Covid Roma, Raggi: “Test rapidi a studenti, dipendenti Ama-Atac e impiegati pubblici”

Lazio
©Ansa

La misura proposta dal Comune consentirebbe di decongestionare e alleggerire gli ospedali e i "drive in" delle strutture sanitarie impegnati in queste settimane nell'effettuare i tamponi

In una lettera inviata al Commissario Straordinario Domenico Arcuri, al Ministro della Salute Roberto Speranza, al viceministro della Salute Pierpaolo Sileri e al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha proposto di sottoporre a test rapidi salivari studenti e insegnanti, dipendenti della Pubblica Amministrazione di Roma Capitale e chi lavora nelle partecipate come Ama e Atac. (CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO - LA SITUAZIONE A ROMA)

Alleggerire pressione su ospedali e drive-in

Secondo quanto si apprende, il Comune è disposto a effettuare attività di screening presso le proprie strutture e per questo richiede un consistente quantitativo di test antigenici, ovvero i test rapidi salivari. La misura - viene spiegato - consentirebbe di decongestionare e alleggerire gli ospedali e i "drive in" delle strutture sanitarie impegnati in queste settimane nell'effettuare i tamponi per il Covid. L'obiettivo è garantire un'accurata prevenzione sottoponendo ai test il personale capitolino e delle partecipate e promuovendoli presso le strutture scolastiche, senza interromperne le attività.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24