Salvini rompe con Berlusconi: "Bernini al Senato". Verso asse con M5s

La senatrice rifiuta ma si spacca il centrodestra dopo una giornata di fumate bianche. Il Cavaliere: “Atto ostile, nostro candidato resta Romani”. Lega pronta ad appoggiare nome M5s alla Camera. Le votazioni riprenderanno sabato mattina alle 10.30

1 nuovo post
Con una valanga di schede bianche sono andate a vuoto le prime due votazioni al Senato e le prime tre alla Camera. Il tutto mentre si consuma lo scontro tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini. “Votiamo Bernini al Senato”, dice Salvini annunciando lo strappo. La senatrice rifiuta ma si spacca così il centrodestra. “Usciamo dalla palude, evitiamo l'abbraccio M5s-Pd”, spiega il leader leghista. Ma scoppia l'ira del Cavaliere: “I voti della Lega per Bernini rompono la coalizione, smascherano il progetto di governo M5s-Lega”, contrattacca dopo un vertice con Fi a Palazzo Grazioli.
 
Luigi Di Maio si dice disponibile a votare la Bernini o un "profilo simile". "Vista la disponibilità dei 5stelle a sostenere un candidato del centrodestra alla presidenza del Senato, noi ne appoggeremo uno dei 5stelle alla presidenza Camera" replica Salvini. Il Pd intanto si chiama fuori. Durissimo stamattina l'affondo di Giorgio Napolitano contro i Dem per 'l'auto-esaltazione dei risultati' dei loro governi e la 'drastica' sconfitta elettorale che li ha 'respinti all'opposizione'.
 

La procedura di voto al Senato
Il regolamento prevede che Senato e Camera eleggano i loro presidenti a scrutinio segreto ma con una diversa procedura. A Palazzo Madama l'elezione della seconda carica dello Stato avviene a scrutinio segreto e richiede la  maggioranza assoluta dei voti dei componenti dell'assemblea nei primi due scrutini. Nel caso in cui non ci sia esito positivo, è sufficiente la maggioranza assoluta dei voti dei senatori presenti nel terzo scrutinio. Se nessuno riporta la maggioranza richiesta, il Senato procede nello stesso giorno al ballottaggio fra i due candidati che abbiano ottenuto nel precedente scrutinio il maggior numero di voti, anche per il ruolo di supplente del Capo dello Stato che il presidente del Senato è chiamato a svolgere. A parità di voti è eletto o entra in ballottaggio il più anziano di età.

 

La procedura di voto alla Camera
Alla Camera la seduta è presieduta da Roberto Giachetti, vicepresidente nella scorsa legislatura. Per l'elezione del presidente della Camera, a Montecitorio è richiesta la maggioranza dei due terzi dei componenti nella prima votazione, la maggioranza dei due terzi dei voti nella seconda e la maggioranza assoluta dei voti dopo il terzo scrutinio.

- di Redazione Sky TG24
Questo Liveblog termina qui. Domani a partire dalle 10,30 a Montecitorio inizierà la quarta votazione per l'elezione del presidente della Camera e a Palazzo Madama la terza per eleggere il presidente del Senato (SEGUI IL LIVEBLOG). Sky TG24 HD racconterà l’insediamento del nuovo parlamento con una programmazione dedicata. Seguite tutti gli aggiornamenti anche sul sito SkyTg24.it
- di Redazione Sky TG24

I leader nella prima giornata della XVIII legislatura


 
- di Redazione Sky TG24

Salvini: alla Camera appoggeremo candidato M5s 

 
"Vista la disponibilità dei 5stelle a sostenere un candidato del centrodestra alla presidenza del Senato, noi ne appoggeremo uno dei 5stelle alla presidenza Camera. Aspettiamo di conoscere nomi". Lo afferma in una nota il leader della Lega, Matteo Salvini
- di Redazione Sky TG24

Bernini: indisponibile ad essere candidato di altri

 
 
- di Redazione Sky TG24

Fonti Fi: certa rinuncia Bernini nelle prossime ore 

Fonti di Forza Italia ritengono "certa già nelle prossime ore la rinuncia da parte della senatrice Bernini alla candidatura alla presidenza del Senato fatta da altri partiti come atto ostile nei confronti di Fi e non concordata in alcun modo con la coalizione".
- di Redazione Sky TG24

Elezioni 2018, il dibattito su Twitter influenzato dai bot | Sky TG24

Leggi su Sky Tg24 l’articolo Elezioni 2018, il dibattito su Twitter influenzato dai bot | Sky TG24

 
- di Redazione Sky TG24

Camere: Di Maio, disponibili votare Bernini o profilo simile 

- di Redazione Sky TG24

Camere,  Bernini da Berlusconi a Palazzo Grazioli

Anna Maria Bernini e' giunta da pochi minuti a Palazzo Grazioli per incontrare il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi.

