Covid Lazio, 1.463 casi. Zingaretti: vaccini? Presto nuovi grandi hub

Lazio
©Getty

Così il governatore: "Continua la visita ai centri vaccinali per ringraziare le operatrici e gli operatori in uno dei presidi ospedalieri più importanti della capitale che è il San Giovanni"

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi nel Lazio

 

"Presto apriremo nuovi grandi hub vaccinali per assorbire la domanda ed essere pronti quando la massa di vaccini arriverà nelle dosi sufficienti ad affrontare la crisi". Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, durante una visita all'hub vaccinale dell'ospedale San Giovanni.

Intanto, "il 19 aprile avremo la prima consegna di vaccini Johnson&Johnson. Si tratta di una consegna quantitativamente modesta: 18mila dosi che andranno in prevalenza alle carceri per il personale che vi lavora e per i detenuti". Lo ha annunciato Alessio D'Amato, assessore regionale alla Sanità del Lazio.

"Oggi su oltre 18 mila tamponi nel Lazio (-474) e oltre 18 mila antigenici per un totale di oltre 37 mila test, si registrano 1.463 positivi (+100), 35 decessi (-12) e +980 guariti. Aumentano i casi e le terapie intensive, mentre diminuiscono i decessi e i ricoveri". Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

16:19 - Nel Lazio età media contagiati 45 anni, 2,3% di decessi

Dei casi finora confermati l'età media nel Lazio è di 45 anni, equamente ripartiti tra maschi (48,7%) e femmine (51,4%). E' quanto emerge dal onitoraggio DEP - SERESMI. I casi confermati da inizio epidemia sono così distribuiti: il 17,7% nella Asl Roma 1, il 21% nella Asl Roma 2, l'10,2% nella Asl Roma 3, il 5% nella Asl Roma 4, il 9,3% nella Asl Roma 5, il 10,6% nella Asl Roma 6, il 9,1% nella Asl di Frosinone, il 9,4% nella Asl di Latina, il 2,9% nella Asl di Rieti e il 4,7% nella Asl di Viterbo. Il 77,3% è stato individuato da attività di screening e il 22,7% da test per sospetto diagnostico. Il 93,9% dei casi attualmente positivi è in isolamento domiciliare, il 5,4% è in ricovero ospedaliero e lo 0,6% è ricoverato in terapia intensiva. Si registra il 77,4% di guariti e il 2,3% di decessi.

16:08 - D'Amato: "Su Sputnik perchè Germania si e Italia no?"

"Su Sputnik perchè Germania si e Italia no?". Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, nel bollettino di oggi.

16:05 - Nel Lazio 1.463 casi: Roma a quota 700

"Oggi su oltre 18 mila tamponi nel Lazio (-474) e oltre 18 mila antigenici per un totale di oltre 37 mila test, si registrano 1.463 positivi (+100), 35 decessi (-12) e +980 guariti. Aumentano i casi e le terapie intensive, mentre diminuiscono i decessi e i ricoveri". Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. "Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 4% - aggiunge -. I casi a Roma città sono a quota 700".

13:00 - Vaccini, in 12 ore 33mila prenotazioni per 62/63 anni

"In dodici ore sono già 33.005 le persone assistite con età compresa tra i 62/63 anni che hanno effettuato la prenotazione sul portale regionale, un ottimo risultato che si somma alle prenotazioni degli over 70 nella fascia 70/79 anni che hanno superato le 400 mila prenotazioni. Vaccinarsi è importante". Lo comunica l'Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

11:49 - Vaccini, Alessio D'Amato: "Mettiamo a disposizione dosi che abbiamo" 

"Nessun obbligo. Noi mettiamo a disposizione i vaccini che abbiamo. La gran parte delle dosi disponibili per la fascia di età 60/70 anni è Astrazeneca che è un vaccino raccomandato per questa fascia di età. Gli over 80 stanno facendo Pfizer". Lo ha detto l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, in merito ad alcune segnalazioni riguardo la possibilità di prenotare sulla piattaforma regionale la vaccinazione solo con Astrazeneca.

11:49 - Vaccini, Alessio D'Amato: "Mettiamo a disposizione dosi che abbiamo" 

"Nessun obbligo. Noi mettiamo a disposizione i vaccini che abbiamo. La gran parte delle dosi disponibili per la fascia di età 60/70 anni è Astrazeneca che è un vaccino raccomandato per questa fascia di età. Gli over 80 stanno facendo Pfizer". Lo ha detto l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, in merito ad alcune segnalazioni riguardo la possibilità di prenotare sulla piattaforma regionale la vaccinazione solo con Astrazeneca.

