Roma, cancellato a Torpignattara il murales dedicato all'ultrà Diabolik

Lazio
I funerali di Piscitelli (ANSA)

Il direttore generale di Ater Roma, Andrea Napoletano, ha spiegato: "Siamo intervenuti appena possibile per cancellare i segni di un atto illecito, uno sfregio compiuto su un bene pubblico"

Il murales dedicato a Fabrizio Piscitelli (CHI ERA - FOTO), capo degli ultras della Lazio conosciuto come Diabolik, assassinato il 7 agosto, è stato cancellato dalla facciata di un palazzo di Torpignattara a Roma. Ad annunciarlo è l'Ater, l'azienda territoriale per l'edilizia residenziale di Roma. Il direttore generale, Andrea Napoletano, ha spiegato: "Siamo intervenuti appena possibile per cancellare i segni di un atto illecito, uno sfregio compiuto su un bene pubblico".

L'annuncio di Ater

"Si sono svolte questa mattina da parte del personale Ater Roma con il supporto degli agenti della Polizia di Roma Capitale del V Gruppo Prenestino - ha spiegato l'azienda - le operazioni di ripulitura della facciata di un edificio Ater in Via Rovetti a Torpignattara da un murales eseguito illecitamente. Il murales, apparso nella notte tra il 15 e 16 novembre scorsi, raffigurava il ritratto di Fabrizio Piscitelli conosciuto come Diabolik". Secondo l'azienda, "le operazioni si sono svolte senza alcun incidente".

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24