Giorgia Meloni, insulti sessisti dallo storico Gozzini

Politica

Il docente dell'Università di Siena durante un programma su Controradio ha insultato pesantemente la leader di Fratelli d’Italia, rivolgendole epiteti offensivi e sessisti come “ortolana, pesciaiola, rana dalla bocca larga, scrofa”. Poi si scusa. Solidarietà del presidente Mattarella e vicinanza di tutto il mondo politico

È accaduto tutto durante la trasmissione 'Bene bene Male male” andata in onda venerdì 19 febbraio su Controradio. Giovanni Gozzini, storico e docente all'Università di Siena ha insultato pesantemente Giorgia Meloni in un salendo di epiteti offensivi. È partito con “ortolana e pesciaiola”, scusandosi anche con la categoria di lavoratori, per arrivare a “rana dalla bocca larga, scrofa” e poi chiudere con “peracottara”. "Ieri sera m'è preso il mal di miserere quando ho sentito quell'ortolana della Meloni. Datemi dei termini: una rana dalla bocca larga? Una vacca? Una scrofa? Cosa devo dire?", ha commentato Gozzini scaldandosi visibilmente.

La reazione di Giorgia Meloni

approfondimento

Meloni a Sky TG24: "Sull'astensione decideremo alla fine"

Riportando le parole pronunciate contro di lei dallo storico toscano, la leader di FdI ha scritto sul suo profilo Facebook: “Ma a voi sembra normale che un docente universitario usi un linguaggio simile? Vi immaginate se queste frasi fossero state rivolte nei confronti di una qualsiasi esponente di sinistra cosa sarebbe accaduto? Come donna e come politico, sono veramente stufa di dover subire questo tipo di attacchi diffamanti e osceni. P.S. il Rettore dell'Università di Siena e il Ministro dell'Università e della Ricerca non hanno nulla da dire? E il Pd, che lo nominò assessore?". A stretto giro sono arrivate le scuse di Gozzini ma ormai la polemica era già divampata.

Le scuse di Gozzini

approfondimento

Governo Draghi, nel centrodestra Salvini e Meloni su posizioni diverse

"Per il fatto di aver usato delle parole sbagliate durante la trasmissione sono a porgere le mie scuse a tutti quanti, a Giorgia Meloni per prima e a tutte le persone che si sono sentite offese". Sono le scuse diffuse in una nota da Giovanni Gozzini, in merito a quanto dichiarato a commento dell'intervento alla Camera della leader di FdI per la fiducia al nuovo governo. "Presento le mie scuse per il linguaggio usato durante la trasmissione. Non è mio costume, né come ospite storico della trasmissione di Controradio né in altra sede promuovere un linguaggio che non sia più che rispettoso nei confronti di tutti", ha concluso il docente.

Telefonata di solidarietà di Mattarella

"Ringrazio il Presidente Mattarella che mi ha telefonato per esprimermi personalmente la sua solidarietà in seguito agli insulti osceni ricevuti oggi. È un gesto che ho apprezzato molto, e che ribadisce con fermezza il limite invalicabile, in una democrazia, tra critica e violenza". Lo ha scritto in un tweet Giorgia Meloni. 

Il portavoce del presidente della Repubblica, Giovanni Grasso, dal suo account personale Twitter rilanciando le parole di Meloni ha sottolineato: "Gli auguri di morte a Liliana Segre che si vaccina. Ora questo qui contro l'on. Meloni. Contro le donne è sempre più facile... Non sarebbe ora di smetterla?".

Il mondo della politica vicino a Meloni

approfondimento

Governo, Draghi incassa fiducia alla Camera. Oggi il debutto al G7

"Gli insulti gratuiti e violenti, ancor più quando indirizzati contro una donna, vanno condannati con rigore e determinazione. Solidarietà a Giorgia Meloni". Lo scrive su Twitter Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie.

"Solidarietà all'amica Giorgia Meloni per gli squallidi insulti ricevuti. Parliamo tanto di cambiare questo Paese, iniziamo riportando il dibattito su toni civili, dentro e fuori dalla politica". Così il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti sulla sua pagina Facebook.

Laura Castelli su Twitter: "Trasformare il dissenso politico in sessismo, è quello che accade sempre quando si vuole attaccare un politico donna. Non mi rassegnerò mai a questa volgarità e a questo modo di offendere e denigrare 'l'avversario'. La mia solidarietà a Giorgia Meloni".

"Solidarietà a Giorgia Meloni per i vergognosi insulti ricevuti. Non mi rassegno a questo andazzo". Su Facebook la reazione del presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini. 

Il comunicato di Controradio

"In merito alla trasmissione "Bene bene Male male" andata in onda sulle nostre frequenze, Controradio srl intende prendere le distanze, come per altro già fatto in onda, dal linguaggio utilizzato dal prof. Giovanni Gozzini durante la suddetta trasmissione", commentando l'intervento alla Camera di Giorgia Meloni per la fiducia al nuovo governo. Così in una nota l'emittente radiofonica fiorentina. "45 anni di storia della nostra radio parlano per noi - prosegue la nota -. Sono stati anni di impegno costante e serrato tutto volto a combattere l'imbarbarimento del linguaggio da una parte, e dall'altra a lavorare sulle questioni di genere in ogni ambito, dal mondo del lavoro a quello appunto del linguaggio. Parlano per noi decenni di trasmissioni, interviste, speciali, progetti ad hoc". 

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.