Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Governo Conte bis, prime crepe M5S-Pd su Tav e Autostrade

Per la ministra alle Infrastrutture De Micheli l'alta velocità va fatta. "Parole inopportune" per i 5s. Di Maio riunisce i ministri grillini al Ministero degli Esteri: "Tanto da fare, presto taglio parlamentari". AGGIORNAMENTI

Leggi tutto
1 nuovo post
  • In attesa del voto di fiducia di lunedì, la giornata politica è stata caratterizzata anche dalle polemiche per il body shaming nei confronti della ministra Bellanova, che però ha risposto a tono
  • Sono emerse le prime crepe tra i due alleati di governo, dopo le parole della titolare delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli che ha detto che la Tav "va fatta", scatenando la reazione piccata di molti esponenti Cinque Stelle 
  • Paolo Gentiloni è stato designato come componente italiano della Commissione europea: oggi a Bruxelles ha incontrato la presidente eletta Von der Leyen
  • Europeista, favorevole al reddito di cittadinanza, contrario alla flat tax: il pensiero del neoministro dell'Economia Gualtieri 
  • Giorgia Meloni a Sky Tg24: "Lunedì in piazza contro il governo, auspico anche con Lega". La risposta di Salvini: "Ci sarò". Poi a Sky TG24 attacca DI Maio: "Non so come si possa passare in una settimana da ministro del Lavoro a quello degli esteri. Mi tolgo il cappello, io non ne sarei capace"
- di Cecilia.MUSSI
Il liveblog sulla giornata politica si chiude qui. Per tutti gli aggiornamenti segui la diretta di Sky Tg 24
- di giuliana.devivo

Di Maio su Facebook: tanto da fare, pronti per il taglio dei parlamentari 

 
 "C'è tanto lavoro da fare e non abbiamo tempo da perdere. Anche per questo motivo oggi ho incontrato i ministri M5S alla Farnesina. Ho visto persone motivate, pronte a dare il massimo per gli italiani. Con loro abbiamo fatto il punto su tutti i provvedimenti da portare
avanti. Questo governo è nato per dare risposte immediate agli italiani. Intanto abbiamo il taglio dei parlamentari da concretizzare. Siamo pronti all'ultimo voto": così in un lungo post su facebook il ministro degli Esteri Luigi Di Maio
 
- di giuliana.devivo

Stefania Craxi: riunione M5s alla Farnesina? Spiegate al nuovo inquilino che non è la sede per aspiranti ducetti 

 
"Apprendiamo che il neo ministro degli Esteri ha convocato una riunione della compagine pentastellata alla Farnesina. Va bene che i codici comportamentali sono oramai saltati da tempo, ma la politica e le istituzioni vivono di riti e ogni rito si dovrebbe consumare nelle opportune sedi. Attenzione, pertanto, a scambiare un ministero, per di più così importante e in vista come quello degli Affari esteri, con una location per riunioni": lo ha detto Stefania Craxi, senatrice FI e vicepresidente della commissione Esteri di Palazzo Madama. "E' di strappo in strappo, di inconsuetudine a inconsuetudine, che abbiamo ridotto i nostri istituti democratici a un cumulo di macerie. Qualche consigliere di
esperienza spieghi al novello inquilino che l'edificio originariamente costruito per essere la sede del Partito Nazionale Fascista non può diventare la sede di altri partiti né - conclude - la dependance di aspiranti ducetti"
- di giuliana.devivo

Salvini: il governo avrà vita breve e noi  ci teniamo il consenso degli italiani 

 
"Questo governo avrà vita breve, non andrà lontano, lasciamo che il palazzo faccia i suoi giochi e teniamoci stretto il consenso degli italiani".così Matteo Salvini parlando con i giornalisti ad Amelia (Terni) dove è in visita in un centro di recupero per tossicodipendenti.
 
- di giuliana.devivo

Brescia (M5s): prima di parlare di legge elettorale si parta dal taglio dei parlamentari 

 
"Ogni dibattito sulla legge elettorale partirà una volta realizzata la riduzione del numero dei parlamentari, fondamento dell'accordo con il Pd. Di sicuro fare leggi elettorali contro qualcuno non porta bene. Personalmente propendo per una soluzione proporzionale, ma è ancora presto per annoiare gli italiani con discussioni infinite che interessano solo ai politici. Ci sono tante innovazioni più interessanti che riguardano le elezioni, dalla riforma costituzionale che permetterà ai 18enni di votare al Senato - e magari ai 35enni di essere eletti - alla sperimentazione del voto elettronico o a ogni altra soluzione che permetterà di combattere l'astensione obbligata": lo ha detto interpellato dall'ANSA il presidente della Commissione Affari costituzionali della Camera, Giuseppe Brescia (M5s), a proposito delle riforme inserite nel programma di governo.
- di giuliana.devivo

Il rebus della manovra 2020: le risorse da trovare 

 
 
- di giuliana.devivo

Maroni: nella Lega nessuno può insidiare la leadership di Salvini

 
"Matteo Salvini è il segretario che ha portato la lega oltre il 30%. Non c'è nessuno dentro la Lega che voglia o possa insidiare la sua leadership". Così l'ex segretario della Lega e ex governatore lombardo, Roberto Maroni, rispondendo ai giornalisti a margine del Forum Ambrosetti di Cernobbio, ha escluso che dentro il partito potrebbero esserci dei contraccolpi dopo l'uscita dal governo. "Io avrei fatto
un'altra mossa cioè quella di rafforzarmi all'interno del governo magari chiedendo al governo Conte il ministero delle Infrastrutture dopo la vittoria sulla Tav e magari anche il Mef. Penso ci fosse l'opportunità di continuare nell'esperienza di governo. Matteo Salvini ha fatto una scelta diversa, magari ha ragione lui, vedremo. Intanto è purtroppo nato il governo giallorosso"
 
