Coronavirus Lazio: 14 nuovi casi, quattro nel focolaio del San Raffaele Pisana

Lazio

I nuovi contagi della struttura riguardano operatori già posti in sorveglianza domiciliare: si arriva così a un totale di 118 casi positivi e 6 vittime. C'è stato un decesso nelle ultime 24 ore, mentre sono stati 14 i guariti, per un totale di 6.195

Il nuovo live con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

Nel Lazio oggi si registrano 14 casi positivi e di questi 4 casi sono riferiti ad una coda del focolaio del San Raffaele Pisana dove sono stati effettuati ulteriori 430 tamponi su tutto il personale e i pazienti. I quattro nuovi casi riguardano operatori della struttura già posti in sorveglianza domiciliare. Il focolaio raggiunge così un totale di 118 casi positivi e 6 decessi correlati. C'è stato un decesso nelle ultime 24 ore mentre sono stati 14 i guariti raggiungendo un totale complessivo di 6.195. Inoltre si registrano anche 4 casi di importazione, già tutti isolati, da Egitto, Brasile, Piemonte e Bergamo.
Allo Spallanzani di Roma sono invece ricoverati "104 pazienti. Di questi 45 sono casi confermati Covid-19, di cui 34 attualmente positivi al tampone, 59 sottoposti a indagini", recita il bollettino. Questa mattina, nel frattempo, una delegazione guidata dal presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha incontrato in Vaticano, Papa Francesco. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

16:22 - Nel Lazio 14 nuovi casi: 4 nel focolaio del San Raffaele Pisana

Nel Lazio oggi si registrano 14 casi positivi e di questi 4 casi sono riferiti ad una coda del focolaio del San Raffaele Pisana dove sono stati effettuati ulteriori 430 tamponi su tutto il personale e i pazienti. I quattro nuovi casi riguardano operatori della struttura già posti in sorveglianza domiciliare. Il focolaio raggiunge così un totale di 118 casi positivi e 6 decessi correlati. C'è stato un decesso nelle ultime 24 ore mentre sono stati 14 i guariti raggiungendo un totale complessivo di 6.195. Inoltre si registrano anche 4 casi di importazione, già tutti isolati, da Egitto, Brasile, Piemonte e Bergamo. Nella Asl Roma 1 dei quattro nuovi casi uno ha un link con il Piemonte e i restanti 3 casi sono asintomatici individuati al test sierologico. Nella Asl Roma 2 un caso positivo proviene dal Brasile, mentre nella Asl Roma 3 una donna risultata positiva proviene da Bergamo. Nella Asl di Latina un caso ha richiesto l'attivazione del tracing internazionale, si tratta di un ragazzo tornato dall'Egitto con scalo a Milano. Proseguono inoltre le attività per i test sierologici sugli operatori sanitari e le Forze dell'ordine.

14:20 - Sanificati i locali comunali in centro a Roma

Stamattina nell'ambito delle operazioni di Protezione Civile di sanificazione di locali e spazi pubblici i vigili del fuoco sono intervenuti nei locali del Comune di Roma in Via Luigi Petroselli, al centro. Lo riferiscono i pompieri. La sanificazione - aggiungono i vigili del fuoco - ha interessato i diversi piani dell'edificio e in particolare l'area S.I.M.U. (Sviluppo infrastrutture e manutenzione urbana)

13:31 – Medici e delegazione di Regione Lombardia incontrano il Papa

Il presidente della Lombardia Attilio Fontana ha guidato questa mattina la delegazione della Regione che ha incontrato in Vaticano, Papa Francesco. Una delegazione composta, come spiega il Pirellone in una nota, "da rappresentanti del settore sanitario regionale e internazionale, delle associazioni di volontariato, della Protezione civile, degli Alpini e della Regione". "Beatissimo Padre, io oggi ho l'onore di presentare al Suo cospetto le persone che hanno affrontato insieme a me l'emergenza sanitaria", è il messaggio portato da Fontana al Papa. "Sono uomini e donne - ha aggiunto il governatore - che hanno donato il proprio lavoro, tempo e professionalità per aiutare altrettanti uomini e donne, sconvolti da una malattia inattesa e imprevedibile". E ancora: "Siamo qui, Santità, per 'ripartire'". Fontana ha voluto anche invitare il pontefice in Lombardia "affinché possa portare consolazione alle famiglie delle vittime e ai tanti malati che hanno sofferto in questi mesi".

13:16 - Lo Spallanzani: "104 ricoverati, finora 482 dimessi"

In questo momento allo Spallanzani di Roma sono ricoverati "104 pazienti. Di questi 45 sono casi confermati Covid-19, di cui 34 attualmente positivi al tampone, 59 sottoposti a indagini. Sei i pazienti che necessitano di supporto respiratorio. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali, sono 482 a questa mattina". Questo è quanto emerge dal bollettino medico di oggi dell'Istituto.

13:04 - Ippica, da domani riapre ippodromo Capanelle

"Con i vari provvedimenti emanati per la fase 3 l'agenzia di scommesse Hipposport interna all'ippodromo Capannelle riapre al pubblico e sarà possibile effettuare le scommesse ippiche e sportive, vedere sugli schermi le corse in palinsesto e le partite del campionato di calcio appena riavviato". Questo è quanto si legge in una nota dell'Ufficio stampa di Capannelle.

11:40 - Test sierologici, firmato protocollo d'intesa tra ministero Giustizia e regione

"È stato firmato il Protocollo d'intesa tra il Ministero della Giustizia e la regione Lazio per estendere l'indagine di sieroprevalenza al personale di tutti gli uffici giudiziari del territorio regionale, compresi il tribunale regionale delle Acque Pubbliche e il personale amministrativo del ministero della Giustizia". Lo comunicano il ministero della Giustizia e la regione Lazio in una nota. "I test sierologici hanno lo scopo di aumentare la conoscenza dello stato di salute di determinate categorie di lavoratori. L'indagine di sieroprevalenza della regione Lazio - si legge nel comunicato - ha riguardato fino ad oggi gli operatori sanitari, gli operatori delle forze dell'ordine e assimilati o comunque coinvolti nell'assistenza nel periodo di più intensa diffusione dell'epidemia. Con questo protocollo d'intesa i test saranno estesi alle unità del personale amministrativo e di magistratura, che dovranno essere preventivamente informati della valenza e dei limiti del test stesso e dovranno inoltre sottoscrivere l'autorizzazione all'utilizzo dei dati personali e dell'esito dell'esame a fini di sanità pubblica".

8:44 - Dal primo luglio via libera agli spettacoli aperti al pubblico

Dal primo luglio via libera agli spettacoli aperti al pubblico, come i concerti, ma anche fiere, congressi, e cerimonie, ma sempre nei limiti di pubblico imposti dal dpcm dell'11 giugno 2020. Questo è quanto si è appreso dalla Regione che ha corretto un documento diffuso erroneamente in precedenza. Dunque, è confermato il limite di pubblico di mille spettatori per spettacoli all'aperto e 200 per spettacoli in luoghi chiusi.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24