Coronavirus Roma, D’Amato: “Curva del contagio è sotto controllo”

Lazio
©Getty

Così l'assessore alla Sanità della Regione Lazio: "Nell'ultima settimana ha risentito dei focolai di Roma. Netto miglioramento del tempo medio tra data di inizio sintomi e la data della diagnosi (tampone) che scende a sole 48h, su una soglia di sufficienza delineata in cinque giorni"

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

 

"L'andamento della curva del contagio è sotto controllo". Così l'assessore regionale alla Sanità della Regione Alessio D'Amato, durante una conferenza stampa sugli interventi di ammodenamento della sanità, pur ricordando che "nell'ultima settimana ha risentito dei focolai di Roma. 

Intanto da oggi le Zone a traffico limitato notturne del Centro storico e di Trastevere tornano attive, la misura è stata presa da seguito dell'aumento del traffico negli orari serali, che ha causato disagi ai residenti e alle attività aperte al pubblico.
Sulla notizia dell'indice Rt superiore a uno nella regione Lazio, D'Amato ha commentato: "Nell'odierna valutazione da parte del ministero della Salute, il Lazio registra un valore Rt superiore a 1, ma questo ce lo aspettavamo ed era inevitabile poiché è causato dai focolai ormai chiusi nella città di Roma. Sarebbe stato grave l'inverso poiché avrebbe significato la non tempestiva delimitazione di tutti i casi dei focolai". Per quanto riguarda il cluster legato all'istituto San Raffaele Pisana, sono state sequestrate cartelle cliniche dei pazienti, documentazione relativa ai turni di lavoro di medici e operatori sanitari e sono state effettuate verifiche sui protocolli di sicurezza. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:14 - D'Amato: "Indice Rt sopra uno è legato a focolai già chiusi"

"Il valore Rt sopra 1 è legato ai focolai già chiusi, la situazione è sotto controllo". Lo sostiene l'assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, commentando gli ultimi dati relativi all'emergenza Coronavirus. "Nell'odierna valutazione da parte del ministero della Salute, il Lazio registra un valore Rt superiore a 1, ma questo ce lo aspettavamo ed era inevitabile poiché è causato dai focolai ormai chiusi nella città di Roma - spiega D'Amato -. Sarebbe stato grave l'inverso poiché avrebbe significato la non tempestiva delimitazione di tutti i casi dei focolai".

18:41 - Inchiesta San Raffaele, sequestrate cartelle cliniche e documentazione sui turni

Cartelle cliniche dei pazienti, documentazione relativa ai turni di lavoro di medici e operatori sanitari e verifiche sui protocolli di sicurezza in tema di coronavirus. È il materiale raccolto nei giorni scorsi dai carabinieri del Nas che su delega della Procura di Roma stanno indagando su eventuali profili penali legati al focolaio di contagi da Covid registrati all'interno dell'Ircss San Raffaele alla Pisana. Al momento il procedimento resta rubricato a modello 45, ossia senza indagati e ipotesi di reato. A piazzale Clodio sono in attesa di una informativa, dopo le prime comunicazioni ricevute al termine dell'attività di sequestro, per procedere con l'individuazione eventuale di un reato così come avvenuto per alcune Rsa per le quali si è ipotizzato l'epidemia colposa. Gli inquirenti hanno effettuato anche una serie di ispezioni all'interno della struttura e in particolare nei quattro piani che ospitano anche i pazienti. A preoccupare sono i tempi dell'esplosione del focolaio avvenuta non nella fase acuta della pandemia ma già in fase 2. Obiettivo di chi indaga è verificare se ci siano state negligenze gravi nel rispetto dei rigidi protocolli di sicurezza.

18:08 - Spallanzani: "107 pazienti di cui 47 casi confermati di Covid-19"

Sono ricoverati all'istituto Spallanzani di Roma «107 pazienti. Di questi 47 sono casi confermati di Covid-19, di cui 35 attualmente positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV 2, 60 sottoposti ad indagini. Sei pazienti necessitano di supporto respiratorio. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o in altre strutture territoriali sono a questa mattina 479». È quanto emerge dal bollettino medico di oggi dell'Istituto.

16:09 - Roma, al via nuovi turni taxi

A partire dal 22 giugno e fino al prossimo 19 luglio per il trasporto pubblico non di linea entrano in vigore i nuovi turni taxi, mantenendo una riduzione del 50 per cento della flotta in servizio. Per i giorni feriali sono previsti turni di 8 ore e per i fine settimana 8 ore 30 minuti-9 ore. Per tutti i turni è stata introdotta un'ora di flessibilità. Lo stabilisce un'Ordinanza sindacale. Dal 22 giugno è stato inoltre istituito un turno aggiuntivo dal lunedì al giovedì dalle ore 14.00 alle ore 22.00 e dal venerdì alla domenica dalle ore 18:00 alle ore 02:00 o dalle 18:00 alle 03:00. La nuova turnazione è stata decisa e condivisa con la categoria nell'ambito della Commissione Consultiva Taxi di Roma Capitale. Un tavolo di lavoro che ha visto condividere in maniera fortemente propositiva e collaborativa nuovi progetti del servizio tra i tecnici dell'Assessorato alla Città in Movimento, del Dipartimento Mobilità e Trasporti e i rappresentanti delle categorie taxi. Altre proposte saranno valutate ai tavoli della Commissione Consultiva Taxi di Roma Capitale per una possibile sperimentazione, in previsione di un aumento della domanda e al fine di potenziare il servizio offerto alla cittadinanza in base all'andamento dell'emergenza sanitaria. Lo comunica in una nota l'Assessorato alla Città in Movimento di Roma Capitale.