- di Redazione Sky TG24

Camera: terza fumata nera, quarto scrutinio domani alle 10,30

Terza fumata nera per l'elezione del Presidente della Camera. Il quarto scrutinio comincera' domani alle 10,30. Per eleggere il Presidente bastera' la maggioranza assoluta dei votanti.
- di Redazione Sky TG24

Camera: terminato terzo scrutinio, al via lo spoglio

E' terminata anche la terza votazione per l'elezione del presidente della Camera. Ora si procedera' allo spoglio delle schede.
- di Redazione Sky TG24

Senato: durante 2 voto colloqui tra Bernini e senatori M5S

Durante la seconda votazione al Senato sono stati ripetuti i contatti e le conversazioni in Aula della senatrice azzurra Annamaria Bernini con alcuni colleghi del M5S. In particolare, Bernini ha parlato prima con Nicola Morra, Vincenzo Santangelo e Michele Giarrusso, in un clima che dalla tribuna e' apparso molto rilassato. Durante lo spoglio, dopo essere stata a lungo seduta accanto ad Adriano Galliani (Forza Italia), la senatrice si e' alzata ed e' andata di nuovo a conversare con Morra. I due si sono anche scambiati un abbraccio affettuoso.
- di Redazione Sky TG24

Salvini: votato la Bernini al Senato


 
- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24
La senatrice Anna Maria Bernini parla con Nicola Morra (a destra) e alcuni senatori del M5s al termine della seconda votazione in aula del Senato
 
- di Redazione Sky TG24

Camere: M5s non pone veti su Bernini, vertici riflettono

Da parte del M5s è probabile che non ci sia alcun veto alla candidatura di Anna Maria Bernini. Lo si apprende da diverse fonti parlamentari dei 5 stelle, anche se dai vertici del movimento non è giunta ancora alcuna indicazione ufficiale. "E' un problema di metodo, Romani era indagato", spiega un esponente M5s tra i più vicini ai vertici che in questi minuti sono riuniti per decidere la linea. 
- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Giorgetti, Cav? Esagerato, gli abbiamo fatto un favore

"Esagerato, gli abbiamo fatto un favore". Lo dice ai cronisti il capogruppo della Lega alla Camera Giancarlo Giorgetti interpellato sulle parole di Berlusconi che ha definito "un atto di ostilità a freddo" il voto dei leghisti ad Annamaria Bernini al Senato.
- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Toninelli (M5s), Bernini candidato Lega o di Centrodestra?

"Bisogna capire" se quello di Annamaria Bernini e' un nome nuovo della Lega o del Centrodestra. "Non facciamo valutazioni non sapendo che tipo di candidato e'". Lo sottolinea ai cronisti il capogruppo in pectore di M5s al Senato, Danilo Toninelli, a proposito della 'mossa' di Matteo Salvini che stasera ha annunciato pubblicamente che il Carroccio avrebbe scritto il nome della senatrice azzurra nella scheda per l'elezione del presidente di Palazzo Madama.
- di Redazione Sky TG24

Berlusconi, voti Lega a Bernini rompono coalizione. Smaschera progetto governo Lega - M5s
 

- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Salvini, nome centrodestra per evitare abbraccio Pd-M5s

"L'unico modo per evitare l'abbraccio PD-5Stelle per eleggere il Presidente del Senato è scegliere un candidato del centrodestra che abbia il maggior gradimento possibile". Lo sottolinea Matteo Salvini in una nota. "La scelta della Lega, che ha rinunciato ad ogni presidenza e ha indicato la senatrice Bernini di Forza Italia - aggiunge - rappresenta un coraggioso e generoso aiuto alla coalizione per evitare brutti scherzi ed uscire dallo stallo, e un segnale all'Italia perché il Parlamento cominci a lavorare il prima possibile".
- di Redazione Sky TG24
Luigi Di Maio con Roberto Giachetti durante la votazione del Presidente della Camera
 
 
- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Senato: Rosato, non voteremo neanche Bernini

"Noi Paolo Romani non lo votiamo, pur riconoscendo la sua onesta' politica. Non votiamo neanche la Bernini". Lo ha detto Ettore Rosato, capogruppo uscente del Pd alla Camera, rispondendo ai cronisti che gli chiedevano di commentare la proposta di Salvini per far eleggere Annamaria Bernini alla presidenza del Senato. Alla Camera, dove sta iniziando la terza votazione il Pd votara' scheda bianca. 
- di Redazione Sky TG24

Senato: seconda fumata nera su presidenza

Ancora una fumata nera, la seconda, per la votazione del presidente di Palazzo Madama. Questa volta oltre alle schede bianche, sempre numerose, ce ne sono state molte in cui e' stata espressa la preferenza per Anna Maria Bernini, vicecapogruppo di FI nella precedente legislatura. Alcuni voti sono stati dati anche a Napolitano, che ha prontamente ringraziato, e a Emma Bonino.
- di Redazione Sky TG24

