di Trevi a causa dell'afflusso di un gran numero di frequentatori che, di fatto, impediva il rispetto delle misure atte a tutelare la salute pubblica. Analoghi provvedimenti si sono resi necessari, in via temporanea e fino al ripristino delle condizioni di sicurezza, in piazza Bologna, nelle piazze di Trastevere e nelle principali località di ritrovo a San Lorenzo. Oltre un centinaio gli illeciti contestati dagli agenti nel corso dei controlli eseguiti per verificare il rispetto delle norme atte a tutelare la salute collettiva: assembramenti, mancato uso delle mascherine, vendita e consumo irregolare di alcolici le principali irregolarità riscontrate. In alcuni casi le sanzioni hanno riguardato le attività sorprese a somministrare cibo e bevande all'interno dei propri locali, dove sono stati identificati e multati anche gli oltre trenta avventori presenti. Nel corso delle verifiche nel quartiere di Centocelle, per un pub è scattato il provvedimento di chiusura a seguito delle reiterata violazione delle disposizioni anti-Covid. A Trastevere e a Piazza Bologna, necessari alcuni interventi dei caschi bianchi, unitamente al personale della Polizia di Stato e dei Carabinieri, per sedare delle liti tra gruppi di ragazzi. L'azione immediata degli operanti ha evitato che la situazione degenerasse, consentendo di salvaguardare l'incolumità delle persone presenti nella zona in quel momento. Una mirata vigilanza ha riguardato anche i parchi, le Ville storiche ed il litorale romano, dove sono state contestate diverse irregolarità per inosservanza delle misure anti contagio. L'attività di controllo sta proseguendo anche in queste ore.

15:52 - Nel Lazio 577 casi, Roma a quota 322

Nel Lazio su oltre 11.000 tamponi (-2.951) e oltre 12.000 antigenici per un totale di 23.687 test, si registrano 577 nuovi casi positivi (-44), continua la frenata: il numero dei casi positivi è il più basso da 7 mesi. I decessi registrati sono 14 (+9) ma si registrano 0 decessi nelle province, i guariti sono 1.003, in riduzione il numero dei ricoverati pari a 1.548 (-43). Le terapie intensive sono 236 (+3). Complessivamente diminuiscono casi e ricoveri, aumentano le terapie intensive e i decessi. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 5,1%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 2,4%. I casi a Roma città sono a quota 322. 

14:55 - Vaccini, Vaia: “Non esiste una classifica di serie A e B, tutti validi”

"Non esiste una classifica di vaccini di serie A e B. Sono tutti validi.  La classifica è stata creata da una cattiva comunicazione, dai balbettii e da improvvidi interventi anche in sede europea dove qualcuno ha detto: non compreremo più questo vaccino. Ma non ha spiegato perché non lo compra". Lo ha detto il direttore dello Spallanzani Francesco Vaia intervenuto a Domenica In. "Se si dicono queste cose - ha aggiunto - aumenta il disorientamento. Ormai e' provato che i vaccini coprono le varianti e ce lo dicono gli studi avanzati e la campagna vaccinale di alcuni Paesi come Israele e Inghilterra. Chi dovesse essere di nuovo contagiato, e' asintomatico, non andrà in ospedale, non rischia nulla. Ecco perché è fondamentale vaccinarsi". Vaia ha detto che i cittadini "devono andare in vacanza e per questo, bisogna organizzare la sanità pubblica di prossimità per vaccinarsi, arrivare anche magari a fare il vaccino in aeroporto. I vaccini ora arriveranno nelle farmacie, probabilmente quello scelto sarà il Johnson”.

11:06 - Musica in strada e feste, 44 multati a Roma 

Ascoltavano musica in strada ad alto volume e assembrati. Per questo la polizia ha sanzionato ieri 30 ragazzi in via di Settebagni, all'altezza del Grande raccordo anulare, alla periferia Nord di Roma. Tre sono stati anche segnalati per uso di stupefacenti e un altro denunciato per resistenza. Complessivamente sono 44 le sanzioni effettuate dalla polizia ieri a Roma durante i controlli per il rispetto delle norme anti Covid. In cinque sono stati multati per una festa in una casa vacanza all'Esquilino e in nove in una casa al Nomentano.

10:55 - Allo Spallanzani 126 ricoverati, finora 2.667 dimessi 

Sono 126 i pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2 ricoverati al momento allo Spallanzani di Roma. Di questi 28 pazienti sono ricoverati in terapia intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono finora 2.667. Questo è il bollettino odierno dell'istituto. 

9:01 - Solidarietà dalla Cattolica per l’India, partecipa anche il Papa

Si chiama "Marathon for solidarity", ed è un convegno internazionale online di ginecologi e pediatri di fama mondiale che si è tenuto ieri, sabato 15 maggio, dalle 8.00 alle 18.00, promosso per aiutare il Centro Shanti Ashram a Coimbatore, in India, e patrocinato dall'Università Cattolica e dal Centro di Ateneo per la Solidarietà Internazionale (Cesi). Obiettivo raccogliere 60.000 euro per Shanti Ashram, un centro sanitario e sociale che attraverso una "banca del cibo" e strutture di assistenza medica e di formazione per l'imprenditoria femminile assiste 50 mila bambini e le loro famiglie, nei villaggi intorno alla città di Coimbatore, dove ha sede la struttura, nello stato del Tamil Nadu, all'estremo sud del subcontinente. L'idea di questa iniziativa di solidarietà nell'anno della pandemia nasce dalla professoressa Antonia Testa, docente di Ginecologia e Ostetricia all'Università Cattolica, campus di Roma, che due anni fa, durante un viaggio in India, incontra la pediatra Kezevino Aram, presidente dello Shanti Ashram. Il convegno (in lingua inglese), è stato introdotto dalla relazione del prof. Salvatore Mancuso, già Ordinario di Ginecologia e Ostetricia all'Università Cattolica, sulla "storia della placenta", indirizzata ad adolescenti per mettere in relazione il lato scientifico e quello umano della maternità e della nascita. Le conclusioni della maratona affidate al rettore della Cattolica, Franco Anelli. Grazie a sponsor e a una gara di solidarietà tramite crowdfunding è stata così raggiunta la cifra di circa 40 mila euro. Poi ieri una grande sorpresa. La professoressa Testa ha ricevuto una telefonata dal cardinale elemosiniere Konrad Krajewski che ha comunicato alla docente che il Papa ha deciso che donerà la parte rimanente per raggiungere l'obiettivo della raccolta di 60.000 euro, che permetterà a Shanti Ashram di proseguire nelle attività di assistenza alla popolazione.

8:02 - I casi a Roma sono a quota 268

Nel Lazio su oltre 14mila tamponi (-1.843) e oltre 17mila antigenici, per un totale di oltre 31mila test, si sono registrati 621 nuovi casi positivi (-85), crollo del numero di decessi (-5), 1.490 i guariti, in riduzione il numero dei ricoverati pari a 1.591 (-8), le terapie intensive sono 233 (+2). Diminuiscono casi, decessi, e ricoveri. Aumentano le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 4,3%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 1,9%. I casi a Roma città sono a quota 268, tra i dati più bassi dell'ultimo semestre.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.