Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Coronavirus Sicilia: 1164 positivi, ricoverati in calo. DIRETTA

Contagi contenuti in Sicilia, aumentano terapie intensive

12' di lettura

I positivi sono 159 in più rispetto a ieri, ma si registra un calo dei ricoverati e delle persone in terapia intensiva. Dall'inizio dei controlli, i tamponi validati dai laboratori regionali di riferimento sono 9.658

In Sicilia, fino alle 12 di oggi, sono in totale 1.164 le persone trovate positive al Coronavirus fino a ora, 159 in più rispetto a ieri ma con un calo dei ricoverati e delle persone in terapia intensiva, secondo quanto comunicato dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale. Intanto in giornata Cateno De Luca, il sindaco di Messina, è stato denunciato per vilipendio. La decisione, informa il Viminale, è stata assunta dal ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, "a seguito delle parole gravemente offensive, e lesive dell'immagine per l'intera istituzione che lei rappresenta, pronunciate pubblicamente e con toni minacciosi e volgari". Sempre a Messina sono stati "trasferiti tutti gli altri anziani positivi della casa di riposo 'Come d'Incanto' nelle diverse strutture sanitarie della città. In tutto sono complessivamente 62 gli anziani positivi. Una purtroppo è deceduta, gli altri otto sono stati portati in un altra Casa di riposo Rsa a Messina". Lo ha comunicato l'assessore regionale alla salute Ruggero Razza. Nel frattempo stamattina è stato comuniacto che "l'ospedale di Cefalù non sarà interamente Covid, ma manterrà le sue attività. Faremo la nostra parte, con i nostri professionisti, come è giusto che sia per stare accanto e dare risposte a tutti i pazienti che avranno bisogno di cure". Lo ha detto il presidente della Fondazione Giglio, Giovanni Albano, anticipando che la Fondazione "si sta già preparando nell'eventuale gestione di pazienti Covid". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:42 - Positivo un carabiniere a Palermo

Un carabiniere in servizio al Nucleo operativo di piazza Verdi, presso il Comando provinciale, è risultato positivo al Coronavirus e si trova all'ospedale Cervello. Nelle scorse settimane infatti l'uomo sarebbe entrato in contatto con uno degli otto ufficiali colpiti dal Covid-19. E ora anche un collega di reparto, dopo i primi lievi sintomi, è stato messo in quarantena su disposizione dell'infermeria dell'Arma.

18:37 - Dal 30 marzo riapre il mercato ortofrutticolo di Palermo

Dal 30 marzo il mercato ortofrutticolo di Palermo riaprirà i battenti per la vendita dei prodotti. Lo ha disposto il sindaco Leoluca Orlando dopo che aveva sospeso le attività per permettere l'adeguamento delle procedure alle prescrizioni per il contrasto del Coronavirus. Sabato mattina si riprenderà con la consegna dei prodotti ortofrutticoli ai concessionari, per la successiva vendita a partire da lunedì mattina. Lo riferisce una nota da Palazzo delle Aquile. Da lunedì, il mercato entrerà a regime secondo il nuovo sistema implementato dal Comune che conferma la netta separazione fra le due fasi di scarico e vendita delle derrate ed introduce un contingentamento degli accessi previa registrazione-prenotazione e rilascio di un codice univoco di accesso all'area che sarà verificato dagli addetti alla vigilanza (guardie giurate comunali del Coime) supportati dalla Polizia municipale e dalle altre forze dell'Ordine.

18:32 - Palermo, in 15 tentano di saccheggiare supermercato: intervengono polizia e carabinieri

Un tentativo di saccheggio da parte di alcune persone ha creato il panico in un grande supermercato Lidl, a Palermo. Un gruppo di persone avrebbe riempito i carrelli della spesa per poi cercare di uscire senza pagare la merce: "Non abbiamo soldi e non vogliamo pagare". Sul posto sono intervenuti polizia e carabinieri. "Lidl Italia conferma che nel tardo pomeriggio - si legge in una nota dell'azienda -, una quindicina di persone sono entrate nel nostro punto vendita di Palermo via della Regione siciliana con l'intenzione di non pagare la spesa appena effettuata. Sono state quindi chiamate le forze dell'ordine che sono prontamente intervenute a garanzia della sicurezza e salvaguardia dell'incolumità sia dei nostri collaboratori che dei clienti presenti in quel momento in punto vendita. Comprendiamo il difficile momento che l'intero Paese sta vivendo e ringraziamo le autorità per il pronto intervento odierno".