Camere:dopo annuncio Salvini, Cav convoca vertici Fi

Dopo l'annuncio del leader della Lega Matteo Salvini di votare a Palazzo Madama Anna Maria Bernini come candidato alla presidenza, Silvio Berlusconi ha deciso di convocare a palazzo Grazioli lo stato maggiore del partito per fare il punto della situazione. La notizia che la Lega avesse deciso di votare l'esponente di Fi, a quanto si apprende, ha lasciato senza parole gli azzurri che al Senato hanno capito solo dentro l'emiciclo che il Carroccio aveva deciso di votare la Bernini. 
- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Senato: Salvini, votato Bernini per vedere se M5s disponibile

 "Per uscire dal pantano, la Lega fa un gesto di responsabilità all'interno del centrodestra perché vogliamo evitare che si perda altro tempo prezioso vogliamo che il Parlamento cominci a lavorare il prima possibile. Non abbiamo chiesto nulla per noi, tanto che pur avendo preso i voti non chiediamo né la presidenza della Camera né quella del Senato, però se tutti rimangono fermi sulle loro posizioni qua si fa notte. Quindi abbiamo scelto al Senato di votare un candidato di Forza Italia per vedere se le altre opposizioni, a partire dai 5 stelle, hanno dei pregiudizi solo sul nome o sono disponibili a ragionare per far partire i lavori del Parlamento". E' quanto ha affermato Matteo Salvini, incontrando la stampa dopo aver votato al Senato. "E' un atto di amore verso il Paese verso il Parlamento e verso il centrodestra. E speriamo che tutti abbiano la stessa responsabilità e facciano, se serve, mezzo passo indietro come abbiamo fatto noi", ha chiarito il segretario leghista. "Abbiamo votato la Bernini. Io ho parlato con il presidente Berlusconi, ho comunicato la scelta al presidente Berlusconi". 
- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Camera: al via terzo scrutinio, richiesti i due terzi dei voti

Al via nell'Aula della Camera la terza votazione per l'elezione del presidente di Montecitorio. Anche in questa votazione e' richiesta la maggioranza dei due terzi dei voti computando tra i voti anche le schede bianche e le schede nulle.
- di Redazione Sky TG24

Senato: Salvini, abbiamo votato Bernini

"Abbiamo votato Bernini". Cosi' Matteo Salvini, parlando con i cronisti. 
- di Redazione Sky TG24
E' scontro tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini mentre si susseguono le fumate nere nell'elezione dei presidenti delle Camere. “Votiamo Bernini al Senato”, dice Salvini annunciando lo strappo. Si spacca così il centrodestra. “Usciamo dalla palude, evitiamo l'abbraccio M5s-Pd”, dice il leader leghista. Ma scoppia l'ira del Cavaliere: “I voti della Lega per Bernini rompono la coalizione, smascherano il progetto di governo M5s-Lega”, contrattacca dopo un vertice con Fi a Palazzo Grazioli.
 
M5S prende tempo
Intanto, i 5Stelle prendono tempo. La decisione sulla strategia arriverà prima della terza votazione al Senato di domani. Il Pd si chiama fuori. Durissimo stamattina l'affondo di Giorgio Napolitano contro i Dem per 'l'auto-esaltazione dei risultati' dei loro governi e la 'drastica' sconfitta elettorale che li ha 'respinti all'opposizione'.
 

La procedura di voto al Senato
Il regolamento prevede che Senato e Camera eleggano i loro presidenti a scrutinio segreto ma con una diversa procedura. A Palazzo Madama l'elezione della seconda carica dello Stato avviene a scrutinio segreto e richiede la  maggioranza assoluta dei voti dei componenti dell'assemblea nei primi due scrutini. Nel caso in cui non ci sia esito positivo, è sufficiente la maggioranza assoluta dei voti dei senatori presenti nel terzo  scrutinio. Se nessuno riporta la maggioranza richiesta, il Senato procede nello  stesso giorno al ballottaggio fra i due candidati che abbiano ottenuto nel precedente scrutinio il maggior numero di voti, anche per il ruolo di supplente del Capo dello Stato che il presidente del Senato è  chiamato a svolgere. A parità di voti è eletto o entra in ballottaggio il più anziano di età.

 

La procedura di voto alla Camera
Alla Camera la seduta è presieduta da Roberto Giachetti, vicepresidente nella scorsa legislatura. Per l'elezione del presidente della Camera, a Montecitorio è richiesta la maggioranza dei due terzi dei componenti nella prima votazione, la maggioranza dei due terzi dei voti nella seconda e la maggioranza assoluta dei voti dopo  il terzo scrutinio.

- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Senato, iniziata la seconda votazione

E' in corso da alcuni minuti la seconda votazione per l'elezione del presidente del Senato. Anche al secondo scrutinio la maggioranza richiesta è di 161 voti. Alla prima votazione di questa mattina, ci sono state 312 schede bianche e 5 voti dispersi.
- di Redazione Sky TG24

Camera: nulla di fatto anche nel secondo scrutinio

Nulla di fatto anche nel secondo scrutinio per l'elezione del presidente della Camera. In attesa dell'ufficialità, ma come gia' accaduto nella prima votazione prevalgono le schede bianche e aumentano i voti singoli dati a diversi deputati, tra cui anche a Roberto Fico, l'esponente del Movimento 5 stelle candidato per i pentastellati a presidente della Camera.
- di Redazione Sky TG24

Nuovo Parlamento: la senatrice ritarda, Napolitano la richiama. VIDEO | Sky TG24

Leggi su Sky Tg24 l’articolo Nuovo Parlamento: la senatrice ritarda, Napolitano la richiama. VIDEO | Sky TG24
- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Camera: terminata seconda votazione, al via spoglio schede

E' terminata nell'Aula della Camera anche la seconda votazione per l'elezione del presidente di Montecitorio. Ora si procede con lo spoglio delle schede che dovrebbe essere rapido visto che praticamente tutti i gruppi stanno votando scheda bianca. La seconda 'chiama, prima di dichiarare terminato il procedimento di voto, e' stata riaperta su richiesta di alcuni deputati che volevano votare: tra questi anche Luigi Di Maio.
- di Redazione Sky TG24
Uno studio della Fondazione Bruno Kessler ha analizzato l’uso di account automatici durante la campagna elettorale. “Sono stati centrali per le interazioni e per la capacità di promuovere singoli hashtag”, affermano i ricercatori

 
- di Redazione Sky TG24

Come si elegge il Presidente del Senato


 
- di Redazione Sky TG24

La senatrice Abate in ritardo, il richiamo di Napolitano: video


 
- di Redazione Sky TG24
Al via la XVIII legislatura con l'insediamento del nuovo Parlamento. Ma è buio sulla trattativa per eleggere i presidenti del Senato e della Camera. Fumata nera nell'Aula sia alla Camera prima che alla seconda votazione. Al Senato dopo la prima votazione. 
 
Napolitano: “Servono rispetto del voto e fiducia nel Colle”
“Servono rispetto del voto e fiducia nel Colle” per il dopo-elezioni, dice intanto Napolitano, aprendo la seduta a Palazzo Madama come senatore anziano. Il risultato delle elezioni “ha mostrato quanto poco avesse convinto l'auto-esaltazione di governi e partiti di maggioranza”, aggiunge. Ma il negoziato tra i partiti è nel caos. M5s rivendica la presidenza di Montecitorio, ma rifiuta di parlarne con Berlusconi e respinge la candidatura Romani al Senato. Salvini punta alla candidatura a premier, ma deve prima tenere unito in centrodestra.
 

La procedura di voto al Senato

Il regolamento prevede che Senato e Camera eleggano i loro presidenti a scrutinio segreto ma con una diversa procedura. A Palazzo Madama l'elezione della seconda carica dello Stato avviene a scrutinio segreto e richiede la  maggioranza assoluta dei voti dei componenti dell'assemblea nei primi due scrutini. Nel caso in cui non ci sia esito positivo, è sufficiente la maggioranza assoluta dei voti dei senatori presenti nel terzo  scrutinio. Se nessuno riporta la maggioranza richiesta, il Senato procede nello  stesso giorno al ballottaggio fra i due candidati che abbiano ottenuto nel precedente scrutinio il maggior numero di voti, anche per il ruolo di supplente del Capo dello Stato che il presidente del Senato è  chiamato a svolgere. A parità di voti è eletto o entra in ballottaggio il più anziano di età.
 

La procedura di voto alla Camera

Alla Camera la seduta è presieduta da Roberto Giachetti, vicepresidente nella scorsa legislatura. Per l'elezione del presidente della Camera, a Montecitorio è richiesta la maggioranza dei due terzi dei componenti nella prima votazione, la maggioranza dei due terzi dei voti nella seconda e la maggioranza assoluta dei voti dopo  il terzo scrutinio.
- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24
La neo senatrice a vita Liliana Segre
 
 
- di Redazione Sky TG24

Camere: rimossi i tre murales nel centro di Roma

Rimossi da una squadra decoro dell'Ama e della polizia municipale tutti e tre i murales apparsi nel centro di Roma in coincidenza con l'avvio della nuova legislatura: in via del Collegio Capranica (il bacio tra Salvini e di Maio); in via dei Pianellari (Giorgia Meloni che tiene in braccio un bambino di colore); in vicolo Savelli (Francesco Totti vestito da san Francesco). Lo conferma la polizia municipale di Roma che ha effettuato il Pics (pronto intervento centro storico) su due murales. Il terzo, quello della Meloni, infatti era già stato rimosso al momento dell'arrivo dei vigili. 
 
