Roma, condannato a 10 anni: arrestato nipote del boss Carmine Fasciani

Lazio
Immagine di archivio (ANSA)

Il 33enne è stato ammanettato nella frazione di Acilia: la Corte d’appello gli aveva comminato una pena per associazione a delinquere di tipo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti 

La polizia della squadra mobile di Roma, intervenendo nella frazione di Acilia della Capitale, ha arrestato Alessandro Fasciani, il figlio 33enne di Terenzio e nipote del boss Carmine, ritenuto un esponente di primo piano dell’omonimo clan e attualmente in carcere. Secondo quanto trapela dalle autorità, l’uomo è destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare perché lo scorso 4 febbraio è stato condannato dalla Corte d’appello a 10 anni e 6 mesi di reclusione per associazione a delinquere di tipo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti. 

Roma: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24