Coronavirus Roma, allo Spallanzani 60 positivi ricoverati

Lazio
©Ansa

Lo rende noto l'istituto tramite il bollettino odierno. Inaugurato il più grande drive in d'Italia per eseguire tamponi rapidi presso l'aeroporto di Fiumicino. Registrati nel Lazio 130 nuovi casi

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

 

In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma 60 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2, di cui 5 in terapia intensiva. Lo rende noto l'istiuto tramite il bollettino odierno.

È stato inaugurato questa mattina, all’aeroporto di Fiumicino, il più grande drive-in d’Italia per eseguire i tamponi rapidi antigenici Covid-19. Alla cerimonia ha preso parte anche il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che ha colto l’occasione per scagliarsi contro la manifestazione negazionista organizzata sabato a Roma. “Offende le vittime e le centinaia di migliaia di donne e uomini, infermieri, personale sanitario che in questi mesi hanno dato tutto per aiutare l’Italia”.

Intanto si sono registrati 130 casi in Lazio, di cui 80 sono a Roma, zero i decessi. Si conferma una prevalenza dei casi di rientro (circa 52%) e i casi con link dalla Sardegna (circa 38%). (DIRETTA)

17:34 - D'Amato: "Approvato in giunta documento Iss su scuole"

"Approvato oggi in giunta il documento dell'Istituto Superiore di Sanità sul rientro nelle scuole". Così l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato nel bollettino di oggi."Un atto importante per garantire uniformità e sicurezza al quale stiamo garantendo massima diffusione" aggiunge.

17:27 - In Lazio 130 nuovi contagi

"Su oltre 10 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 130 casi, di questi 80 sono a Roma e zero decessi. Si conferma una prevalenza dei casi di rientro (circa 52%) e i casi con link dalla Sardegna (circa 38%)". Così l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato."Visita questa mattina al drive-in lunga sosta dell'aeroporto di Fiumicino in collaborazione con AdR e Croce Rossa Italiana - aggiunge D'Amato -. Test rapidi e gratuiti attivi anche presso i drive-in del San Giovanni e del Forlanini".

15:01 - Zingaretti: "Scuola sicura con tracciamento test"

"La fase del tracciamento con i test per il personale scolastico, sta andando molto bene così da arrivare al 14 settembre con un numero di test sufficiente a garantire quella che è la scuola sicura. È questo uno dei pilastri delle prossime settimane e continueremo pertanto con le campagne di prevenzione". Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a margine dell'inaugurazione del drive-in presso il parcheggio Lunga Sosta dell'aeroporto di Fiumicino. "Abbiamo comprato oltre due milioni di vaccini per l'influenza stagionale. Abbiamo fatto un'ordinanza che prevede per l'influenza stagionale l'obbligo del vaccino per alcune fasce a rischio. Sono orgoglioso di questa scelta perché - ha aggiunto - stiamo parlando della vita delle persone e di evitare ricoveri. Stiamo, per questo, lavorando nel cercare di individuare l'eventuale presenza del virus in maniera più appropriata e anche più veloce. Io sono, ahimé, il testimone oculare di una persona che ha avuto il Covid, ma se ne è accorta subito perché aveva fatto il vaccino antinfluenzale e probabilmente anche questo ha influito su un decorso della malattia non troppo invasivo come purtroppo lo è stato invece per altri casi".

14:57 - Zingaretti: "Fiumicino ancora più sicuro con drive-in"

"Ha aperto da ieri qui a Fiumicino quello che è probabilmente il più grande drive-in per tamponi d'Europa, sicuramente italiano, al servizio di uno degli scali aeroportuali più importanti d'Europa, il più importante d'Italia, che rende così il Leonardo da Vinci ancora più sicuro". Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, all'inaugurazione del più grande drive-in d'Italia per eseguire i tamponi rapidi antigenici Covid-19 realizzato da Adr nei pressi del parcheggio Lunga Sosta dell'aeroporto di Fiumicino. "E' uno sforzo enorme - ha aggiunto Zingaretti -sostenuto dal sistema sanitario regionale con la collaborazione di Croce Rossa e di Adr. Il motivo è chiaro: gli italiani vogliono e debbono tornare a vivere. E' l'imperativo di queste settimane ma bisogna tornare a vivere in piena sicurezza, non con le stupidaggini del virus che è finito, che non c'è pericolo. Noi vogliamo dimostrare che si deve tornare a vivere ma lo si deve fare con attenzione e in piena sicurezza. Questo vuol dire due cose: comportamenti responsabili, dall'uso delle mascherine alla distanza di sicurezza, per continuare poi con l'igiene delle mani e degli ambienti e in più il tracciamento e la costruzione di una rete con tamponi e test che ricerca ed individua i positivi e, in particolare, quelli asintomatici. Con questa struttura - ha sottolineato il presidente della Regione Lazio - la rete della sicurezza regionale dei drive-in raggiunge le 25 postazioni".