- di Redazione Sky TG24

Di Maio, ottimista, io sono sempre ottimista

Ottimista sulle presidenze delle Camere? "Ottimista, io sono sempre ottimista". Si è limitato a queste parole il capo politico M5s, Luigi Di Maio, intercettato dai giornalisti prima della pausa di pranzo. 
- di Redazione Sky TG24

Camera: al via seconda votazione per eleggere presidente

Al via nell'Aula della Camera la seconda votazione per eleggere il presidente. La votazione e' segreta e per schede. Ciascun deputato riceve una scheda e esprime il proprio voto nelle quattro cabine allestite tra il banco della presidenza e quello del governo. Per il secondo e terzo scrutinio il regolamento di Montecitorio prescrive che il quorum si abbassi ai due terzi dei votanti, contando anche le schede bianche. 
- di Redazione Sky TG24
 
- di Redazione Sky TG24

Camera: "assalto" al bancomat, contanti finiti in poche ore

Deputati, giornalisti, funzionari, dipendenti e addetti ai lavori entrano nella piccola saletta di Montecitorio dove sono posizionati i bancomat ed escono dopo pochi secondi riponendo mestamente la tessera magnetica nel portafoglio. "Non va", "sono finiti i soldi" si sente dire. E gia', i due bancomat al piano Aula e' fuori uso. Sul display lampeggia la scritta 'prelievo fuori servizio'.
- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Gentiloni: massima considerazione per parole Napolitano

"Credo che non solo per quello che ha rappresentato, ma per il ruolo che svolge tuttora dobbiamo la massima considerazione alle parole e a quello che dice Napolitano, poi la discussione politica e' aperta". Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni al termine del vertice europeo, rispondendo a chi gli chiedeva un commento sulle parole del presidente emerito, Giorgio Napolitano, in apertura dei lavori del Senato. 
- di Redazione Sky TG24
 
- di Redazione Sky TG24

Camera, M5S vuole oggi 3/o voto, No Fi. Si decide più tardi

Dopo la seconda votazione per l'elezione del nuovo presidente di Montecitorio la capigruppo informale si riunirà di nuovo per valutare se proseguire con la terza votazione già oggi. Nel corso della riunione informale dei capigruppo al termine del primo voto, secondo quanto si apprende, sarebbe stato il Movimento 5 Stelle a premere perché si calendarizzasse subito la terza votazione in giornata, mentre Forza Italia, all'opposto, vorrebbe un solo altro scrutinio oggi. Il nodo è l'allineamento o meno con le votazioni del Senato. Domattina infatti a Palazzo Madama, dove oggi ci sono due scrutini, con il terzo voto si capirà quali saranno i nomi che andranno al ballottaggio del quarto voto. Per il secondo e terzo scrutinio il regolamento di Montecitorio prescrive che il quorum si abbassi ai due terzi dei votanti, contando anche le schede bianche. Per gli eventuali scrutini successivi e' sufficiente invece la maggioranza assoluta dei voti, contando pure in questo caso anche le schede bianche.
- di Redazione Sky TG24

Senato: Renzi a giornalisti, imparate a ignorarmi

"Dovete imparare a ignorarmi. Anche con vostra soddisfazione". Il debutto da senatore è anche la giornata in cui Matteo Renzi rivendica un suo 'diritto all'oblio'. "Non sono io che decido la linea, dovete chiedere a Maurizio Martina", ripete ai giornalisti che lo assediano negli spostamenti dall'Aula alla buvette agli uffici del Partito Democratico. Nessuna concessione all'attualità politica, tanto che a chi gli chiede un commento alla "difficile situazione" che si e' venuta a creare sui presidenti delle Camere, risponde "situazione? quale situazione?". Qualche giorno per lo 'switch' da segretario del partito a senatore, "occorrera' cambiare meccanismo", e poi Renzi si calera' totalmente nel nuovo ruolo, con un incarico "forse in commissione Difesa, forse in commissione Cultura, sto valutando".
- di Redazione Sky TG24

Gentiloni, non vedo allarme Italia sui mercati

"Non vedo un allarme Italia per la stabilità dei mercati o lo spread. Vedo la consapevolezza che la convergenza nella zona euro e il lavoro fatto dai governi italiani in questi anni garantiscono una certa stabilità": lo ha detto il premier Paolo Gentiloni al termine del vertice europeo. "Non vuol dire che la situazione sia eterna e immutabile e quindi c'è un impegno da parte di tutte le forze parlamentari di concorrere a una soluzione della crisi", ha aggiunto.
- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Senato: prima votazione fumata nera

Fumata nera per questa prima votazione per l'elezione del presidente del Senato. Le schede bianche sino ad ora sono oltre 300 e ci sono state solo poche schede con dei nomi: una con su scritto Fabio Di Micco, una con Napolitano, una con Romani e una con Bonino.
- di Redazione Sky TG24