18:06 - Una donna positiva a Lampedusa

Una lampedusana - rientrata da Milano il 10 marzo scorso - è risultata positiva al Covid-19. Negativo invece l'esito del tampone al quale è stato sottoposto l'uomo che era con lei. "La donna ha una sintomatologia molto blanda. Era praticamente alla fine della quarantena - ha confermato il sindaco Totò Martello -. Da quando è rientrata sull'isola non ha avuto contatti, mettendosi in isolamento e rispettando tutte le prescrizioni".

16:14 - Sindaco di Messina: "Mi difenderò nelle sedi opportune"

"Signor ministro io la denuncia me la prendo perché mi darà modo di difendermi nelle sedi opportune", "lei faccia il suo mestiere, che io faccio il mio". Con queste parole il sindaco di Messina, Cateno De Luca, in un video pubblicato su Facebook ha commentato la denuncia per vilipendio del ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese. "Le prove ci sono - aggiunge - perché il 23 marzo sullo Stretto le forze dell'ordine hanno denunciato 10 persone su tre auto non in regola dopo che erano stati fatti i presunti controlli a Villa San Giovanni prima dell'imbarco. Se è un avvertimento per il sottoscritto - sostiene - guardi ne prendo atto, ma vado avanti. Non mi fermo, perché non è pensabile che chi sta sopra le nostre teste possa continuare a dileggiare i Comuni, i sindaci e la popolazione. Nel comunicato stampa che lei ha fatto il 23 marzo sera ha dichiarato il falso, e mi assumo la responsabilità anche di questo, dicendo che nello Stretto di Messina era tutto a posto, con 10 denunce e la fila di auto dalla mattina a Villa San Giovanni...".

14:43 - Un morto all'ospedale Civico di Palermo

Un uomo di 55 anni è morto nel reparto di Terapia intensiva dell'ospedale Civico di Palermo dopo essere risultato positivo. A quanto si apprende, aveva problemi respiratori accentuati dall'asma. Anche la compagna della vittima, risultata anche lei contagiata, è ricoverata, ma all'ospedale Cervello.

14:31 - Due persone decedute al policlinico di Messina

Due uomini di 74 e 90 anni sono deceduti presso il Policlinico "G. Martino" di Messina per insufficienza cardiorespiratoria. I pazienti, affetti da altre patologie, erano risultati positivi. Le due vittime erano tra gli ospiti della casa di riposo "Come d'incanto". In tutto dall'inizio dei contagi cinque i morti a Messina.

14:19 - In Sicilia 1.164 contagiati

In Sicilia sono 1.164 le persone trovate positive al Coronavirus fino ad ora, 159 in più rispetto a ieri ma con un calo dei ricoverati e delle persone in terapia intensiva. Trentasei i guariti e 33 i deceduti. Questo il quadro riepilogativo della situazione nell'Isola, aggiornato alle ore 12 di oggi, così come comunicato dalla Regione Siciliana all'Unità di crisi nazionale. Dall'inizio dei controlli, i tamponi validati dai laboratori regionali di riferimento sono 9.658. Questa la divisione degli attuali positivi nelle varie province: Agrigento, 52; Caltanissetta, 48; Catania, 321; Enna, 126; Messina, 212; Palermo, 197; Ragusa, 27; Siracusa, 63; Trapani, 49.

