Covid, gli Stati Uniti valutano l'obbligo di vaccino per i visitatori stranieri

Mondo
©Ansa

L'amministrazione Biden starebbe lavorando a un piano secondo cui tutti i visitatori stranieri che viaggiano negli Stati Uniti dovranno essere completamente vaccinati. La notizie è riportata dalla Cnn, la Casa Bianca prevederebbe anche eccezioni

Gli Usa stanno valutando l'introduzione dell'obbligo vaccinale per i gli stranieri che entrano nel Paese. L'amministrazione Biden starebbe lavorando a un piano secondo cui tutti i visitatori non residenti che viaggiano negli Stati Uniti dovranno essere completamente vaccinati. Lo riporta la Cnn citando fonti della Casa Bianca e spiegando come comunque si prevedono delle eccezioni. Il piano, si spiega, sarebbe ancora in una fase preliminare di preparazione e al momento non sarebbe imminente alcun annuncio. Pertanto per ora restano in vigore le attuali restrizioni (COVID: AGGIORNAMENTI LIVE - SPECIALE).

Fda accelera approvazione "full" per Pfizer

leggi anche

Covid, Biden: “Vaccinare gli Usa e distribuire il vaccino nel mondo”

Intanto, entro poche settimane potrebbe arrivare l'approvazione definitiva del vaccino Pfizer-BioNtech da parte dell'ente per il controllo sui farmaci degli Stati Uniti, la Food and Drug Administration (Fda) . Finora infatti il vaccino ha ottenuto solo l'approvazione in emergenza. Il New York Times, citando fonti interne all'agenzia, riporta che l'accelerazione sulla procedura, che era prevista per l'autunno, potrebbe servire a rilanciare la campagna vaccinale. Il via libera definitivo potrebbe arrivare entro il Labor Day, il 6 settembre. "I leader dell'agenzia riconoscono che l'approvazione potrebbe aumentare la fiducia pubblica e ha deciso per un approccio aggressivo al problema". L'approvazione d'emergenza, spiega l'Fda sul proprio sito, garantisce la stessa sicurezza di quella 'full', ed è attribuita sulla base dei risultati delle sperimentazioni su decine di migliaia di volontari. Il cambiamento di status però, che è stato richiesto da Pfizer, permetterà a diversi enti e università statunitensi di imporre l'obbligo vaccinale, come già annunciato dal Dipartimento della Difesa e dalla città di San Francisco, fornendo una base legale più solida, oltre a togliere uno degli argomenti preferiti dai no-vax per criticare l'immunizzazione. Per quanto riguarda gli altri vaccini, Moderna ha richiesto l'approvazione completa lo scorso primo giugno, ma l'azienda sta ancora inviando dati all'Fda, mentre Johnson & Johnson ha annunciato di volerlo fare nei prossimi mesi.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24