Coronavirus Lazio, la regione: "Rt sopra 1 causato da cluster chiusi"

Lazio

"Ci aspettavamo un valore superiore a uno, era inevitabile poiché è causato dai focolai ormai chiusi nella città di Roma - spiega l'assessore regionale alla Sanità D'Amato -. Sarebbe stato grave l'inverso poiché avrebbe significato la non tempestiva delimitazione di tutti i casi dei focolai"

"Il valore Rt sopra 1 è legato ai focolai già chiusi, la situazione è sotto controllo". Lo sostiene l'assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, commentando gli ultimi dati relativi all'emergenza Coronavirus (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE - L'EMERGENZA A ROMA).

"Indice Rt superiore a uno è causato da focolai ormai chiusi"

"Nell'odierna valutazione da parte del ministero della Salute il Lazio registra un valore Rt superiore a 1, ma questo ce lo aspettavamo ed era inevitabile poiché è causato dai focolai ormai chiusi nella città di Roma - spiega D'Amato -. Sarebbe stato grave l'inverso poiché avrebbe significato la non tempestiva delimitazione di tutti i casi dei focolai".

"In Lazio miglior sistema di contact tracing a livello nazionale

Secondo l'ssessore, "la rilevazione del Ministero indica come il Lazio abbia il miglior sistema di contact tracing a livello nazionale con il 100% dei casi con regolare indagine epidemiologica e con ricerca dei contatti stretti. Un dato estremamente positivo se collegato anche al netto miglioramento del tempo medio tra data di inizio sintomi e la data della diagnosi (tampone) che scende a sole 48h, su una soglia di sufficienza delineata in 5 giorni".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24