La mappa di chi governa nelle Regioni: pareggio 10 a 10 tra centrosinistra e centrodestra

Politica

Dopo la vittoria in Sardegna di Solinas, il cdx raggiunge il csx, che ha perso tutte e 6 le ultime tornate elettorali. Il M5s continua a non avere un proprio governatore, mentre la Valle d’Aosta è l’unica Regione a guida autonomista

LA MAPPA AGGIORNATA, SORPASSO DEL CENTRODESTRA

Con la vittoria di Christian Solinas alle elezioni sarde del 24 febbraio 2019 (I RISULTATI), il centrodestra conquista la guida di dieci Regioni italiane, a pari merito con il centrosinistra. Un ex aequo negli schieramenti politici delle giunte regionali, mentre il M5S continua a non avere un proprio governatore. La Valle d’Aosta è invece l’unica Regione che risulta completamente a guida autonomista. Al pareggio si è arrivati con le elezioni in Sardegna, ma il risultato risente anche delle Regionali degli ultimi mesi, che hanno segnato un vero e proprio travaso di voti da sinistra a destra. Altre cinque giunte sono infatti passate dal centrosinistra allo schieramento avversario: sono quelle di Molise, Friuli Venezia Giulia, le due province autonome di Trento e Bolzano e, ultima in ordine di tempo, Abruzzo. Tanto da far dire al vicepremier Matteo Salvini di aver battuto il Pd "6 a 0" .

Valle d’Aosta unica a guida autonomista

È bene chiarire che il risultato di 10 a 10 è dato anche dalle due giunte provinciali del Trentino Alto Adige, con Bolzano che ha un'inedita guida Svp-Lega, e che pertanto si posiziona nell'area autonomista ma di centrodestra, mentre storicamente negli anni passati era Svp-Centrosinistra. La giunta della Valle d'Aosta è, invece, a guida autonomista, con la Lega all'opposizione: è l’unica regione a non figurare perciò in alcuno dei due schieramenti. Il prossimo voto regionale è quello della Basilicata, in programma il 24 marzo, con il governatore uscente di centrosinistra Marcello Pittella che si è dimesso perché sospeso dal 6 luglio 2018 per effetto della Legge Severino in quanto sotto processo.

Come sono governate le diverse Regioni

Ecco come sono divise per colore politico le regioni italiane:

Piemonte: Sergio Chiamparino (Centrosinistra)

Valle d’Aosta: Antonio Fosson (Autonomista)

Provincia di Bolzano: Arno Kompatscher (Svp-Lega, Centrodestra)

Provincia di Trento: Massimo Fugatti (Centrodestra)

Friuli Venezia Giulia: Massimiliano Fedriga (Centrodestra)

Lombardia: Attilio Fontana (Centrodestra)

Liguria: Giovanni Toti (Centrodestra)

Veneto: Luca Zaia (Centrodestra)

Emilia-Romagna: Stefano Bonaccini (Centrosinistra)

Toscana: Enrico Rossi (Centrosinistra)

Marche: Luca Ceriscioli (Centrosinistra)

Umbria: Catiuscia Marini (Centrosinistra)

Lazio: Nicola Zingaretti (Centrosinistra)

Abruzzo: Marco Marsilio (Centrodestra)

Campania: Vincenzo De Luca (Centrosinistra)

Basilicata: Marcello Pittella (Centrosinistra, dimissionario)

Molise: Donato Toma (Centrodestra)

Puglia: Michele Emiliano (Centrosinistra)

Calabria: Mario Oliverio (Centrosinistra)

Sicilia: Nello Musumeci (Centrodestra)

Sardegna: Christian Solinas (Centrodestra)

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24