Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Mostre a Roma: cosa fare nel weekend del 19-20 ottobre

I titoli di Sky TG24 delle ore 13 del 18/10

7' di lettura

È allestita fino al 27 ottobre la mostra fotografica "Fragile Amazzonia" della fotoreporter spagnola Ana Palacios. Si tratta di un racconto di viaggio in Brasile, Perù e Colombia 

Al Maxxi fino all’8 marzo 2020 è visitabile la collettiva "della materia spirituale dell’arte", a cura di Bartolomeo Pietromarchi, che riunisce le opere di 19 artisti contemporanei relazionandole con 17 reperti archeologici etruschi, romani e di produzione laziale.

Mostre ed eventi che inaugurano a Roma questa settimana

"Fragile Amazzonia" di Ana Palacios

Sull’Amazzonia da non perdere l’occhio della fotoreporter spagnola Ana Palacios con le immagini di "Fragile Amazzonia", in mostra fino al 27 ottobre alla Casa Internazionale delle Donne, a Roma. Si tratta di un racconto di viaggio in Brasile, Perù e Colombia della fotografa che in passato si è dedicata all’Africa con lavori e mostre premiati e pubblicati dalla stampa di vari paesi. La mostra rientra nelle iniziative promosse in occasione del sinodo dei Vescovi per la Regione Panamazzonica in programma nel mese di ottobre in Vaticano.

Al Maxxi l’uomo tra sacro e inquietudine

Inaugurata il 17 ottobre al Maxxi, fino all’8 marzo 2020 è allestita la collettiva "della materia spirituale dell’arte", a cura di Bartolomeo Pietromarchi, che riunisce le opere di 19 artisti contemporanei relazionandole con 17 reperti archeologici etruschi, romani e di produzione laziale. In una sorta di continuità si pone il focus su Enzo Cucchi, allestito fino al 19 gennaio e a cura di Eleonora Farina, in cui l’artista è protagonista con un’unica scultura in marmo, che ritrae un putto, al cui alluce è aggrappato uno scorpione. La stessa tensione verso la dimensione spirituale si ritrova, come a chiudere un cerchio, anche nel nuovo allestimento della Galleria 1.

Mostre ed eventi in corso a Roma a ottobre 2019

"Canova. Eterna bellezza" a Palazzo Braschi

Fino al 15 marzo 2020 a Palazzo Braschi è possibile visitare "Canova. Eterna bellezza". A cura di Giuseppe Pavanello, l’esposizione indaga il rapporto che tra ‘700 e ‘800 legò lo scultore veneto alla città di Roma attraverso ben 170 opere - tra sculture, disegni, gessi, modellini, bozzetti, del maestro e di artisti a lui contemporanei - distribuite in 13 sezioni. Del resto, quella tra l’artista e la città fu davvero una storia d’amore che il percorso può raccontare anche grazie a importanti prestiti, come quelli provenienti dall’Ermitage di San Pietroburgo.

"Arte Virtuale – Van Gogh + Monet Experience"

Fino al 6 gennaio 2020, a Videocittà a Roma, si potrà visitare "Arte Virtuale – Van Gogh + Monet Experience". Si tratta di un viaggio nel tempo alla scoperta dei luoghi che hanno ispirato i due giganti della pittura. Grazie alla tecnologia VR il visitatore sarà immerso a 360 gradi nei paesaggi, nei colori, nelle atmosfere, ai tempi di Arles e Giverny, come se stesse vivendo all'interno del quadro. L’esperienza, per la prima volta a Roma, è totalizzante: il visitatore viene preso per mano e guidato in un percorso culturale tra reale e virtuale alla ricerca di emozioni nuove e delicate, aprendo la mente verso sensazioni mai provate prima: colori, impressioni, sentimenti. La mostra, prodotta e distribuita a livello internazionale da Next Exhibition, è composta da quattro momenti.

"Maria Lai. Tenendo per mano il sole"

In occasione del centenario della nascita, il Maxxi dedica una grande mostra a Maria Lai (1919-2013), tra le voci più singolari dell’arte italiana contemporanea, i cui lavori sono stati recentemente esposti a Documenta 14 e alla Biennale di Venezia 2017. Tenendo per mano il sole è il titolo della mostra e della prima Fiaba cucita realizzata. Sia nel titolo che nell’opera sono presenti molti degli elementi tipici della ricerca di Lai: il suo interesse per la poesia, il linguaggio e la parola; la cosmogonia delle sue geografie evocata dal sole; la vocazione pedagogica del “tenere per mano”. Visitabile fino al 12 gennaio 2020. Orari: da martedì alla domenica dalle 11 alle 19. La prima domenica del mese fino alle ore 22.