- di giuliana.devivo

Di Maio riunisce ministri M5S alla Farnesina


Il ministro degli Esteri e capo politico M5S ha convocato alla Farnesina una riunione - in corso - con tutta la squadra dei ministri del Movimento. La riunione è finalizzata a fare un punto sulle prime misure da mettere in campo nelle prossime settimane e, inoltre, sui provvedimenti pregressi rimasti in sospeso a causa della crisi
 
- di giuliana.devivo

Austrade, Fassina a De Micheli: la gestione va razionalizzata 

 
La gestione dei monopoli naturali, come le autostrade, va ri-nazionalizzata, cara ministra Paola De Micheli. Cari Movimento 5 Stelle che fate?": così su Twitter il deputato di Leu Stefano Fassina si inserisce nel dibattito innescato dalla neoministra alle Infrastrutture e Trasporti 
 
 
- di giuliana.devivo

Paragone: convergenza Pd e famiglia Benetton 

 
"Danilo Toninelli ha pagato un prezzo altissimo per essersi opposto a una delle famiglie più potenti che ci sono in Italia e in Europa. Il fatto di essersi opposto ai Benetton ha un prezzo e lo stiamo vedendo. E' bastata un'intervista della neo ministra De Micheli per fare schizzare il titolo di Atlantia. Ancora una volta registriamo una convergenza oggettiva sul telaio del potere italiano tra il PD e una famiglia d'imprenditori italiani": lo ha detto Gianluigi Paragone, senatore del M5S, a Radio Popolare. Paragone ha criticato l'atteggiamento di Conte che, sostiene, avrebbe già "dimenticato" la visione politica che lo ha fatto stare al governo per un anno con la Lega. Paragone ha ribadito che non voterà la fiducia a questo esecutivo: "Non voterò la fiducia al nuovo governo. Deciderò se astenermi o uscire dall'aula. Sono assolutamente contrario a questo governo, ma non posso non prendere in considerazione il voto della Piattaforma Rousseau perché è stato espresso dagli elettori del M5s e io non posso non tenere conto del sentimento di chi mi ha eletto"
- di giuliana.devivo

Migranti, Prodi: rivedere Dublino, sono ottimista 

 
 
- di giuliana.devivo

Il commento di Romano Prodi sulla scelta di Gentiloni in Europa 

 
 
- di giuliana.devivo

De Micheli: avanti sulla Tav. M5s: parole inopportune 

 
Le parole di Paola De Micheli, neoministro a Infrastrutture e Trasporti che ha manifestato la chiara volontà di voler andare avanti sulla Tav, generano irritazione all'interno del M5s. Il senatore Giarrusso ha detto che non voterà la fiducia se il Pd  non chiarirà su Atlantia -  i pentastellati sono infatti per la revoca delle concessioni ad Autostrade - mentre la senatrice M5s piemontese Jessica Costanzo ha spiegato in una nota che "l'uscita della ministra delle Infrastrutture, che non si e' ancora insediata, è inopportuna. Quello del Tav è un tema delicato su cui occorre evitare provocazioni. C'è un'analisi costi-benefici negativa, seguita dal presidente Conte, su cui confido per un immediato abbassamento dei toni. Non siamo scesi a compromessi con la Lega, non dobbiamo farlo col Pd"
- di giuliana.devivo

Il senatore M5s Giarrusso: "Fiducia solo se Pd chiarisce su Atlantia"

 
"Voterò la fiducia al governo Conte in base alla posizione che avrà il Pd rispetto alle dichiarazioni fatte dal ministro De Micheli o se il ministro stesso chiarirà meglio": lo ha detto il senatore M5s Mario Giarrusso, esprimendo disaccordo con
la responsabile di Trasporti e infrastrutture che in un'intervista alla Stampa ha escluso la revoca della concessione  di Autostrade. "La posizione del M5s è chiara: siamo per la revoca delle concessioni", ha detto, ribadendo: "Non diamo la fiducia se si inizia subito a martellare l'accordo".
 
- di giuliana.devivo

Fiducia al governo, scenari e rischi alla Camera e al Senato 

 
 
- di giuliana.devivo

Prodi a Cernobbio: Economia a Gentoiloni? Sarebbe grosso portafoglio

 
"Gli affari economici sarebbero un grosso portafoglio ma bisogna vedere gli equilibri interni che ci sono": così Romano Prodi al forum Ambrosetti di Cernobbio ai giornalistiche gli chiedevano un commento sull'ipotesi che a Paolo Gentiloni venga assegnato il portafoglio sull'economia nella Commissione Ue. "E' difficile - ha aggiunto- poter dire adesso quale sarà il portafoglio perchè bisogna conoscere gli equilibri tra i paesi e per questo ci vorrà ancora qualche giorno".  
- di giuliana.devivo

Uno dei primi atti del neoministro alla Salute Speranza potrebbe essere abolire i superticket 


Abolire il superticket di 10 euro sulle ricette per le prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale: a quanto si apprende potrebbe essere uno dei primi 'dossier' sul tavolo del neo ministro della Salute, Roberto Speranza. Una priorità in linea con i due obiettivi indicati da Speranza quali 'fari' della sua futura  azione di governo: "lotta alle disuguaglianze" e "universalità del Sistema sanitario nazionale". L'abolizione del superticket è al centro di una proposta di legge (207) presentata da Speranza, come primo firmatario, nel 2018. 
- di giuliana.devivo

De Micheli: salvare vite in mare non è reato 

 
 
- di Cecilia.MUSSI