New York, si dimette Melissa DeRosa. Era il braccio destro di Andrew Cuomo

Mondo
©Getty

La collaboratrice avrebbe guidato gli sforzi del governatore di New York per cercare di coprire le molestie sessuali e vendicarsi di una delle accusatrici. La donna è coinvolta anche nel tentativo di Cuomo di nascondere i dati reali sui decessi per Covid-19

Si è dimessa Melissa DeRosa, braccio destro del governatore dello stato di New York Andrew Cuomo, accusato dalla procuratrice generale Letitia James di aver molestato sessualmente una decina di donne tra cui alcune sue dipendenti.

Le dimissioni 

approfondimento

Usa, procuratrice New York: "Cuomo ha molestato diverse donne"

DeRosa, 38 anni, è rimasta al fianco del governatore per anni. La donna era anche finita sotto accusa all'inizio per il ruolo avuto negli sforzi dell'amministrazione di New York per diminuire la reale portata delle morti nelle case di cura a causa del coronavirus. DeRosa ha rassegnato le sue dimissioni dopo la pubblicazione del rapporto di accusa che ha gettato al centro dello scandalo l’esecutivo newyorkese. Cuomo, invece, rifiuta di dimettersi nonostante le pressioni da parte del Presidente americano Joe Biden.

Le parole

approfondimento

Usa, Cuomo accusato di molestie si difende: “Non volevo sedurre"

"Gli ultimi due anni sono stati emotivamente e mentalmente difficili", ha dichiarato DeRosa. "È stato il più grande onore della mia vita servire il popolo di New York negli ultimi 10 anni. La resilienza, la forza e l'ottimismo dei newyorkesi nei momenti più difficili mi hanno ispirato ogni giorno - ha detto -. Sarò per sempre grata per l'opportunità di aver lavorato con colleghi così talentuosi e impegnati per conto del nostro stato”.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24