14:08 - Sindaco di Messina denunciato dal ministero degli Interni per vilipendio

I comportamenti tenuti dal sindaco di Messina sono stati segnalati all'autorità giudiziaria "perché censurabili sotto il profilo della violazione dell'articolo 290 del Codice penale (Vilipendio della Repubblica, delle Istituzioni costituzionali e delle Forze armate)". La decisione, informa il Viminale, è stata assunta dal ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, "a seguito delle parole gravemente offensive, e lesive dell'immagine per l'intera istituzione che lei rappresenta, pronunciate pubblicamente e con toni minacciosi e volgari".
"Proprio in una fase emergenziale in cui dovrebbe prevalere il senso di solidarietà e lo spirito di leale collaborazione - sottolinea il Viminale - le insistenti espressioni di offesa e di disprezzo, ripetute per giorni davanti ai media da parte del primo cittadino di Messina all'indirizzo del ministero dell'Interno, appaiono inaccettabili, e quindi censurabili sotto il profilo penale, per il rispetto che è dovuto da tutti i cittadini - e a maggior ragione da chi riveste una funzione pubblica anche indossando la fascia tricolore - alle istituzioni repubblicane e ai suoi rappresentanti".

13:48 - Teatro Libero di Palermo in scena sui social

Il Teatro Libero di Palermo avvia un progetto di resistenza e resilienza teatrale attraverso i propri canali social. "Un programma che interseca la storia, la cultura e la nostra produzione per tenere compagnia, far riflettere e mantenere vivo il contatto con il proprio pubblico in questi giorni di quarantena dovuti all'emergenza Covid-19", afferma Luca Mazzone, direttore del teatro. Già da qualche giorno è fruibile il #glossario che coniuga parole per attraversare l'esperienza teatrale, poi sarà la volta delle #videomemorie, pezzi di spettacoli, incontri con gli artisti, testimonianze, che costituiscono parte del ricco archivio del Teatro. E nella prima videomemoria sarà protagonista Enzo Moscato, drammaturgo della scena contemporanea italiana.

13:28 - Evacuata una casa di riposo a Messina

"Oggi abbiamo trasferito tutti gli altri anziani positivi della casa di riposo 'Come d'Incanto' di Messina nelle diverse strutture sanitarie della città, in tutto sono complessivamente 62 gli anziani positivi. Una purtroppo è deceduta, gli altri 8 sono stati portati in un altra Casa di riposo Rsa a Messina". Lo ha comunicato l'assessore regionale alla salute Ruggero Razza che oggi ha compiuto un sopralluogo nella casa di riposo dove è avvenuto il trasferimento di tutti gli anziani e degli operatori. Questi ultimi, quasi tutti positivi, si trovano in quarantena nelle loro abitazioni.
L'assessore regionale alla Salute ha ricostruito tutti gli interventi che sono stati attuati dopo le segnalazioni dei primi casi. "Da almeno 72 ore era in corso la procedura sanitaria che ha previsto l'accertamento mediante il tampone di tutti gli ospiti della casa di riposo e dei lavoratori secondo un fattore di complessità crescente; nel senso che prima sono stati individuati i sintomatici, poi quando è stato individuato un possibile focolaio e quindi un cluster territoriale si è proceduto ad un esame su tutti".

12:52 - Enna, tamponi anche all'ospedale di Piazza Armerina

Il laboratorio del presidio ospedaliero Chiello di Piazza Armerina è stato autorizzato ad eseguire i tamponi. A darne notizia il Dipartimento regionale per le Attività sanitarie e osservatorio epidemiologico dell'assessorato alla Salute che ha autorizzato il direttore generale dell'Asp di Enna, Francesco Iudica, ad attivare il laboratorio al 'Chiello' di Piazza Armerina. Il laboratorio opererà secondo la procedura prevista dalle linee guida nazionali e in raccordo con la metodologia certificata dei cinque laboratori di riferimento regionale.

12:39 - A Lampedusa gel igienizzante "fai da te" gratis

A Lampedusa, grazie all'iniziativa di una farmacia e di un supermercato, è partita una piccola produzione "fai da te" di disinfettante per mani da distribuire gratuitamente ai cittadini. "Da quando è iniziata l'emergenza Coronavirus si sono velocemente esaurite le scorte di alcol etilico al 98%, che normalmente si usa per la preparazione di prodotti da parte delle farmacie - spiega Giuseppe Tripolino, uno dei titolari della farmacia - ma il ministero della Salute ha disposto che in questo periodo possa essere utilizzato, con le adeguate proporzioni di dosaggio, anche l'alcol alimentare al 95%". Così un supermercato della zona ha fornito gratuitamente il prodotto.

