Covid, Fauci: la nuova variante ci preoccupa, ma per ora non è in Usa

Mondo

Il consigliere della Casa Bianca interviene sulla variante scoperta in Sud Africa sottolineando che è prematuro decidere su eventuali restrizioni per i viaggi

La nuova variante presenta delle mutazioni che preoccupano, ma non ci sono indicazioni al momento che sia negli Stati Uniti”. Ad affermarlo il superesperto americano consigliere della Casa Bianca per il Covid, Anthony Fauci, sottolineando che c'è bisogno di un maggior numero di informazioni prima di decidere su eventuali restrizioni sui viaggi. 

La posizione dell’Oms

Anche l'Oms oggi ha messo in guardia dall'imporre restrizioni ai viaggi a causa della variante B.1.1.529 di Covid-19, affermando che ci vorranno settimane per comprenderne le implicazioni e i paesi dovrebbero adottare un approccio basato sul rischio e scientifico. "L'OMS sta monitorando da vicino la variante B.1.1.529" ha detto un portavoce. "Ci vorranno alcune settimane per capire quale impatto abbia questa variante. I ricercatori stanno lavorando per capire di più sulle mutazioni e su cosa significano potenzialmente, su quanto sia trasmissibile o virulenta sia questa variante e su come possa avere un impatto su diagnostica, terapie e vaccini".

L’ azione dell’Ue

E sui vaccini e sulla nuova variante interviene anche la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, nella conferenza stampa conclusiva del Summit Ue-Asia “Dobbiamo vaccinare e dobbiamo essere in grado di sequenziare il virus per poter reagire immediatamente a varianti che possano destare preoccupazione come nel caso della nuova B.1.1.529. Non solo, dobbiamo aumentare la capacità globale di produzione dei vaccini e per questo dobbiamo lavorare insieme". 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24