Coronavirus, nel Lazio 15 casi legati a focolaio San Raffaele Pisana

Lazio

"I dati della nostra Regione sono inevitabilmente caratterizzati dai numeri di questo focolaio che - sottolinea l'assessore D'Amato - dimostra come non si debba abbassare la guardia e soprattutto devono essere rispettate, senza nessuna deroga, tutte le disposizioni impartite per limitare la diffusione del virus"

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi a Roma

"Oggi registriamo un dato di 18 casi positivi di cui 15 riferibili al focolaio dell'IRCCS San Raffaele Pisana di Roma e di questi 8 provenienti dalla Asl di Rieti dove sono iniziate le attività per testare tutti i contatti. Il focolaio raggiunge così un totale di 70 casi positivi". Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. "I decessi sono stati 4, mentre continuano a crescere i guariti che sono stati 18 nelle ultime 24h e complessivamente raggiungono le 4.533 unità" aggiunge l'assessore D'Amato al termine della videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19.

Allo Spallanzani, intanto, sono 83 i pazienti attualmente ricoverati, di cui 34 sono casi confermati di Covid-19. Finora, sono state dimesse dall'ospedale romano 472 persone. Questo quanto emerge dal bollettino odierno. (DIRETTA)

19:04 - Due casi in ospedale a Roma collegati a focolaio

"Sono due i casi comunicati dall'Azienda ospedaliera Policlinico Umberto I riferibili al focolaio del San Raffaele Pisana che arriva così ad un totale di 70 casi. Si tratta di un infermiere collegato per un link famigliare al focolaio e un paziente risultato anch'esso positivo. Si stanno eseguendo i test su tutti gli operatori e i pazienti del reparto di malattie infettive che è in sicurezza". Lo comunica in una nota l'Unità di Crisi COVD-19 della Regione Lazio.

17:03 - Fase 3, riapre ippica ma a porte chiuse: proteste operatori

"Il grande galoppo torna all'Ippodromo Capannelle di Roma con il Premio Parioli Shadwell e il Premio Regina Elena Shadwell". E' quanto si legge in una nota. Di solito questi eventi "aprono la stagione a fine aprile ma questa volta, causa Covid-19, si disputeranno domenica 14 giugno". "Spiace dover constatare il disinteresse dimostrato dal Mipaaf - spiega Elio Pautasso, presidente di Federippodromi (Gestori Ippodromi) e Direttore generale Hippogroup Roma Capannelle - che non ha ritenuto neanche degne di risposta le richieste nostre e di tutto il settore del galoppo attraverso l'Associazione Nazionale Galoppo di posticipare di una settimana questi due importanti premi e di annullare il limite massimo di 12 partenti. Questo atteggiamento ci obbligherà a disputare a porte chiuse una tra le più importanti giornate di corse, che se spostata avrebbe avuto buone possibilità di poter essere aperta al pubblico viste le notizie di un imminente via libera alla riapertura da parte delle istituzioni. Questa incertezza ha fatto desistere importanti scuderie, anche internazionali, dall'intento di iscrivere i propri cavalli a Roma, causando ulteriori danni al movimento. Evidentemente al Mipaaf hanno ritenuto che non fossero sufficienti quelli già causati dall'emergenza Covid". La lunga giornata di corse si svolgerà naturalmente a porte chiuse, in attesa dell'appuntamento in programma il prossimo 12 luglio, la 137^ edizione del Derby Italiano di galoppo, "che si spera di poter disputare alla presenza del pubblico".

16:18 - D'Amato: "Diciotto nuovi casi, 13 per focolaio a Roma"

"Oggi registriamo un dato di 18 casi positivi di cui 13 riferibili al focolaio dell'IRCCS San Raffaele Pisana di Roma e di questi 8 provenienti dalla Asl di Rieti dove sono iniziate le attività per testare tutti i contatti. Il focolaio raggiunge così un totale di 68 casi positivi". Così l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato. "Sono stati effettuati ad oggi per fini di sanità pubblica per il solo focolaio dell'IRCCS San Raffaele Pisana 2.332 tamponi e ne stimiamo oltre 5 mila tra tamponi e test - prosegue l'assessore -. Oggi sono stati effettuati i secondi test sugli operatori e i pazienti nella struttura. I dati della nostra Regione sono inevitabilmente caratterizzati dai numeri di questo focolaio che - sottolinea D'Amato - dimostra come non si debba abbassare la guardia e soprattutto devono essere rispettate, senza nessuna deroga, tutte le disposizioni impartite per limitare la diffusione del virus. Senza un intervento tempestivo assunto immediatamente per la tutela della salute pubblica i danni di questo focolaio sarebbero stati più rilevanti".

