Russia, discorso di Putin alla parata della Vittoria: “Combattete per la nostra sicurezza"

Mondo
©Ansa

Celebrazioni in tutto il Paese, ma occhi puntati sulla Piazza Rossa di Mosca dove è presente il presidente della Federazione Russa. Lo zar si rivolge "alle nostre forze armate e alle milizie del Donbass": voi combattete affinché "non ci sia posto nel mondo per i criminali nazisti". E aggiunge: "Sempre stati favorevoli alla creazione di un sistema indivisibile per la sicurezza, ma la Nato non ha voluto ascoltarci". E ancora: "L'orrore di una guerra globale non si deve ripetere"

ascolta articolo

"Compagni ufficiali, sottoufficiali, compagni, generali e ammiragli, mi congratulo con voi per il 77esimo anniversario della grande vittoria. Anche ora in questi giorni voi combattete per la nostra gente nel Donbass, per la sicurezza della nostra patria". Così il presidente russo Vladimir Putin ha aperto il suo discorso per la giornata della Vittoria sulla Piazza Rossa di Mosca (FOTO - VIDEO). A sfilare per prime sono due testate nucleari. La mattina dell'8 maggio, i missili SS-18, anche detti Satan, sono stati benedetti dai diaconi della Chiesa ortodossa. Intanto è stata cancellata la parte aerea della parata a Mosca "per le condizioni meteo". Per la prima volta, otto jet avrebbero dovuto sorvolare la Piazza Rossa schierati a 'Z', in onore dei militari impegnati in Ucraina. "La Russia è sempre stata favorevole alla creazione di un sistema indivisibile per la sicurezza - ha detto ancora Putin - ma la Nato non ha voluto ascoltarci". (GUERRA RUSSIA-UCRAINA: IL CONFLITTO IN DIRETTA - LO SPECIALE).

Putin: "Abbiamo dato un colpo preventivo"

leggi anche

Il discorso integrale di Putin per la parata del 9 maggio, in italiano

Il presidente russo ha detto dalla piazza Rossa che "l'aggressione nelle nostre terre storiche della Crimea è stata una minaccia ai nostri confini, inammissibile per noi. Il pericolo è cresciuto ogni giorno, il nostro è stato un atto preventivo, una decisione necessaria e assolutamente giusta" e si è poi rivolto "alle nostre forze armate e alle milizie del Donbass: voi combattete per la sicurezza della patria e per il futuro", affinché "non ci sia posto nel mondo per i criminali nazisti". "I combattenti del Donbass e le truppe russe stanno combattendo sulla loro terra, dove i nostri antenati hanno combattuto il nemico" nazista, ha aggiunto ancora. Lo zar ha anche spiegato che una delegazione di veterani americani della Seconda guerra mondiale "avrebbe voluto venire a Mosca" per partecipare alle celebrazioni per la sconfitta del nazismo, "ma è stato loro vietato" di farlo. 

"L'orrore di una guerra globale non deve ripetersi"

approfondimento

Guerra in Ucraina: i reportage e le dirette di Sky TG24. VIDEO

Tornando alla guerra contro Kiev, Putin ha motivato l'azione dicendo che con l'attacco all'Ucraina Mosca ha risposto a "una minaccia diretta vicino ai confini russi", perché "un attacco era stato preparato, anche alla Crimea". "L'orrore di una guerra globale non si deve ripetere", ha poi affermato il presidente russo sottolineando come la morte di ogni soldato e ufficiale è una "perdita irreparabile" e il governo russo farà di "tutto per aiutare le loro famiglie". Putin ha inoltre detto di aver firmato l'ordine di dare un'assistenza statale ai figli dei militari russi uccisi in Ucraina.

"Orgogliosi gesta veterani americani contro nazisti"

Riprendendo il discorso sul divieto degli Usa di andare a Mosca a un gruppo di ex combattenti americani della Seconda guerra mondiale, Putin ha fatto sapere "che siamo orgogliosi delle loro gesta". Poi ha aggiunto che i soldati russi arrivati direttamente dal campo di battaglia in Donbass partecipano alla sfilata sulla Piazza Rossa a Mosca. Rivolto direttamente ai soldati: "Oggi, proprio in questi giorni, state combattendo per il nostro popolo nel Donbass, per la sicurezza della nostra patria, la Russia"

Cosa sapere sulla parata del 9 maggio

leggi anche

Russia, ecco l'aereo che Putin userà in caso di guerra atomica

Prima delle cancellazioni per maltempo, il programma della parata prevedeva la sfilata per le strade di Mosca dei gioielli dell'arsenale militare. La giornata commemora i 77 anni dalla sconfitta della Germania di Hitler per mano dell'Armata Rossa. Lo spettacolo è iniziato alle 9 del mattino e, ogni anno, vine trasmesso sulla televisione di Stato, uno degli appuntamenti più seguiti dai russi. Generalmente in parata sfilano migliaia di soldati e circa 130 mezzi, anche i più moderni, come un caccia di quinta generazione, bombardieri a lungo raggio e il più grande elicottero da trasporto al mondo, l'Mi-2. Dopo 12 anni potrebbe riapparire anche l'enorme Il-80, noto come il 'Cremlino Volante', destinato a ospitare il comando russo in caso di guerra nucleare. 

Mondo: I più letti