14:44 - Solinas: "Su dossier Lazio nessuna negligenza da Sardegna"

"Nessuna negligenza da parte della Regione Sardegna". Replica così il governatore Christian Solinas al dossier che la Giunta laziale di Zingaretti ha presentato al ministro Speranza per denunciare la mancata collaborazione dell'Isola dopo l'impennata di contagi da Covid nel periodo di Ferragosto. "Se guardiamo i numeri sappiamo che fino a luglio la Sardegna aveva 0,3 di sieroprevalenza, un dato certificato dallo stesso ministero della Salute. Ciò significa che nell'Isola il virus non c'era e che qualcuno l'ha portato. E questo perché il governo non ha consentito a questa Regione di avere il certificato di negatività". Quanto alle dichiarazioni dell'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato circa la mancata consegna della lista con i nomi delle persone che hanno frequentato locali e discoteche, soprattutto in Costa Smeralda e Gallura, Solinas prende tempo: "Sto acquisendo - chiarisce - elementi puntuali".

14:31 - D’Amato: “Nel Lazio incidenza bassa”

"I dati li abbiamo consegnati ieri, tramite il Seresmi, al ministero al Salute, è il primo report: dei casi che abbiamo monitorato, il 34 per cento ha un link con la Sardegna ed una quota importante sono casi che sono venuti anche con sintomatologie dalla Sardegna. Dai dati, emerge un'incidenza molto bassa; sono dati che non ci preoccupano. Da ieri, 500 test qui e due esiti positivi confermano un'incidenza assai bassa. Questo ci conforta e dimostra che è importante farlo per andare a scovare gli asintomatici che sono, in questa fase, per noi l'elemento prioritario". Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato"

14:07 - Test negli aeroporti, due nuovi positivi

Sono due i nuovi casi positivi individuati ieri negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino con i test rapidi. Lo comunica l'Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio spiegando che allo "scalo di Fiumicino ieri è stato individuato un nuovo caso positivo e si tratta di un cittadino residente nel Lazio e di rientro dalla Spagna. Un nuovo caso positivo individuato all'Aeroporto di Ciampino e si tratta di un cittadino residente in Campania e proveniente da Madrid (Spagna). Da inizio attività i casi positivi asintomatici individuati attraverso l'utilizzo dei test rapidi antigenici sono stati 183, confermati successivamente dal test molecolare - prosegue l'Unità di Crisi regionale -. Tutti i viaggiatori sono asintomatici, sono stati posti in isolamento ed è stato avviato il contact tracing internazionale".

14:06 - D'Amato: "Con Sardegna purtroppo nessun accordo di reciprocità"

"Per i tamponi purtroppo nessun accordo di reciprocità con la Sardegna. E' acqua passata ormai, non per colpa nostra. Noi ce l'abbiamo messa tutta. Stiamo facendo i test qui ed al porto di Civitavecchia, sia agli imbarchi che agli sbarchi. Oggi è una giornata importante, con il più grande drive in che abbiamo, uno dei più importanti d'Italia: lavora h24 e già da ieri ha fatto 500 tamponi rapidi con due esiti positivi. Oggi l'attività di testing è quella principale per fare lo screening e per prevenire i casi asintomatici che sono quelli prioritari". Lo ha detto, all'aeroporto di Fiumicino, l'assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato, intervenendo all'inaugurazione del Drive In test rapidi presso il parcheggio lunga sosta.

12:56 - Allo Spallanzani 60 positivi ricoverati

In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma 60 pazienti positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2. Cinque pazienti necessitano di Terapia intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono fino a questa mattina 629. E' quanto emerge dal bollettino di oggi dell'Istituto.

