Gran Bretagna, fermato a Londra l'oligarca russo Mikhail Fridman

Mondo

Il miliardario, critico sulla guerra in Ucraina voluta da Putin, è stato arrestato l'1 dicembre e successivamente è stato rilasciato su cauzione. È accusato di riciclaggio, cospirazione per frodare il Ministero dell'Interno e cospirazione per falsa testimonianza

ascolta articolo

La National Crime Agency of Great Britain (Nca) ha arrestato il miliardario russo Mikhail Fridman con l'accusa di riciclaggio di denaro e successivamente lo ha rilasciato su cauzione. Lo riporta la Pravda Ucraina, aggiungendo che fra le altre accuse, la Nca attribuisce a Fridman anche quella di cospirazione per frodare il Ministero dell'Interno e cospirazione per falsa testimonianza" (GUERRA IN UCRAINA, SEGUI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE).

L'arresto l'1 dicembre nella sua residenza a Londra

Fridman, 58 anni, è stato arrestato il 1 dicembre nella sua residenza multimilionaria a Londra. Anche altre due persone sono state arrestate: un uomo di 35 anni, con l'accusa di riciclaggio di denaro e ostacolo a un ufficiale della Nca, fermato mentre usciva di casa con una borsa che conteneva migliaia di sterline in contanti. E un altro uomo di 39 anni, fermato nella sua abitazione di Pimlico, Londra, con l'accusa di riciclaggio di denaro e associazione a delinquere finalizzata alla frode.

Nell'operazione coinvolti più di 50 agenti

Più di 50 agenti sono stati coinvolti nell'operazione nella casa londinese dell'uomo d'affari. Numerosi dispositivi digitali e una notevole quantità di denaro contante sono stati sequestrati a seguito di perquisizioni effettuate dagli investigatori. Tutti e tre gli uomini sono stati interrogati dalla Nca e rilasciati su cauzione.

 

Chi è l'oligarca russo Mikhail Fridman

leggi anche

Portofino, sequestrata Villa Altachiara a un oligarca russo

Fridman, nato e vissuto a Leopoli fino a 17 anni per poi trasferirsi in Russia, è stato membro di numerosi organismi pubblici, tra cui l'Unione russa degli industriali e degli imprenditori e il Council on Foreign Relations. Il miliardario, nato in Ucraina, è co-fondatore di LetterOne, una società di investimento internazionale con sede in Lussemburgo, di Alfa Group, e di Alfa-Bank, una delle più grandi banche private russe. Tra gli oligarchi russi, è stato il primo a esprimere contrarietà verso la guerra contro l'Ucraina. 

Un patrimonio di 15 miliardi 

Secondo Forbes, era il settimo russo più ricco nel 2017, sceso poi all'11esimo posto nel 2020. Il suo patrimonio è stimato di circa 15 miliardi ed è stato colpito dalle sanzioni decise contro la Russia il 15 marzo. E' stato uno dei primi oligarchi russi a prendere le distanze dalla guerra. In una lettera al suo staff, riportata dal Financial Times, Fridman affermò: "Non faccio dichiarazioni politiche, sono un uomo d'affari con responsabilità nei confronti delle mie migliaia di dipendenti in Russia e Ucraina. Sono convinto però che la guerra non potrà mai essere la risposta. Questa crisi costerà vite e danneggerà due nazioni che sono affratellate da centinaia di anni".

Mondo: I più letti