La Finlandia discute l'adesione alla Nato, mezzi militari russi al confine con il Paese

Mondo

"Su alleanza atlantica decisione a breve", ha detto il primo ministro finlandese Sanna Marin dopo un faccia a faccia con l'omologa svedese Magdalena Andersson. Nell stesso giorno un filmato, verificato da Sky News e pubblicato dai media internazionali, mostra lo spostamento di attrezzature militari, compresi i sistemi di difesa costiera, al confine tra Helsinki e Mosca

ascolta articolo

“La Finlandia deciderà se candidarsi alla Nato entro poche settimane", ha detto il primo ministro finlandese Sanna Marin in una conferenza stampa congiunta con l'omologa svedese Magdalena Andersson a Stoccolma dopo un faccia a faccia che si è svolge nello stesso momento in cui Helsinki presenta il suo nuovo rapporto sulla politica di sicurezza (GUERRA IN UCRAINA: LO SPECIALE DI SKY TG24 - GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE). 

Marin: "Minacce dalla Russia devono essere prese in considerazione"

"La Russia è il nostro vicino. Abbiamo un lungo confine con loro e vediamo come si comportano in Ucraina adesso. È una guerra in Europa che non volevamo accadesse, ma ora purtroppo è così. Pertanto, dobbiamo ovviamente porci la domanda su come possiamo fare in Finlandia per evitarlo", ha aggiunto Marin. "Ci sono ovviamente diversi rischi – ha spiegato il primo ministro finlandese - per i quali dobbiamo essere pronti. Le minacce provenienti dalla Russia come attacchi informatici, ibridi e così via devono ovviamente essere prese in considerazione".

Swedish Prime Minister Magdalena Andersson (L) receives Finnish Prime Minister Sanna Marin prior to a meeting in Stockholm, Sweden, 13 April 2022. The two officials will have talks that are expected to focus on developments following the Russian invasion of Ukraine and the possible seeking to gain NATO membership.  ANSA/PAUL WENNERHOLM  SWEDEN OUT
SWEDEN FINLAND NATO MEMBERSHIP

Mezzi russi al confine con la Finlandia

Proprio mentre il dibattito sull'adesione alla Nato continua a crescere in Finlandia, nella giornata di oggi alcuni veicoli militari russi sono stati visti vicino al confine con la Finlandia. Un filmato, verificato da Sky News e pubblicato dai media internazionali, mostra lo spostamento di attrezzature militari, compresi i sistemi di difesa costiera, al confine tra Russia e Finlandia, in un apparente avvertimento.

Media: "Helsinki potrebbe presentare domanda a maggio"

leggi anche

Nato, generale Cavoli verso comando delle forze Alleate in Europa

Sia in Svezia che in Finlandia, la questione sull'adesione alla Nato è divampata dopo l'invasione russa dell'Ucraina. La scorsa settimana, il ministro degli Esteri finlandese Pekka Haavisto ha confermato al quotidiano Iltalehti che il governo sta preparando una domanda di adesione alla Nato. Alcune fonti, riprese dai media internazionali, hanno poi detto che una decisione per presentare domanda può essere presa durante la prima metà di maggio.  

La premier svedese: "La scelta della Finlandia ci influenzerà"

approfondimento

Guerra Ucraina, come potrebbe cambiare il piano di difesa dell'Europa

In conferenza stampa anche la premier svedese Magdalena Andersson ha commentato la possibilità di adesione alla Nato del suo Paese, spiegando che "ci sono argomenti da analizzare con molta attenzione. Bisogna soppesare tutti i pro e i contro. Allo stesso tempo, non vedo alcun motivo per rinviare la decisione. Avremo le elezioni a settembre e dobbiamo anche essere in grado di concentrarci su questo". Andersson ha sottolineato quanto "sarà importante per la Svezia la scelta della Finlandia in questa materia: la scelta di rotta che farà la Finlandia ovviamente ci influenzerà". Il primo ministro della Svezia Andersson ha dichiarato due settimane fa di non escludere in alcun modo l'adesione. Secondo fonti riportate dal quotidiano svedese Svenska Dagbladet, l’obiettivo è che la Svezia aderisca alla Nato nel giugno di quest'anno. "C'è un prima e un dopo il 24 febbraio", ha affermato la premier svedese. Il La Nato ha segnalato che i due Paesi saranno accolti a braccia aperte.  

Mondo: I più letti