Covid Roma, Spallanzani: ricoverati 205 positivi. In città 700 casi

Lazio
©Ansa

Sono 40 le persone in terapia intensiva, come si legge nel bollettino odierno dell'Istituto. Oggi nel Lazio su oltre 32mila test si registrano 1.675 nuovi contagi

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

 

Allo Spallanzani sono ricoverati 205 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2, di cui 40 in terapia intensiva. Finora le persone che sono state dimesse dall'Istituto sono 2.377. A Roma i nuovi contagi sono a quota 700.

Intanto, l'ex commissario straordinario per l'emergenza Covid Domenico Arcuri - secondo quanto anticipato dal quotidiano La Verità - sarebbe stato iscritto sul registro degli indagati della Procura della Repubblica di Roma per peculato.

Invece, Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani, ha fatto un appello ai sindaci italiani. 

In piazza del Popolo sanitari e infermieri manifestano contro l'obbligo vaccinale, mentre la questura della Capitale non ha autorizzato il sit-in IoApro lanciata per domani a Montecitorio. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

17:28 - Assembramenti in zone movida, 80 multe nel weekend

Assembramenti ieri sera in diverse zone della movida a Roma tra cui il centro storico, Trastevere, Parioli, piazza Bologna e San Lorenzo. A piazza Testaccio diverse pattuglie della polizia locale sono intervenute per far defluire le persone. Stesso intervento a piazza Vittorio, dove gli agenti hanno anche sequestrato oltre un quintale di prodotti alimentari ad alcuni cittadini di nazionalità senegalese che stavano vendendo cibo e bevande senza autorizzazione. Sono oltre 80 finora le sanzioni effettuate nel weekend dalla polizia locale di Roma per violazioni delle norme anti-Covid. In alcuni casi per mancato uso delle mascherine e per spostamenti senza valido motivo dopo le ore 22.

16:05 - A Roma nuovi contagi a quota 700

I casi a Roma città sono a quota 700 mentre su oltre 15mila tamponi nel Lazio (-2.424) e oltre 16 mila antigenici per un totale di oltre 32 mila test, si registrano 1.675 casi positivi (+212), 19 i decessi (-16) e +1.985 i guariti. Aumentano i casi e le terapie intensive, mentre diminuiscono i decessi e i ricoveri. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma se si considerano anche gli antigenici la percentuale è al 5%.

15:47 – IoApro: “Invaderemo Montecitorio”

"130 pullman partiranno da tutta Italia, invaderemo Montecitorio". Così il movimento "IoApro" sulla pagina Facebook del gruppo in merito alla manifestazione lanciata per domani a piazza Montecitorio, vietata dalla Questura di Roma. "Questi pullman sono confermati - viene aggiunto - Utilizzate anche auto e treni per spostarvi, nessuno può fermarvi per riconquistare i vostri diritti. Circonderemo il Parlamento in maniera pacifica e lì costringeremo ad uscire dal palazzo. 20.000 o 50.000 dipende da voi. Facciamo la storia insieme".

14:52 - Comitato IoApro: “Domani andremo lo stesso in piazza”

"Domani andremo lo stesso in piazza a supporto di un'altra ristoratrice che ha il permesso di manifestare a piazza Montecitorio. E' una battaglia sociale, nè di destra nè di sinistra. Saremo assolutamente pacifici e non ci sarà alcuna volontà di sconrtro". Così Mohamed El Hawi, ristoratore del comitato 'Io Apro', conferma a 'In mezz'ora in più' su Rai3 la presenza in piazza Montecitorio nonostante la Questura non abbia autorizzato il sit-in.

12:30 - In piazza del Popolo infermieri contro obbligo vaccino

Questa mattina alcune centinaia di infermieri e sanitari si sono radunate in piazza del Popolo, a Roma, per manifestare contro l’obbligo di sottoporsi al vaccino anti Covid per il personale sanitario. Diversi gli striscioni e i cartelli esposti dai presenti.  Su uno di essi si legge “Si Vax, No obbligo vaccino autorizzato per emergenza”, che riassume il messaggio che la protesta vuole lanciare. Il sit-in è stato organizzato dal comitato di Sana e Robusta Costituzione.

12:20 - Questura non autorizza sit-in IoApro a Montecitorio

La manifestazione lanciata per domani a piazza Montecitorio a Roma dal movimento "IoApro" "non è autorizzata". Lo comunica la Questura. "A differenza di quanto affermato e diffuso sui social - si legge in una nota - si segnala che, con formale provvedimento redatto dalla Questura di Roma in data 9 aprile, la piazza di Montecitorio è stata formalmente vietata per la giornata di domani ai rappresentanti del movimento "IoApro", in quanto già concessa e, quindi occupata da un'altra manifestazione regolarmente preavvisata nei giorni precedenti, che si svolgerà nella stessa fascia oraria con la prevista partecipazione di 100 persone”.

12:03 - Allo Spallanzani ricoverati 205 pazienti positivi

In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma 205 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2. Sono 40 i pazienti ricoverati in Terapia Intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 2.377.

11:08 - Francesco Vaia a sindaci: "Più spazi per sport e tempo libero"

"Vorrei, con grande umiltà e rispetto, rivolgere un appello ai sindaci italiani, da sempre in prima fila nella conduzione della nostra Nazione, sopratutto nei momenti di difficoltà, quando c'è da affrontare una emergenza: profittiamo di questo tempo e di questa stagione per moltiplicare nei nostri parchi, negli spazi ampi, aree attrezzate per lo sport, per il tempo libero, per la buona lettura, per ascoltare musica e, perché no? Pieces teatrali. Aiutate il paese ad uscire vincitore da questa battaglia". Così il direttore sanitario dello Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, in un post su Facebook. Per Vaia "si può e si deve osare, in sicurezza, per ripartire. La risposta al virus é nel vaccino, nelle terapie innovative ma soprattutto è corale, è di sistema. Diamo forza e coraggio alle Persone, accompagnamole in questo percorso: miglioriamo i trasporti, aumentiamo la ricettività delle scuole, attrezziamo i nostri parchi dotandoli di strutture modulari per il tempo libero e per lo sport. Lo so, è difficile , avrete bisogno anche di risorse ma sappiate che saremo tutti con voi. Forza, miglioriamo il nostro paese, usciamo più forti da questa pandemia!".

10:54 - Inchiesta mascherine, Arcuri indagato a Roma per peculato

L'ex commissario straordinario per l'emergenza Covid Domenico Arcuri - secondo quanto anticipato dal quotidiano La Verità - sarebbe stato iscritto sul registro degli indagati della Procura della Repubblica di Roma per peculato. L'accusa sarebbe contenuta nel fascicolo sulle forniture di mascherine cinesi. Il 24 febbraio scorso, per l'arrivo in Italia di una parte di queste mascherine senza certificazione, c'erano stati un arresto e quattro misure interdittive.

8:09 - I casi a Roma sono a quota 700

Ieri su oltre 18mila tamponi nel Lazio (-474) e oltre 18mila antigenici, per un totale di oltre 37mila test, si sono registrati 1.463 positivi (+100), 35 decessi (-12) e +980 guariti. Aumentano i casi e le terapie intensive, mentre diminuiscono i decessi e i ricoveri. Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato: "Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 4%. I casi a Roma città sono a quota 700".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.