Elicottero precipita nel Tevere vicino a Roma, si cercano i superstiti

Lazio
©Ansa

Sul posto sono intervenuti carabinieri e vigili del fuoco con i sommozzatori, che avrebbero già individuato il veivolo. Le operazioni di recupero cominceranno l'11 luglio. Alcuni testimoni avrebbero visto il velivolo toccare i fili dell'alta tensione e poi cadere nel fiume, inabissandosi

Un elicottero è precipitato nel Tevere, inabissandosi, in zona Nazzano Romano, alle porte di Roma (LE FOTO). È accaduto nel pomeriggio del 10 luglio. Dopo qualche ora di ricerca, i sommozzatori sembrano aver individuato, con l'aiuto dell'ecoscandaglio, i resti del veivolo sul fondale del fiume  Sul posto sono ancora al lavoro vigili del fuoco e carabinieri. Le operazioni di recupero - a quanto riferito - non dovrebbero iniziare prima di domani. Alcuni testimoni hanno raccontato che l'elicottero civile avrebbe toccato i fili dell'alta tensione e poi sarebbe caduto in acqua. Dario Esposito, presidente della Riserva di Nazzano, Tevere-Farfa, ha spiegato che "i guardiaparco della Riserva di Nazzano Tevere Farfa stanno lavorando a supporto dei Vigili del Fuoco impegnati nelle ricerche dell'elicottero". 

 

Sommozzatori e vigili del fuoco perlustrando la zona dell'impatto

approfondimento

Colico, elicottero si ribalta in fase di atterraggio: tre feriti lievi

 

"In particolare, ha proseguito Esposito, "i guardiaparco che conoscono centimetro per centimetro tutta l'area della Riserva, stanno fornendo indispensabili indicazioni sulle caratteristiche dei luoghi, soprattutto in relazione all'altezza delle acque per restringere il campo delle ricerche". Il presidente ha fatto sapere che la Riserva ha "messo a disposizione delle squadre dei sommozzatori i battelli di proprietà della Riserva normalmente adibiti al servizio di navigazione collettiva, che insieme al gommone dei vigili del fuoco stanno perlustrando le zone. Sul posto anche il direttore della Riserva, Pigi Capone".

Roma: I più letti