Ucraina, Zelensky: “Lasciati soli a combattere contro la Russia”

Mondo

"Chi è pronto a combattere con noi? Non vedo nessuno. Chi è pronto a dare all'Ucraina una garanzia di adesione alla Nato? Tutti hanno paura", ha detto il presidente nel filmato pubblicato sul sito della presidenza ucraina

ascolta articolo

L'Ucraina "è stata lasciata sola" a combattere contro la Russia (LIVEBLOG SULLA GUERRA - MISSILI SU KIEV: VIDEO). Lo afferma il presidente ucraino Vlodymyr Zelensky in un video diffuso nella notte. "Chi è pronto a combattere con noi? Non vedo nessuno. Chi è pronto a dare all'Ucraina una garanzia di adesione alla Nato? Tutti hanno paura", ha detto nel filmato pubblicato sul sito della presidenza ucraina. Zelensky ha fatto anche sapere che "137 eroi, non cittadini” sono caduti durante il primo giorno dell'invasione russa e 316 sono rimasti feriti in combattimento. Il presidente ha anche dichiarato di essere insieme alla sua famiglia “l’obiettivo numero 1” dei russi, ma "resto qui" ha aggiunto, facendo riferimento a "fake news" su un suo allontanamento da Kiev.

"La Russia deve parlare con noi"

approfondimento

Guerra Russia Ucraina, missili su Kiev nella notte. VIDEO

Le forze russe prendono di mira anche le aree civili dell'Ucraina" ha poi reso noto il presidente ucraino, aggiungendo che la Russia dovrà "parlare" con l'Ucraina "prima o poi" per porre fine ai combattimenti. "Prima o poi la Russia dovrà parlare con noi. Dovrà parlare di come possiamo porre fine ai combattimenti e fermare l'invasione. Prima inizia questa conversazione, minori saranno le perdite per la Russia stessa", ha affermato Zelensky in un discorso video. 

Mondo: I più letti