"I decessi sono stati 4, mentre continuano a crescere i guariti che sono stati 18 nelle ultime 24h e complessivamente raggiungono le 4.533 unità" aggiunge l'assessore D'Amato al termine della videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere e Policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù. "Proseguono le attività per i test sierologici sugli operatori sanitari e le Forze dell'ordine" ricorda l'assessore.

15:50 - Regione: nel Lazio il 58% dei casi è guarito

"Dei casi finora confermati il 6% è ricoverato in una struttura sanitaria, il 26% è in isolamento domiciliare e meno dell'1% è in terapia intensiva. I guariti sono il 58%". Lo rende noto la Regione sulla pagina Facebook 'Salute Lazio'. A quanto reso noto, l'età media dei casi positivi è 57 anni. Il 47% sono uomini e il 53% donne. Il 39,9% è residente a Roma città, il 31,8% nella provincia, l'8,4% a Frosinone, il 5,1% a Rieti, il 5,8% a Viterbo e il 7,5% a Latina. L'1,5% proviene da fuori Regione.

15:19 - Flash mob lavoratori discoteche a Montecitorio: "Fateci lavorare"

"Come si fa a ballare a due metri di distanza. Siamo molto preoccupati. Ricordate che la notte e il divertimento sono importantissimi, sono anche terapeutici". Con il Silenzio suonato in piazza Montecitorio si è svolto oggi un flash mob dei gestori dei locali di intrattenimento della Silb che hanno contestato le linee guida della Fase 3 per le discoteche: "Vogliamo lavorare in totale sicurezza, ma dovete lasciarci lavorare", hanno detto i partecipanti, maglietta e mascherina bianca e con il logo dell'associazione. "Siamo qui in piazza perché il governo si è completamente dimenticato di noi. Il governo ha previsto la riapertura di tutte le attività economiche del Paese con l'esclusione delle discoteche per evitare gli assembramenti. Però questi assembramenti li stiamo vivendo nelle movide con molti problemi. Noi potremmo invece garantire la sicurezza", hanno concluso.

15:14 - Festa del Cinema di Roma confermata, sarà dal 15 al 25 ottobre

La quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma è confermata e si svolgerà dal 15 al 25 ottobre all'Auditorium Parco della Musica. Laura Delli Colli, presidente della Fondazione Cinema per Roma, e il direttore artistico della Festa del Cinema, Antonio Monda, hanno confermato le date precedentemente annunciate in accordo con il Collegio dei soci fondatori e il Consiglio di amministrazione della Fondazione Cinema per Roma. Negli stessi giorni, in contemporanea con la Festa del Cinema, si svolgerà il programma di Alice nella città, sezione autonoma e parallela dedicata alle giovani generazioni. 

14:27 - Allo Spallanzani 83 ricoverati, finora 472 dimessi

In questo momento sono ricoverati all'istituto Spallanzani di Roma "83 pazienti. Di questi 34 sono casi confermati COVID-19, di cui 18 attualmente ancora positivi al tampone per la ricerca Sars-CoV 2, 49 sottoposti ad indagini. 4 pazienti necessitano di supporto respiratorio. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o in altre strutture territoriali sono a questa mattina 472". Lo si apprende dal bollettino medico di oggi dell'Istituto.

12:39 - Fiumicino, distribuiti finora 5mila pacchi alimentari

Dopo circa due mesi e mezzo dall’inizio dell'emergenza Covid, a Fiumicino sono stati confezionati e distribuiti sinora dall'amministrazione comunale 4985 pacchi alimentari su tutto il territorio, grazie al contributo delle associazioni di volontariato. In totale 14.701 le persone servite, di cui 4207 minori. "Un lavoro enorme e molto ben oculato, che ha saputo sfruttare al meglio i finanziamenti regionali e statali per le persone che necessitavano a causa dell’emergenza Covid-19 e che ha servito quasi il 20% della nostra comunità", dichiara la capogruppo del Partito democratico Paola Magionesi. "In particolare – prosegue – a Passoscuro sono stati distribuiti 560 pacchi alimentari per 1763 persone, di cui 463 minori, quasi la metà dei residenti della località. Certamente il lavoro dei centri operativi di via del Buttero a Maccarese e di Piazzale Mediterraneo a Fiumicino non è finito e proseguirà nelle prossime settimane, per aiutare ancora le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria ancora in corso".