Camera: secondo scrutinio per presidente alle 15,30

Il secondo scrutinio per l'elezione del presidente della Camera inizierà alle 15,30. Lo ha confermato in Aula il presidente provvisorio di Montecitorio, Roberto Giachetti. 
- di Redazione Sky TG24
Matteo Salvini e Gian Marco Centinaio nell'aula di palazzo Madama durante la prima votazione per il nuovo presidente del Senato
 
- di Redazione Sky TG24

Senato: Salvini vota ed esce da aula, vota anche Segre

Matteo Salvini ha votato per la prima chiama al Senato ed e' poi uscito quasi subito dall'Aula. Non si e' incrociato con Matteo Renzi che aveva votato poco prima - si va in ordine alfabetico - ed era a sua volta uscito dall'emiciclo. Ha votato anche la neo senatrice a vita Liliana Segre, che ha conversato a lungo seduta vicino all'altro senatore a vita Mario Monti.
- di Redazione Sky TG24
Al via la XVIII legislatura con l'insediamento del nuovo Parlamento. Ma è buio sulla trattativa per eleggere i presidenti del Senato e della Camera. Fumata nera nell'Aula sia alla Camera che al Senato alla prima votazione. Tutti i gruppi parlamentari hanno deciso infatti di votare scheda bianca nelle prime due votazioni.
 
Napolitano: “Servono rispetto del voto e fiducia nel Colle”
“Servono rispetto del voto e fiducia nel Colle” per il dopo-elezioni, dice intanto Napolitano, aprendo la seduta a Palazzo Madama come senatore anziano. Il risultato delle elezioni “ha mostrato quanto poco avesse convinto l'auto-esaltazione di governi e partiti di maggioranza”, aggiunge. Ma il negoziato tra i partiti è nel caos. M5s rivendica la presidenza di Montecitorio, ma rifiuta di parlarne con Berlusconi e respinge la candidatura Romani al Senato. Salvini punta alla candidatura a premier, ma deve prima tenere unito in centrodestra.
 

La procedura di voto al Senato

Il regolamento prevede che Senato e Camera eleggano i loro presidenti a scrutinio segreto ma con una diversa procedura. A Palazzo Madama l'elezione della seconda carica dello Stato avviene a scrutinio segreto e richiede la  maggioranza assoluta dei voti dei componenti dell'assemblea nei primi due scrutini. Nel caso in cui non ci sia esito positivo, è sufficiente la maggioranza assoluta dei voti dei senatori presenti nel terzo  scrutinio. Se nessuno riporta la maggioranza richiesta, il Senato procede nello  stesso giorno al ballottaggio fra i due candidati che abbiano ottenuto nel precedente scrutinio il maggior numero di voti, anche per il ruolo di supplente del Capo dello Stato che il presidente del Senato è  chiamato a svolgere. A parità di voti è eletto o entra in ballottaggio il più anziano di età.
 

La procedura di voto alla Camera

Alla Camera la seduta è presieduta da Roberto Giachetti, vicepresidente nella scorsa legislatura. Per l'elezione del presidente della Camera, a Montecitorio è richiesta la maggioranza dei due terzi dei componenti nella prima votazione, la maggioranza dei due terzi dei voti nella seconda e la maggioranza assoluta dei voti dopo  il terzo scrutinio.
- di Redazione Sky TG24

Camera: Brunetta, Berlusconi non eletto? Non mi pare Grillo lo sia

"I leader individuano le personalità per presiedere Camera e Senato, se c'è qualcuno che non vuole sedersi al tavolo è un problema loro. Berlusconi non è eletto? Perché Grillo cosa faceva nella passata legislatura, non mi pare fosse eletto. Il problema è politico poi se uno vuole può arrampicarsi sugli specchi. Chiediamo che lo scrutunio alla Camera e al Senato sia contemporaneo per una questione di correttezza in maniera da conoscere in diretta". Lo ha detto il capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta.
- di Redazione Sky TG24

Salvini arriva in Aula al Senato

Arriva anche Matteo Salvini, nell'aula di Palazzo Madama. Il leader della Lega, assente al discorso di apertura della legislatura fatto da Giorgio Napolitano e alle prese con le complicate trattative sui nomi per le presidenze, ha fatto il proprio ingresso nell'emiciclo. Prima di prendere posto tra i suoi ed essere salutato con entusiasmo, Salvini e' rimasto a lungo in piedi impegnato in
una telefonata al cellulare, a lato del banco della presidenza.
- di Redazione Sky TG24

Fumata nera alla prima votazione alla Camera

Fumata nera nell'Aula della Camera alla prima votazione per eleggere il presidente. Nessuno ha raggiunto la maggioranza dei due terzi dei componenti l'Assemblea, ovvero 420 voti, richiesta al primo scrutinio. Servirà  una nuova votazione. Per il secondo e terzo scrutinio il regolamento abbassa il quorum ai 2/3 dei votanti, contando anche le schede bianche. 
- di Redazione Sky TG24

E' iniziata la prima votazione al Senato

E' iniziata nell'Aula del Senato la prima votazione a scrutinio segreto per l'elezione del nuovo presidente. Il risultato è atteso per il pomeriggio, ma si prevede una fumata nera. Il Movimento 5 stelle, Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e Leu hanno infatti annunciato chevoteranno scheda bianca.
 
