Coronavirus Roma, Raggi: "Chiuse piazze movida per assembramenti"

Lazio
©Ansa

La polizia della Capitale è intervenuta nei giorni scorsi nelle zone di Trastevere, San Lorenzo e Rione Monti, "con l'obiettivo di arginare assembramenti e comportamenti scorretti che impedivano l'osservanza delle disposizioni previste per la limitazione del contagio", spiega la sindaca.

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

 

Venerdì e sabato sera alcune piazze della movida di Roma sono state chiuse per evitare assembramenti. "Nelle ultime due notti è stato necessario chiudere alcune delle principali piazze della movida - afferma la sindaca di Roma, Virginia Raggi- in particolare nelle zone di Trastevere, San Lorenzo e Rione Monti con l'obiettivo di arginare assembramenti e comportamenti scorretti che impedivano l'osservanza delle disposizioni previste per la limitazione del contagio".

Oggi in Lazio sono stati registrati 17 casi, 10 di importazione, e l'assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato, ha rivolto un appello ai cittadini: "Bisogna utilizzare la mascherina o si dovrà richiudere. Non possiamo tornare indietro e disperdere gli sforzi fatti fin qui".
"In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma 67 pazienti. Di questi, 54 sono positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2, 13 sottoposti a indagini. Tre pazienti necessitano di terapia intensiva", il bollettino dello Spallanzani. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

16:12 - Raggi: "Necessario chiudere alcune piazze della movida"

"Quasi 2.000 controlli questo weekend a Roma nelle zone della movida. Prosegue il lavoro degli agenti della nostra Polizia Locale: in questi giorni sono state effettuate 1.700 verifiche per contrastare i comportamenti molesti e pericolosi per la salute pubblica ma anche le condotte scorrette alla guida dei veicoli". Così su Facebook la sindaca di Roma, Virginia Raggi. "Nelle ultime due notti è stato necessario chiudere alcune delle principali piazze della movida - aggiunge - in particolare nelle zone di Trastevere, San Lorenzo e Rione Monti con l'obiettivo di arginare assembramenti e comportamenti scorretti che impedivano l'osservanza delle disposizioni previste per la limitazione del contagio. I presidi dei vigili nei luoghi maggiormente interessati dai fenomeni molesti sono proseguiti fino all'alba, consentendo di limitare la formazione di affollamenti. I controlli si sono estesi fino ad Ostia, con accertamenti mirati in varie zone del litorale romano. Ancora una volta - conclude Raggi - ringrazio tutti gli agenti del corpo della Polizia Locale per il lavoro che ogni giorno svolgono al servizio della nostra città".

16:08 - Roma, chiuse alcune piazze della movida

Sabato sera gli agenti della polizia Locale di Roma hanno dovuto procedere alla chiusura delle principali piazze della movida, in particolare nelle zone di Trastevere, San Lorenzo e Rione Monti, per contrastare assembramenti e comportamenti scorretti che impedivano, di fatto, l'osservanza delle disposizioni previste per la limitazione del contagio del coronavirus. Lo riferisce una nota della Polizia Locale. Nei luoghi maggiormente interessati, come la Scalea del Tamburino, nel cuore di Trastevere, i presidi dei vigili sono proseguiti fino all'alba, consentendo di limitare la formazione di affollamenti e di impedire condotte illecite. Nel corso di tutto il weekend la Polizia Locale di Roma Capitale è stata impegnata in circa 1.700 verifiche nelle zone della movida, per contrastare i comportamenti molesti, pericolosi per la salute pubblica e le condotte scorrette alla guida. I controlli sono stati estesi fino ad Ostia

15:31 - In Lazio 17 casi, 10 di importazione

"Oggi registriamo un dato di 17 casi. Di questi 10 sono casi di importazione: sei sono di nazionalità del Bangladesh, un caso dall'Iraq, due dal Pakistan e uno dall'India". Così l'assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D'Amato. "Questa mattina ho fatto visita alla rsa pubblica di Albano e voglio ringraziare tutto il personale della ASL Roma 6 per il grande impegno e la professionalità mostrati in questo periodo di emergenza - aggiunge D'Amato -. Queste strutture dimostrano l'importanza dell'impegno pubblico nella tutela e nel sostegno, non solo sanitario, alle fasce fragili della popolazione. Ho trovato un ambiente confortevole e personale qualificato e fortemente motivato".

15:27 - D'Amato: "Uso mascherine o si dovrà richiudere"

"Rivolgo un appello all'utilizzo della mascherina o si dovrà richiudere. Non possiamo tornare indietro e disperdere gli sforzi fatti fin qui". Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. "Dobbiamo usare la mascherina o rischiamo nuovi casi come in Catalogna" prosegue l'assessore.

12:34 - Lo Spallanzani: "67 ricoverati, finora 528 dimessi"

In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma 67 pazienti. Di questi, 54 sono positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV-2, 13 sottoposti a indagini. Tre pazienti necessitano di terapia intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono a questa mattina 528. Questo è quanto emerge dal bollettino medico di oggi dell'Istituto. 

8:18 - Positivi i coinquilini del dipendente dello stabilimento di Ostia

"I dipendenti e i gestori dello stabilimento balneare La Vela di Ostia sono tutti negativi, ma devono fare quarantena e procedere a sanificazione dei locali. I sei coinquilini dell'operatore del Bangladesh sono positivi, posti tutti in isolamento". Lo comunica l'Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio. "Avviata l'indagine epidemiologica - prosegue l'Unità di crisi regionale - Disposta la chiusura di una attività di ristorazione in zona Acilia e avviata l'indagine epidemiologica dalla Asl Roma 3, aperto drive in a Casal Bernocchi".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24