Elezioni Comunali 2018: a Brindisi sarà ballottaggio Cavalera-Rossi

Politica
elezioni_comunali_Fotogramma_3

Dopo un anno di commissariamento, il capoluogo di provincia pugliese è tornato alle urne per scegliere il nuovo sindaco. Al secondo turno si sfideranno il candidato di FI-Udc e quello del centrosinistra unito. RISULTATI - IL LIVEBLOG

La città di Brindisi andrà al ballottaggio per scegliere il prossimo sindaco. Il Comune, uno dei 45 chiamati alle urne in Puglia per le amministrative, dovrà tornare a esprimersi il 24 giugno. Al primo turno, secondo i dati del Viminale, quando sono state scrutinate tutte le 80 sezioni, Roberto Cavalera (candidato di Fi e Udc) è il candidato più votato con il 34,71%. Segue il candidato del centrosinistra Riccardo Rossi, che ha raggiunto il 23,49% e andrà al ballottaggio da cui invece rimane escluso per pochi voti Gianluca Serra del M5s, terzo con il 21,33%. L’affluenza alle urne, alle ore 23, è stata del 60,73% (in calo rispetto al 67,89% della precedente consultazione).

(RISULTATI - TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - Lo speciale di Sky TG24)

Il voto

Gli aventi diritto al voto a Brindisi erano 73.948 e la votazione si è svolta in 80 sezioni elettorali. Il ballottaggio si terrà fra due settimane, il 24 giugno.

I candidati

I candidati in corsa, dopo un anno di commissariamento, erano cinque. Il centrodestra si è presentato diviso al voto dopo le polemiche che hanno caratterizzato la breve amministrazione precedente guidata da Angela Carluccio. La Lega ha candidato l’avvocato Massimo Ciullo, appoggiato anche da Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia, Movimento nazionale per la sovranità e Partito liberale italiano. Roberto Cavalera, invece, è stato sostenuto da Forza Italia, UdC, Brindisi Popolare, Partito Repubblicano Italiano, Idea e Brindisi in Alto. Ferruccio di Noi è candidato per la lista Impegno sociale, sempre si ispirazione di centrodestra. Il centrosinistra, invece, si è presentato unito a Brindisi. Il candidato è Riccardo Rossi, appoggiato dal Partito democratico, Liberi e Uguali e dalle liste civiche Brindisi comune e Ora tocca a noi. Infine il Movimento 5 stelle, che si è presentato ai cittadini candidando per la poltrona di sindaco Gianluca Serra.

Le precedenti elezioni del 2016 e il commissariamento

Nelle precedenti elezioni amministrative, che si sono svolte nel 2016, Angela Carluccio, sostenuta da alcune liste civiche, “Noi Centro” e dalle forze centriste di Direzione Italia, guidata dall’ex ministro Raffaele Fitto, è diventata sindaco con il 51,13% dei voti al ballottaggio, dove aveva sconfitto Fernando Marino, del centrosinistra, che non riuscì ad andare oltre il 48,87%. L’affluenza alle urne fu del 41,46%. Al primo turno, Marino era risultato il più votato con il 32,07% delle preferenze. Mentre la Carluccio, che correva senza l’appoggio di Forza Italia e Fratelli d’Italia, aveva ottenuto il 24,61%. Terzo era arrivato il candidato del M5s con il 19,08%, poi quello della sinistra extra Pd con il 14,08 percento. Gli altri due candidati avevano concluso al di sotto del 10%. Dopo circa un anno delle elezioni la giunta è stata sfiduciata in Consiglio comunale ed è caduta. Brindisi è stata quindi commissariata dal giugno 2017 dopo le dimissioni della sindaca. A reggere il Comune dallo scorso anno, è stato Santi Giuffrè, ex Commissario straordinario del Governo per il Coordinamento antiracket e antiusura.

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24