12:37 - Falsi gel igienizzanti in farmacie

Venduti come prodotti igienizzante in realtà erano dei normali saponi senza alcuna azione disinfettante. Sono i flaconi, prodotti da un'azienda del Ragusano, trovati dalla guardia di finanza di Catania in due farmacie della città. Le fiamme gialle hanno anche sequestrato a un edicolante, che le vendeva, 18 mascheri prodotte artigianalmente da lui. 

12:17 - Nove in una taverna a Palermo, denunciati

Nove persone sono state sorprese dalle forze dell'ordine, a Palermo, mentre giocavano a carte e bevevano in una taverna in via Antinori nel quartiere Zisa. I nove, di età compresa tra i 36 e 75 anni, che non hanno rispettato le norme del governo, sono stati denunciati per la violazione dell'articolo 650 codice penale. 

12:12 - 13 vigili del fuoco di Catania in quarantena

Tredici vigili del fuoco di Catania si trovano in quarantena nelle loro abitazioni dopo che nei giorni scorsi due loro colleghi sono risultati positivi al Coronavirus.

11:58 - Farmaco anti-artrite per 4 pazienti di Enna

Quattro pazienti affetti da Covid19 e ricoverati nell'ospedale 'Umberto I' di Enna sono trattati da ieri con il farmaco anti-artrite, arrivato dopo la richiesta inoltrata al centro sperimentatore. "I quattro pazienti - si legge in una nota dell'Asp di Enna - hanno i requisiti richiesti dalla sperimentazione in corso". L'unità di crisi dell'Asp di Enna ha richiesto l'impiego del farmaco per altri tre pazienti. La sperimentazione del farmaco è promossa dall'istituto nazionale per lo studio e la cura dei tumori di Napoli in collaborazione con altri centri.

11:39 - Quattro posti in terapia intensiva in ospedale di Nicosia

Attivati quattro posti letto di terapia intensiva nell'ospedale Basilotta di Nicosia, in provincia di Enna. Ne dà notizia la direzione dell'Asp di Enna che "ringrazia gli operatori sanitari e le istituzioni che hanno contribuito all'attivazione del reparto ad alta valenza sanitaria nel momento attuale di grave congiuntura epidemiologica per la diffusione del Covid19".

10:54 - Trasferiti in ospedale i 28 anziani positivi della casa di cura

Sono 28 gli anziani ospiti della casa di riposo Come d'incanto di Messina risultati positivi al Coronavirus. Per tutti loro è stato disposto il trasferimento in una struttura ospedaliera. La misura si è resa necessaria trattandosi di persone fragili. Gli altri ospiti, invece, verranno indirizzati in altre strutture con personale di assistenza assicurato dalle autorità sanitarie. Lo rende noto la direzione aziendale del Policlinico di Messina.  

10:23 - Donati due ventilatori all'ospedale Modica

Una coppia di Novara, che da tempo risiede a Rosolini, nel Siracusano, ha donato all'ospedale 'Maggiore' di Modica due ventilatori polmonari. Il direttore sanitario dell'ospedale modicano Piero Bonomo ha detto che "la donazione va nel senso di dare risposte efficaci ad uno dei problemi maggiormente critici di questo momento: la carenza di macchinari nelle strutture ospedaliere”.

7:03 - L'ospedale di Cefalù accoglierà i pazienti

"L'ospedale di Cefalù non sarà interamente Covid, ma manterrà le sue attività. Faremo la nostra parte, con i nostri professionisti, come è giusto che sia per stare accanto e dare risposte a tutti i pazienti che avranno bisogno di cure". Lo ha detto il presidente della Fondazione Giglio, Giovanni Albano, anticipando che la Fondazione "si sta già preparando nell'eventuale gestione di pazienti Covid. Abbiamo creato un'area di degenza, al terzo piano, di 40 posti letto che in una fase emergenziale potrà arrivare a 90 posti ed è stato completato il nuovo reparto di terapia intensiva con il passaggio da quattro posti letto a nove e una terapia sub intensiva con quattro posti di degenza".

Data ultima modifica 26 marzo 2020 ore 19:01

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"