- di Redazione Sky TG24

Di Maio: "Non vogliamo scontro"


 
 
- di Redazione Sky TG24

Casini: "Realtà è che nessuno ha vinto le elezioni"


 
 
- di Redazione Sky TG24
  

La replica di Laura Boldrini al tweet di Matteo Salvini

- di Redazione Sky TG24

Terminata prima votazione alla Camera

E' terminata nell'Aula della Camera la prima  votazione per eleggere il presidente. Si procede ora allo spoglio, che è pubblico ed avviene in Aula. Le schede vengono lette una ad una dal presidente provvisorio Roberto Giachetti. Nel primo scrutinio perché ci sia la 'fumata bianca' è chiesta la maggioranza dei due terzi dei componenti l'Assemblea, ovvero 420 voti: obiettivo che al momento appare impossibile da raggiungere. 
- di Redazione Sky TG24
 

Elezioni 2018, il dibattito su Twitter influenzato dai bot | Sky TG24

Leggi su Sky Tg24 l’articolo Elezioni 2018, il dibattito su Twitter influenzato dai bot | Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Di Maio: "Sentito Salvini e Martina, troveremo soluzione" 

"Ho sentito più  volte al telefono in questi giorni Maurizio Martina per il Pd e Matteo Salvini per la Lega e sono sicuro che troveremo una soluzione". Lo ha detto Luigi Di Maio nel corso dell'assemblea congiunta dei 5 stelle.
 
- di Redazione Sky TG24

Vertice a Palazzo Grazioli

E' previsto alle 13:30 a palazzo Grazioli una riunione tra Silvio Berlusconi e lo stato maggiore di Forza Italia. L'incontro servirà per fare il punto sul nodo delle presidenze di Camera e Senato.
- di Redazione Sky TG24

Boschi: "Ricominciamo dai banchi dell'opposizione"

- di Redazione Sky TG24

Brunetta: "Da terza votazione Fi voterà Romani"

Oggi al Senato ci saranno due votazioni a scheda bianca, dalla terza votazione noi votiamo Romani, che e' il nostro candidato ma anche di tutto il centrodestra unito, di Forza Italia, della Lega e di Fratelli d'Italia, come e' stato ulteriormente ribadito ieri sera. Con il ballottaggio ci sono grandi grandi possibilità che nel pomeriggio di domani avremo il presidente del Senato nella figura di Paolo Romani". Cosi' il capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta, conversando con i cronisti a Montecitorio.
- di Redazione Sky TG24

Salvini: "Murales del bacio? Bruttino"

"Quella è l'opera d'arte? è bruttina. Ho altre preferenze...". Lo ha detto, sorridendo, il leader della Lega Matteo Salvini commentando a Roma il murales che lo raffigura mentre si bacia con Luigi Di Maio. Il murales è stato poi rimosso dagli uomini del nucleo decoro urbano dell'Ama. Sul posto anche gli agenti polizia locale.
 
- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24
 
- di Redazione Sky TG24

Ravetto in Aula con neonata

Anche un bebè alla seduta di apertura della diciottesima legislatura della Camera: Laura Ravetto, deputata di Forza Italia, e' infatti giunta a Montecitorio con la bimba di poche settimane, ancora bisognosa di allattamento. Clarissa Delfina, questo e' il nome della bimba, e' figlia di Ravetto e dell'ex deputato del Pd Dario Ginefra. 
- di Redazione Sky TG24

Anche Romani a incontro con M5S

C'è anche Paolo Romani all'incontro dei capigruppo con M5s per discutere di presidenze delle Camere. Il candidato FI alla presidenza del Senato è giunto alla riunione insieme a Renato Brunetta. 
- di Redazione Sky TG24

Standing ovation per Liliana Segre

La senatrice a vita Liliana Segre ha  ricevuto una standing ovation da tutta l'aula del Senato quando il  presidente provvisorio Giorgio Napolitano ha comunicato all'aula in  avvio della XVIII legislatura l'avvenuta nomina da parte del  Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
 
- di Redazione Sky TG24

I presidenti della Camera fino a oggi

 
- di Redazione Sky TG24

Quasi tutti i gruppi verso scheda bianca

Si va verso una fumata nera nelle prime votazioni per l'elezione dei nuovi presidenti di Camera e Senato. Nei primi due scrutini, che si svolgeranno oggi, praticamente tutti i gruppi voteranno scheda bianca. Quindi e' pressoche' scontato un nulla di fatto. Hanno annunciato che voteranno scheda bianca M5s, Forza Italia, Lega, FdI, Pd e Leu.
- di Redazione Sky TG24