15:29 – Roma, tornano le Ztl notturne

Da oggi le Zone a traffico limitato notturne del Centro storico e di Trastevere tornano attive. Tale misura è stata decisa da Roma Capitale in seguito all'aumento del traffico negli orari serali, che ha causato un'eccessiva movida nelle zone interessate, provocando disagi ai residenti e alle attività aperte al pubblico, in contrasto con i vigenti protocolli di sicurezza.

14:10 – Sindaco di Fiumicino: “Da stasera più spazi per ristoranti e bar”

Sono stati posizionati questa mattina i 250 jersey che consentiranno il via, da questa sera, a Fiumicino, alla nuova sperimentazione estiva, fino al 31 ottobre, con più spazi pubblici per tavoli in strada per bar, ristoranti e pizzerie, a compensazione degli spazi persi per le misure anti covid. "Questa mattina abbiamo fatto un sopralluogo in via di Torre Clementina e in Darsena per vedere come procede l'istallazione dei new jersey per la nuova viabilità - afferma il sindaco Esterino Montino - . E' praticamente tutto pronto per l'inizio, questa sera, del nuovo assetto deciso a seguito delle norme anti-Covid per permettere ai ristoratori, bar e pizzerie di continuare a ospitare clienti. La risposta degli esercenti è, in linea di massima, positiva". "Si tratta di una fase sperimentale. Per le prime due settimane osserveremo come procede. Trascorsa questa prima fase - conclude Montino - verificheremo i risultati riservandoci la possibilità di migliorare ulteriormente l'intervento in alcuni punti che potrebbero richiedere qualche piccola modifica". Qualche lamentela è arrivata da esercenti del tratto finale, più stretto, di via Torre Clementina "per l'esclusione al momento dalla sperimentazione" e da altri di via della Spiaggia "per l'isola pedonale che copre, inutilmente, tutta la giornata, rendendo difficile il transito di clienti ed il carico/scarico dei materiali".

13:30 - D’Amato: “Curva contagio è sotto controllo”

"L'andamento della curva del contagio è sotto controllo". Così l'assessore regionale alla Sanità della Regione Alessio D'Amato, durante una conferenza stampa sugli interventi di ammodenamento della sanità. "Nell'ultima settimana - ha ricordato - ha risentito dei focolai di Roma. Mi preme segnalare che dall'ultimo report Iss-ministero della Salute emerge il miglioramento dei tempi per i tamponi che arrivano a 48 ore dalla data inizio sintomi alla data della diagnosi, credo sia un livello eccellente, e la conclusione al 100% dell'indagine epidemiologica”.

Poi, parlando dei test sierologici ha affermato: "Sulla scuola la verifica è aperta sulle modalità da adottare, non precludiamo alcuna possibilità. Adesso ci stiamo concentrando sul corpo docente e non docente che è pari a circa 100 mila persone. Per gli studenti prenderemo in seria considerazione se sussisteranno i presupposti e qualora ci sia disponibilità: faremo tutto ciò che va fatto per ripartire in sicurezza e siamo in costante contatto con l'ufficio scolastico".

11:29 - Confesercenti: "Chiedere esenzione tariffa rifiuti"

"In merito all'esenzione della Tari per gli esercenti colpiti dal Covid-19, pur comprendendo lo stop dei tecnici della Ragioneria generale del Campidoglio circa il possibile danno erariale per il Comune di Roma, riteniamo sia dirimente trovare una soluzione. Come Fiepet-Confesercenti di Roma e Lazio chiedemmo fin da subito ai tavoli istituzionali questo intervento, visto che i pubblici esercizi durante il lockdown non avendo lavorato di fatto non avevano prodotto rifiuti. Parliamo di decine di migliaia di attività che solo da qualche settimana, e con grande difficoltà, hanno riaperto i battenti nella Capitale. La ripartenza c'è stata ma prima di un anno, soprattutto per gli esercenti del centro storico, sarà difficile raccogliere i frutti. L'esenzione della tariffa sui rifiuti diventa uno sgravio fiscale importante. La Fiepet-Confesercenti di Roma e Lazio farà la propria parte, abbiamo pronta una lettera che invieremo lunedì alla sindaca Raggi e ai ministri del Governo - Gualtieri all'Economia e Patuanelli al Mise - chiedendo una norma ad hoc che permetta a Roma Capitale di superare eventuali impasse burocratiche e amministrative". Questo è quanto dichiara in una nota Claudio Pica, presidente della Fiepet-Confesercenti di Roma e Lazio.

7:22 - Alessio D’Amato: “Qui miglior sistema contact tracing”

"Il Lazio si conferma avere il miglior sistema di contact tracing a livello nazionale. Il numero dei casi per cui sia stata effettuata una regolare indagine epidemiologica con ricerca dei contatti stretti nell'ultima rilevazione settimanale del Ministero della Salute è pari al 100%. Un altro dato positivo è il netto miglioramento del tempo medio tra data di inizio sintomi e la data della diagnosi (tampone) che scende a sole 48h, su una soglia di sufficienza delineata in cinque giorni. Per quanto riguarda poi l'RT ci aspettiamo un lieve incremento e andremo di poco oltre il valore 1, ma questo era inevitabile poiché è causato dai focolai ormai chiusi nella città di Roma. Sarebbe stato grave l'inverso poiché significava la non tempestiva delimitazione di tutti i casi dei focolai". Lo comunica l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24