At Home. Progetti per l’abitare contemporaneo

Tema centrale del nuovo allestimento delle collezioni di architettura è l’evoluzione del concetto di abitare dal dopoguerra a oggi, analizzato attraverso le opere dei grandi maestri del Novecento e delle nuove figure emergenti nel panorama dell’architettura internazionale. L’allestimento della mostra si basa sull’intersezione di più percorsi, intrecciando le varie scale dell’abitare, dall’individuale al collettivo, con particolare attenzione alle esperienze più articolate e ibride che testimoniano i nuovi rapporti tra individuo e comunità. Visitabile fino al 22 marzo 2020. Orari: dalle 11 alle 19, ma solo il sabato dalle 11 alle 22. Chiuso il lunedì.

"Welcome to Rome"

In corso Vittorio Emanuele II 203, il fisico e divulgatore scientifico, Paco Lanciano, ha ideato e realizzato “Welcome To Rome”, il più affascinante e sorprendente spettacolo interattivo dedicato a Roma e alla sua storia millenaria. Fino al 31 dicembre 2019 i visitatori potranno immergersi nella storia della Capitale e compiere un vero e proprio viaggio nel tempo e nello spazio. Le pareti e i soffitti si animeranno attorno a voi mentre a terra un grande plastico della città si illuminerà per mostrare l’evoluzione di Roma nei secoli. Orari: da lunedì a giovedì dalle 9 alle 19; da venerdì a domenica dalle 10 alle 21.

"Colore degli Etruschi"

Fino al 2 febbraio 2020 alla Centrale Montemartini arriva la mostra "Colori degli Etruschi". Una straordinaria selezione di lastre parietali figurate e decorazioni architettoniche a stampo in terracotta policroma, provenienti dal territorio di Cerveteri (l’antica città di Caere) e in parte inedite. Orari da martedì alla domenica dalle 9 alle 19.

Mostre da non perdere nel resto del Lazio

Da Roma al mare lungo il Tevere, domani il "Fiumicino Bike Day"

Da Roma al mare seguendo il Tevere lungo le ciclabili. Un fiume di biciclette animerà domani, sabato 19 ottobre, il "Fiumicino Bike Day", promosso da "Fiab Roma NaturAmici", in collaborazione con Ostia in bici. Obiettivi sono quelli di sensibilizzare la pubblica amministrazione per rendere sicure le piste e i sentieri ciclabili e in particolare modo a porre i riflettori sul proseguimento della dorsale Tevere sino a Fiumicino. Con partenza, tra le 7 e le 8:30, da vari punti della Capitale sarà percorsa la pista ciclabile sul Tevere fino a Mezzocammino, in corrispondenza del Grande Raccordo Anulare e di lì verso Fiumicino seguendo un sentiero sterrato. Il raduno generale di tutti i ciclisti dai vari punti sarà alle 10 alla Stazione Ferroviaria di Ponte Galeria a circa sette chilometri all’arrivo. Inoltre, alle 11 ci sarà la tappa presso il Parco Archeologico del Porto di Claudio e Traiano per una visita di 50 minuti, per poi riprendere a pedalare. Quindi a Fiumicino i partecipanti faranno una breve sosta, davanti al commissariato, per un attimo di raccoglimento alla memoria dei poliziotti uccisi a Trieste. Infine, l’amministrazione comunale di Fiumicino accoglierà, alle 12:20, la carovana presso il palazzo comunale.

"Magnifici ritorni" ad Aquileia

È un viaggio a ritroso nel tempo quello offerto dalla mostra "Magnifici ritorni" che riporta al Museo Archeologico Nazionale di Aquileia fino al 20 ottobre ben 120 tesori aquileiesi conservati al Kunsthistorisches Museum di Vienna. Un rientro a casa a distanza di quasi 200 anni, per festeggiare i 2200 anni dalla fondazione di Aquileia ma anche per rinsaldare i plurisecolari legami tra la città adriatica, crocevia di culture, e Vienna, che dal 1817 ha raccolto e valorizzato molti dei tesori aquileiesi.

Eventi per bambini a Roma

"Living dinosaurs"

Fino al 6 gennaio 2020 i bambini, accompagnati dalle loro famiglie, potranno visitare a Videocittà "Living dinosaurs" e intraprendere un viaggio nel passato. Ogni dinosauro presenta movimenti, colori e suoni realistici, offrendo incontri di "vita quotidiana" con queste enormi creature. Il team di esperti ha lavorato alla creazione di ogni singolo dinosauro considerando i minimi dettagli. Display illustrati e pannelli informativi spiegano la storia dei dominatori della terra di milioni di anni fa con un linguaggio semplice, di facile comprensione e apprendimento per tutti. La mostra osserva le caratteristiche di un bioparco, per una passeggiata tra i diversi habitat di ogni dinosauro, proprio come nel celebre film "Jurassic Park".

"Dinosauri in carne e ossa" nell’Oasi WWF di Fregene

Fino al 10 novembre (dalle 10 alle 19) si potrà vivere un’esperienza suggestiva per riflettere sulla caduta dell’asteroide che ha provocato la scomparsa dei dinosauri mesozoici e sull’impatto spesso negativo che l’uomo ha sulla natura. Una mostra aperta a famiglie con bambini e non solo, per capire i meccanismi che hanno causato l’adattamento o l’estinzione di alcune specie come quella dei dinosauri mesozoici.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"