Biden: "Prevedo di candidarmi alle elezioni del 2024, soprattutto se corre Trump"

Mondo
©Ansa

Si profila un replay della sfida del 2020 per la Casa Bianca. Ma allo stesso tempo, l'attuale presidente si è congratulato con la precedente amministrazione per il lavoro fatto per arrivare al vaccino. Il tycoon: "Sorpreso dall'elogio"

"Se sarò in buona salute, come lo sono ora, correrò" per le elezioni del 2024. Lo ha detto il presidente americano Joe Biden in una intervista all’Abc. Biden alla domanda su un suo possibile secondo mandato, ha risposto in maniera affermativa specificando che la possibilità di una sua candidatura aumenterebbe nel caso in cui Donald Trump scendesse in campo. Biden, dunque, non esclude il replay della sfida che lo vide vincere poco più di un anno fa, nel novembre 2020.

Biden: "Usa tra primi ad avere vaccino grazie a precedente amministrazione"

leggi anche

Covid Usa, Omicron dilaga. Biden: "Niente panico, non è come nel 2020"

Proprio in questi giorni - fatto assolutamente raro - il presidente degli States si è complimentato con Trump, nel discorso dalla Casa Bianca sugli sforzi dell’amministrazione per far fronte alla variante Omicron e all’emergenza Covid. Biden ha riconosciuto il lavoro fatto dalla precedente amministrazione per arrivare al vaccino e portato a esempio il tycoon che ha appena fatto la terza dose: “Grazie alla precedente amministrazione e alla nostra comunità scientifica, l'America è stato uno dei primi Paesi ad avere il vaccino". E poi ancora: "Io ho fatto il richiamo non appena le dosi erano disponibili, e proprio l'altro giorno anche l’ex presidente Trump ha annunciato di aver fatto il richiamo: probabilmente è una delle poche cose su cui io e lui siamo d'accordo".

Trump: "Sorpreso dall'elogio di Biden"

vedi anche

Usa Weekly News, Biden in Kentucky e South Carolina: "Mai arrendersi!"

Trump si è detto "molto riconoscente" e "sorpreso" dall’elogio. "Penso che sia stata una cosa fantastica e che renda felici molti. Credo che Biden abbia fatto qualcosa di molto buono", ha poi continuato. Sul nascere della pandemia, l'amministrazione Trump mise in campo l'Operazione Warp Speed, una partnership pubblico-privata per creare il vaccino in tempi il più rapido possibile: investì ingenti risorse e il risultato non si fece attendere. Sotto la sua amministrazione, la Food and Drug Administration diede l'approvazione all'uso di emergenza dei vaccini Pfizer/BioNTech e Moderna. Poi, nel dicembre 2020, poco prima di lasciare la Casa Bianca, Trump firmò l'ordine esecutivo per garantire a tutti gli americani l'accesso ai vaccini prima che il governo degli Stati Uniti cominciasse ad aiutare il resto del mondo.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24