Il New York Times pubblica le intercettazioni dei soldati russi: "Putin è un pazzo"

Mondo

Il quotidiano americano ha pubblicato un articolo con presunte conversazioni intercettate di soldati russi impegnati nella guerra in Ucraina. Dai colloqui emergono frustrazione e pessimismo sull'andamento del conflitto

ascolta articolo

Molti confessano di aver catturato e ucciso civili in Ucraina, ammettono apertamente di aver razziato case e negozi, promettono di voler cessare i loro contratti militari. Sarebbero le intercettazioni dei soldati russi impegnati nel conflitto in Russia e pubblicate sul New York Times.  "Mamma, questa è la più stupida decisione che il nostro governo abbia mai preso", Putin "ha sbagliato gravemente", confida Serghiei alla madre. "Vogliono solo ingannare la gente in tv, dicendo 'tutto va bene, c'è solo un'operazione speciale' ma in realtà è una vera dannata guerra", dice un altro soldato alla fidanzata. Alcuni riferiscono le uccisioni dei civili, spogliati, derubati dei loro abiti e trucidati nelle foreste. "C'è una foresta dove c'è il nostro quartiere generale. Ci sono entrato e ho visto un mare di cadaveri in abiti civili. Un mare. Non ho mai visto così tanti corpi nella mia fottuta vita", confida un militare alla madre, dicendo che non vuole più essere un killer. Il morale è bassissimo. Qualcuno demolisce anche la retorica dell'Ucraina nazista: "Mamma, qui non abbiamo visto un solo fascista. Questa guerra è basata su un falso pretesto. Nessuno ne aveva bisogno”.

“Putin è pazzo”

approfondimento

Zelensky: "Referendum Donbass? Annessione è un crimine"

"Ci hanno dato l'ordine di uccidere tutti quelli che vediamo" e "Putin è pazzo. Vuole prendere Kiev, ma non possiamo farlo" sono tra le frasi, presumibilmente pronunciate dai soldati nelle conversazioni con i loro parenti in Russia, diffuse dal quotidiano statunitense. "La nostra offensiva si è fermata. Stiamo perdendo questa guerra” sono tra gli altri scampoli di colloqui pubblicati, dai quali emergono frustrazione e pessimismo sull'andamento del conflitto.

Mondo: I più letti