11:37 - Alessio D'Amato: "Obiettivo immunizzazione entro estate" 

"Noi mettiamo a disposizione i vaccini così come ci vengono forniti". Così l'assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato, in occasione di una visita all'hub vaccinale all'ospedale San Giovanni con il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. "L'obiettivo nostro rimane di raggiungere l'immunizzazione entro l'estate - ha aggiunto -. Per arrivare a questo dobbiamo avere una certezza delle consegne delle dosi che ancora oggi non abbiamo in maniera continuativa".

11:35 - Vaccini, Alessio D'Amato: "Già oltre 30mila prenotazioni 62/63 anni"

"Stanotte abbiamo aperto le prenotazioni alla fascia 62/63 anni. Abbiamo avuto per questa fascia già oltre 30mila prenotazioni". Così l'assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato, in occasione di una visita all'hub vaccinale all'ospedale San Giovanni con il presidente della Regione Nicola Zingaretti. "Abbiamo oltre un milione e 200mila prenotati tra le prossime settimane e il mese di maggio - aggiunge - . Ed è uno sforzo importante. Quello che chiediamo è che ci sia la garanzia della periodicità delle forniture".

11:33 - Vaccini, Nicola Zingaretti: "Presto apriremo nuovi grandi hub"

"Presto apriremo nuovi grandi hub vaccinali per assorbire la domanda ed essere pronti quando la massa di vaccini arriverà nelle dosi sufficienti ad affrontare la crisi". Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, durante una visita all'hub vaccinale dell'ospedale San Giovanni. "Continua la visita ai centri vaccinali per ringraziare le operatrici e gli operatori in uno dei presidi ospedalieri più importanti della capitale che è il San Giovanni. Il modo di portare avanti la campagna vaccinale è quello di sostenere una grande comunità sanitaria che è mobilitata ed è la vera protagonista di quello che stiamo facendo".

11:31 - Vaccini, Nicola Zingaretti: "Non cavalcare paure"

"Dobbiamo correre con la vaccinazione perché l'economia riprenderà, i motori si riaccenderanno e il virus verrà sconfitto. Questo è il messaggio da dare: non cavalcare le paure non prendere in giro le persone ma impegnarci per dare a quelle paure delle risposte". Lo ha detto il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, in occasione della visita all'hub vaccinale dell'ospedale San Giovanni di Roma. "Ce la faremo - ha aggiungo - andiamo avanti per sconfiggere questo maledetto virus". Zingaretti ha poi ribadito che vaccinando anziani e fragili "già quest'estate potremo avere un significativo calo del numero delle vittime. E questa è una grande vittoria della campagna di vaccinazione".

11:03 - Alessio D'Amato: "Vaccini? Produrli ci renderà autonomi"

"Lazio, Toscana ma anche Abruzzo rappresentano il 60 per cento dell'export dell'industria farmaceutica", questi distretti industriali possono avere un ruolo da protagonista nella produzione, "che ci renderà autonomi nelle prossime campagne di vaccinazione anti Covid". Lo dice l'assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D'Amato, in un'intervista a Il Messaggero, quotidiano che ha aperto un forum sul rilancio del Centro Italia. Il Lazio si candida anche a ospitare la sede della nuova autorità dell'Unione europea di preparazione e risposta alle emergenze sanitarie: "Si chiama Hera, vogliamo ospitarla nei locali dell'ex Forlanini", e "penso che a sostegno di questa candidatura dovrebbe esserci una forte mobilitazione. So che anche Padova vuole presentare la propria candidatura, per carità una opzione di alto livello, ma Roma secondo me sarebbe la sede ideale". 

10:44 - Vaccini Lazio, Alessio D'Amato: "Il 19 aprile prime dosi J&J, andranno alle carceri"

"Il 19 aprile avremo la prima consegna di vaccini Johnson&Johnson. Si tratta di una consegna quantitativamente modesta: 18mila dosi che andranno in prevalenza alle carceri per il personale che vi lavora e per i detenuti". Lo ha annunciato Alessio D'Amato, assessore regionale alla Sanità del Lazio, in occasione di una visita all'hub vaccinale al San Giovanni di Roma. "Speriamo che dal prossimo mese di maggio potremo avere un ampliamento delle forniture" ha aggiunto. (ANSA).

8:26 - Nel Lazio 1.363 nuovi contagi su oltre 37mila test

Ieri su oltre 18mila tamponi nel Lazio (+1.434) e oltre 19 mila antigenici, per un totale di oltre 37mila test, si sono registrati 1.363 casi positivi (+123), 47 i decessi (+10) e +1.555 i guariti. Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato: "Aumentano i casi e i decessi, mentre diminuiscono i ricoveri e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 7%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 3%. I casi a Roma città sono a quota 600".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.