11:47 - Roma, Unità di Crisi: "Oltre 2.300 tamponi per cluster San Raffaele Pisana"

"Sono stati effettuati ad oggi per fini di sanità pubblica per il solo focolaio dell'Ircss San Raffaele Pisana 2.332 tamponi, di cui 1.168 effettuati nei drive-in e 1.164 effettuati nella struttura, dove sono iniziati oggi i secondi test per 582 unità tra operatori e pazienti".Lo comunica l'Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio. "Alla fine per la gestione di questo focolaio si prevede di effettuare oltre 3.000 tra tamponi e test sierologici - prosegue l'Unità di crisi regionale -. All'interno della struttura, al momento, non vi sono casi positivi".

11:45 - Rieti, Asl comunica 8 nuovi casi "riconducibili a focolaio San Raffaele Pisana"

"Dalla Asl di Rieti ci comunicano 8 nuovi positivi riconducibili al focolaio dell'IRCCS San Raffaele Pisana e nello specifico da un paziente covid-19 positivo deceduto dopo un periodo di riabilitazione presso la struttura". Lo comunica l'Unità di Crisi COVID-19 della Regione Lazio. " La situazione è sotto controllo, tutti i contatti sono stati individuati e saranno sottoposti al test. La Asl di Rieti è in stretto contatto con il sindaco di Montopoli" prosegue l'Unità di crisi regionale

11:12 - Otto nuovi positivi nel Reatino

Otto nuovi casi di contagio da Coronavirus sono stati individuati nel Reatino. Sono tutti riconducibili al cluster dell'Irccs San Raffaele-Pisana di Roma in seguito al ricovero di un paziente reatino, positivo al Covid-19, deceduto allo spoke dello Spallanzani a Casal Palocco dopo un periodo di riabilitazione presso l'Irccs. "La situazione - riferisce il portale Salute Lazio - è sotto controllo, tutti i contatti sono stati individuati e saranno sottoposti al test. La Asl di Rieti è in stretto contatto con il sindaco di Montopoli". Secondo l'ultimo bollettino sanitario diffuso ieri dalla direzione generale della Asl reatina, gli attualmente positivi sono ancora 11, 401 i guariti e dimessi dall'inizio dell'emergenza e 39 i decessi.

7:30 – Assembramenti in centro a Bracciano: scatta l'obbligo di mascherina

Si sono registrati assembramenti e persone senza mascherina nel fine settimana a Bracciano, cittadina sull'omonimo lago vicino a Roma, così il sindaco Armando Tondinelli ha emesso una ordinanza che obbliga di indossare la mascherina nel centro storico venerdì, sabato e giorni festivi. Il provvedimento è stato firmato ieri: "Ho registrato troppo caos a Bracciano durante il fine settimana - dice il primo cittadino Non abbiamo ritenuto di estendere l'obbligo anche fuori dal centro storico perché gli spazi sono più ampi e lì le Forze dell'Ordine non hanno registrato disordini". "Ho constatato con enorme dispiacere che molte persone circolano fino a tarda notte nel centro senza indossare le mascherine - osserva il sindaco - un'azione pericolosa e sbagliata che espone al contagio e compromette la nostra condizione di assenza di positivi al Covid 19 sul nostro territorio. Ho anche disposto controlli mirati della Polizia Locale nel fine settimana dalle 20 alle 24, orario in cui maggiormente si verificano disordini". "Gli agenti - conclude - controlleranno che non si creino assembramenti e che chi frequenta il centro storico indossi la mascherina e lo faccia in maniera corretta, coprendo il naso e la bocca. Mi auguro che questa ordinanza serva a ristabilire immediatamente ordine e buon senso. Il virus non è scomparso, dobbiamo tornare alla normalità ma con la consapevolezza che è necessario imparare a conviverci finché non sarà debellato del tutto. Ringrazio quei cittadini virtuosi che hanno contribuito a segnalare questa situazione e lo hanno fatto senza polemica e con spirito costruttivo e di collaborazione con l'Amministrazione Comunale".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24