11:39 - Inaugurato a Fiumicino più grande drive-in d'Italia

Aperto ieri pomeriggio, è stato inaugurato oggi nell'aeroporto di Fiumicino, presso il parcheggio Lunga Sosta gestito da easy Parking, brand ufficiale di Adr a cui è stata affidata la conduzione dei parcheggi dei due aeroporti romani, il più grande drive-in d'Italia (circa 7000 metri quadri; 6 check-point sanitari per il prelievo dei campioni e fino a 130 il numero delle autovetture che è in grado di accogliere, ndr.) realizzato a tempo di record (72 ore) da Aeroporti di Roma; per eseguire i tamponi rapidi antigenici Covid-19, il cui risultato viene comunicato con un sms nel giro di poco meno di mezz'ora. Presenti alla cerimonia, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, con l'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato; l'a.d. di Adr, Marco Troncone; il presidente della Croce Rossa, Francesco Rocca; il direttore sanitario dello Spallanzani, Prof. Francesco Vaia e il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino. ; ; ; Aperta sette giorni su sette con ampia copertura oraria e accessibile a chiunque, oltre che ai passeggeri in arrivo da Croazia Spagna Malta e Grecia, la struttura, così come il presidio sanitario attivo dallo scorso 16 agosto presso il Terminal 3 Arrivi del Leonardo da Vinci e allestito nell'arco di 24 ore in collaborazione tra Regione Lazio, Usmaf, Istituto Spallanzani, Croce Rossa Italiana e Adr, è gestita dalle Autorità Sanitarie della Regione Lazio ed è presidiata da personale medico e paramedico della Croce Rossa Italiana. La struttura è dotata anche di una corsia pedonale riservata esclusivamente ai passeggeri in arrivo da Croazia, Grecia, Malta e Spagna che atterrano in un orario, dopo le ore 20.00, in cui non è possibile effettuare il test antigenico in aeroporto.

11:16 - Dossier Lazio: un positivo su 2 da Sardegna con sintomi 

"Un positivo su due partito dalla Sardegna con sintomi". È quanto emergerebbe da un report della Regione Lazio, pubblicato su alcuni quotidiani. Il rapporto, inviato al Ministero, è stato elaborato dal Seresmi (Servizio regionale per la sorveglianza delle malattie infettive) e dal laboratorio di virologia dell'istituto Lazzaro Spallanzani. Tra i «764 casi con link epidemiologico alla regione Sardegna», emergerebbe nel documento che «449 (59%) sono casi con sintomi». Da tempo la Regione Lazio chiede di effettuare anche in partenza dall'Isola i tamponi agli imbarchi. Dal report risulterebbe, inoltre, che il 43% dei positivi è stato scoperto tramite il «contact tracing», il tracciamento a posteriori. L'età media dei contagiati, sottoposti a tampone tra l'1 e il 28 agosto, sarebbe di 25 anni. Il 70% è rientrato con il traghetto, mentre il 28% in aereo e il 2% con mezzi privati.

11:02 - A Fiumicino dopo lockdown progetto a sostegno famiglie e bimbi

Attività esplorative, visite guidate a siti archeologici di Fiumicino, passeggiate naturalistiche, laboratori creativi e ludici utilizzando, per questi ultimi, anche tecniche derivanti dal teatro delle emozioni. Ed ancora spettacoli teatrali, laboratori per l'osservazione pianeti e l'osservazione Astronomica. Sono le proposte di "Outdoor Education", a supporto dei genitori e bimbi, contenute nel progetto di Esperienza di Scuola Condivisa E.s.c., che si terrà dal 5 al 19 settembre, nello spazio di Villa Guglielmi a Fiumicino. Sperimentale, dedicato ai bambini dai 6 agli 11 anni, è costruito per andare incontro alle esigenze delle famiglie nella Fase 3, con l'obiettivo di trasformare la difficile esperienza di lockdown in un'opportunità. 

7:17 – Scuola, D'Amato: “Già 10mila test sul personale”

"Per quanto riguarda il tema delle scuole abbiamo un accordo con l'Ufficio scolastico regionale per i test da eseguire sul personale: a oggi abbiamo 40 mila prenotazioni, su 120 mila persone interessate, 10 mila test di sieroprevalenza sono stati già svolti dal 20 di agosto a oggi. Il tasso di positività, secondo i primi dati, ricalca quello emerso dall'indagine nazionale condotta dall'Istat, intorno all'1,2 per cento". Così nel corso dell'audizione in commissione regionale l'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato. "Sono state costituite delle equipe anticovid per le scuole - aggiunge - che saranno il cuore della nostra azione di monitoraggio: entro il 4 di settembre le Asl devono indicare i coordinatori di queste unità".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24