Droga a Roma, nuovo arresto per il braccio destro di "Diabolik"

Lazio

Un 42enne, considerato molto vicino all’ultras ucciso, Fabrizio Piscitelli, è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare. L’accusa è di associazione armata finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, detenzione e porto di armi 

F.F., 42enne considerato il braccio destro di Fabrizio Piscitelli, l'ultras noto come 'Diabolik', ucciso a Roma nei mesi scorsi, è stato arrestato questa mattina dai poliziotti della squadra mobile di Roma, che hanno ammanettato anche tre pregiudicati italiani e uno albanese. L'uomo è stato raggiunto da una nuova ordinanza di custodia cautelare con l'accusa di associazione armata finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, detenzione e porto di armi.

L'operazione "Aquila Nera"

Le misure cautelari di oggi scaturiscono dalla seconda tranche dell'operazione "Aquila Nera", che lo scorso agosto aveva bloccato un traffico di cocaina dall'Olanda. Per il 42enne si tratta di una nuova ordinanza di custodia cautelare, dopo l'arresto con l'accusa di spaccio di droga scattato nel novembre del 2019 durante un'operazione della guardia di Finanza in cui furono ammanettate altre 51 persone.

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24