Napolitano: "Voto spartiacque a favore movimenti"

"Sulla scena politica nazionale il voto del 4 marzo ha determinato un netto spartiacque, a inequivocabile vantaggio dei movimenti e delle coalizioni che hanno compiuto un balzo in avanti clamoroso nel consenso degli elettori e che quindi di fatto sono oggi candidati a governare il paese". Lo ha detto Giorgio Napolitano, nella veste di Presidente del Senato, aprendo la Seduta di Palazzo Madama. "Il partito che nella scorsa legislatura aveva guidato tre governi ha subito una drastica sconfitta ed è stato respinto all'opposizione".  I comportamenti elettorali, ha detto inoltre il presidente emerito, "hanno mostrato quanto poco avesse convinto l'auto-esaltazione dei risultati ottenuti negli ultimi anni da governi e da partiti di maggioranza". 
- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

Napolitano:"Voto ha bocciato autoesaltazione governi"

 

 
 
 
- di Redazione Sky TG24

Napolitano: "A Mattarella nostra fiducia e stima"

"Per aprire, nell'attuale scenario, nuove prospettive al Paese sono insieme essenziali il rispetto della volontà popolare e il rispetto delle prerogative del Presidente della Repubblica, al quale rivolgo a nome di voi tutti l'espressione calorosa della nostra stima e fiducia". Lo ha detto il presidente emerito Giorgio Napolitano nel suo intervento in Senato, con un passaggio sottolineato dall'applauso dell'Aula. 
- di Redazione Sky TG24

Il tweet dell'account satirico le frasi di Osho

 
- di Redazione Sky TG24

Anche Lega verso scheda bianca

Anche la Lega, come il Pd e il Movimento 5 stelle, dovrebbe dare indicazione di votare scheda bianca nella prima votazione per l'elezione dei presidenti delle Camere. A meno di stravolgimenti dell'ultimo minuto è questo l'orientamento che emerge dal gruppo.
- di Redazione Sky TG24

Di Maio: "No a Nazareno bis"

"Io un Nazareno bis non lo farò mai, non porterò mai il M5S a fare una cosa del genere". Lo afferma, a quanto si apprende, il capo politico M5S Luigi Di Maio arrivato all'assemblea dei gruppi congiunti del Movimento.
- di Redazione Sky TG24

Martina: "Groviglio si complica,ora nomi di garanzia"

"C'è una situazione di impasse conclamata, determinata da M5s e centrodestra. Il metodo di lavoro usato fin qui e' chiaramente insufficiente. Nessuno si assume la responsabilità piena e invece giocano sui tatticismi, così il groviglio anzichè districarsi si complica. Il Pd ha fatto bene a tenere la sua posizione: vogliamo garantire figure di garanzia e di livello". Lo dice il reggente Pd Maurizio Martina all'assemblea dei gruppi Pd. "Chi ha vinto non ha capito l'importanza delle scelte che siamo chiamati a fare". 
     
- di Redazione Sky TG24

Roma, Salvini bacia Di Maio in un murales vicino al Parlamento | Sky TG24

Leggi su Sky Tg24 l’articolo Roma, Salvini bacia Di Maio in un murales vicino al Parlamento | Sky TG24
- di Redazione Sky TG24
 

Orlando: "Pd deve incidere"

- di Redazione Sky TG24

La carta di identità del nuovo Parlamento


 
- di Redazione Sky TG24

Un altro murales di Tvboy comparso oggi a Roma, protagonista Giorgia Meloni

 
- di Redazione Sky TG24

Pd e M5S votano scheda bianca

Il Partito democratico voterà oggi scheda bianca nelle prime due votazioni per le presidenze di Senato e Camera. Lo conferma Ettore Rosato. Stessa linea, alle prime due votazioni, anche per il Movimento 5 Stelle.
- di Redazione Sky TG24

Il murales comparso nel centro di Roma, condiviso su Twitter dall'account dell'artista di strada Tvboy

- di Redazione Sky TG24
- di Redazione Sky TG24

A Roma murales con Salvini e Di Maio che si baciano

Nel giorno in cui prende il via la 18esima legislatura un murales con l'immagine di Luigi di Maio e Matteo Salvini che si baciano è spuntato in via del Collegio Capranica, al centro di Roma. Sul posto i carabinieri. Il disegno ricorda il famoso murales di Berlino che a sua volta si ispira alla celebre foto del bacio fraterno socialista tra Erich Honecker e Leonid Brezhnev durante i festeggiamenti del 30  anniversario della Repubblica democratica tedesca della Germania Est nel 1979.
 
- di Redazione Sky TG24

Politica: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24