Elezioni in Venezuela, vittoria schiacciante dei candidati di Maduro

Mondo

Alle elezioni regionali in Venezuela il partito del presidente Nicolas Maduro ha consolidato il suo potere ottenendo la vittoria in 20 Stati su 23 e a Caracas. Una tornata elettorale che è stata però caratterizzata dal 58,2% di astensionismo

La vittoria è schiacciante e per molti era più che scontata dopo il “trionfo” ottenuto alle scorse elezioni parlamentari. I candidati del presidente venezuelano Nicolas Maduro hanno conquistato 20 dei 23 posti da governatore oltre alla municipalità di Caracas di fronte a un’opposizione divisa che ha partecipato per la prima volta a un voto dal 2017 dopo aver boicottato le elezioni presidenziali e legislative. 

Elezioni sotto la lente dell’Unione Europea

L’Unione Europea aveva dispiegato una missione di osservatori elettorali, la prima da 15 anni in questo Paese petrolifero da 30 milioni di abitanti colpito da una grave crisi economica. Gli osservatori inviati in Venezuela riferiranno nelle prossime ore. Intanto i risultati ufficiali provvisori a fronte del 90,21% dei voti scrutinati parlano di un’affluenza al 41,8% con 8,1 milioni di votanti. 

Tre Stati all’opposizione

L'opposizione ha vinto in tre stati: l'isola di Nueva Esparta, Cojedes e soprattutto la Zulia, lo stato petrolifero più popoloso del Paese la cui capitale è Maracaibo, la seconda città del Venezuela. "Bel trionfo, bella vittoria, bel raccolto frutto del lavoro", ha subito esultato il presidente Maduro, parlando di "risultati travolgenti". Prima dell'annuncio l'oppositore Henrique Capriles, due volte secondo alle presidenziali, aveva espresso riserve ritenendo che la chiusura tardiva dei seggi elettorali fosse fonte di possibili frodi. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24