Media: “Elon Musk accusato di molestie, SpaceX pagò alla donna 250mila dollari”. Lui nega

Mondo
©Getty

Secondo quanto riporta Business Insider il possibile futuro proprietario di Twitter sarebbe stato accusato di molestie da una ex assistente di volo che lavorava per la flotta di aerei privati di SpaceX. La compagnia avrebbe poi patteggiato con la donna il pagamento di 250.000 dollari nel 2018 per il suo silenzio. Lui smentisce e definisce l'articolo "politicamente motivato"

ascolta articolo

Arrivano accuse di molestie per Elon Musk, al centro di una trattativa per l’acquisto di Twitter. Secondo quanto riporta Business Insider una ex assistente di volo che lavorava per la flotta di aerei privati di SpaceX avrebbe accusato il fondatore di Tesla di averle mostrato il suo pene, di averla toccata senza consenso e di averle offerto in regalo un cavallo in cambio di un massaggio erotico. SpaceX, racconta ancora il media, avrebbe poi patteggiato con la donna il pagamento di 250.000 dollari nel 2018 per il suo silenzio.

Musk nega: “Articolo politicamente motivato”

leggi anche

Musk: "Voterò partito repubblicano, dai democratici odio e divisioni"

Elon Musk ha però negato: "Se fossi incline alle molestie, questa difficilmente sarebbe la prima volta nella mia carriera che emergerebbe", ha affermato Musk con Business insider definendo l'articolo "politicamente motivato”.

Musk: “Voterò repubblicano”

Solamente ieri il patron di Tesla e SpaceX aveva annunciato sui social: “In passato ho votato per i Democratici perché erano (per lo più) il partito della gentilezza, ma sono diventati il partito della divisione e dell'odio, quindi io non posso più supportarli e voterò per i Repubblicani”. Poi aveva aggiunto: “E ora, guardiamo iniziare la loro campagna di sporchi trucchi contro di me”. Qualche ora dopo Musk aveva specificato: "Un partito più moderato rispetto a Repubblicani e Democratici su tutte le questioni sarebbe ideale".

L’acquisto di Twitter

leggi anche

Musk-Twitter, cosa sta succedendo e perché l'accordo si è bloccato

Continua intanto la saga per l’acquisto di Twitter: Elon Musk ha fatto sapere che l’operazione di acquisizione del social network non andrà avanti fino a quando il Ceo “non darà prova che gli account falsi sono meno del 5% del totale”. Si tratta di un’operazione da 44 miliardi di dollari, approvata all’unanimità dal consiglio di amministrazione di Twitter lo scorso 25 aprile. Twitter "è impegnata a completare la transazione al prezzo e alle condizioni stabilite appena possibile", ha fatto sapere la società in una nota.

Mondo: I più letti