Roma, rissa tra tifosi prima di Lazio-Siviglia: denunciati tre ultrà biancocelesti

Lazio

Gli uomini della Digos stanno vagliando le immagini delle registrazioni delle telecamere per far luce sugli scontri avvenuti alla vigilia della partita 

Tre persone sono state denunciate dagli agenti della Digos di Roma per la rissa e l'accoltellamento di cinque tifosi stranieri scoppiata nella sera di mercoledì 13 febbraio, nel rione Monti al centro di Roma, alla vigilia della partita Lazio-Siviglia. I tre denunciati, riconducibili agli ambienti ultrà del tifo laziale, sono accusati di lesioni personali aggravate e porto di oggetti atti a offendere. Gli investigatori sono arrivati a loro attraverso la visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza. Durante le perquisizioni nelle loro abitazioni, effettuate nella mattina di venerdì 15 febbraio, gli agenti ritengono di aver trovato elementi utili alle indagini. Altre due persone sono nel mirino degli inquirenti.

Gli scontri

Da quanto emerso fino ad ora, la rissa è scoppiata intorno alle 21.30 in via Leonina e ha coinvolto circa 40 persone. Due tifosi spagnoli feriti sono stati soccorsi in un ristorante dove si erano rifugiati mentre l'americano in strada. Negli scontri sono rimasti coinvolti anche altri due tifosi spagnoli.

Roma: I più letti