Bielorussia, ritrovato morto impiccato l'attivista Vitaly Shishov

Mondo

L’uomo era capo di una Ong che aiuta gli oppositori del regime di Alexander Lukashenko in Ucraina. Lunedì mattina la compagna ne aveva denunciato la sparizione, non vedendolo rientrare a casa dopo una corsa. La polizia indaga per omicidio

Vitaly Shishov, l'attivista bielorusso scomparso ieri mentre faceva jogging e ritrovato morto impiccato in un parco di Kiev, è stato vittima di una "operazione pianificata dal regime" di Alexander Lukashenko. E' l'accusa lanciata dalla Belarusian House in Ukraine (Bdu), una Ong che aiuta i bielorussi a scappare dalle persecuzioni del regime di Minsk, di cui Shishov era direttore. "Non c’è dubbio che questa sia un'operazione pianificata dai per liquidare un bielorusso che rappresentava un vero pericolo per il regime", si legge in una nota che accusa i servizi segreti di Minsk.

La scomparsa

approfondimento

Bielorussia, l’Ue: "Il giuramento di Lukashenko è illegittimo"

Vitaly Shishov, direttore di Belarusian House in Ukraine (Ong che aiuta i bielorussi a scappare dalle persecuzioni del regime di Minsk), era scomparso ieri a Kiev ieri mattina. Era stata la famiglia a denunciarne la sparizione non avendolo visto rientrare a casa dopo una corsa. L'organizzazione per i diritti umani Viasna ha detto a Telegram che secondo gli amici di Shishov, quest'ultimo era già stato seguito da "sconosciuti" mentre faceva jogging.

Si indaga per sospetto omicidio

approfondimento

Bielorussia, ong: oltre 1.100 arresti nelle proteste contro Lukashenko

In un comunicato, la polizia ucraina ha detto di aver trovato Shishov impiccato in un parco della città e ha avviato un’indagine per sospetto omicidio. Tra le ipotesi prese in considerazione c’è anche quella di omicidio mascherato da suicidio. Secondo l'attivista Yury Shchuchko, Shishov aveva sul volto segni di un pestaggio. Il caso potrebbe quindi assumere i contorni di una esecuzione dimostrativa per mano del KGB bielorusso. Non sarebbe la prima volta: lo scorso agosto i servizi segreti di Minsk avevano impiccato nella foresta un altro esponente dell’opposizione, Konstantin Shishmakov.

Operazione pianificata?

“Non c’è dubbio che questa fosse un’operazione pianificata da agenti della sicurezza per liquidare un bielorusso pericoloso per il regime. Continueremo a lottare per la verità sulla morte di Vitaly”, fa sapere la Belarusian House in Ukraine (Bdu) che per il prossimo 8 agosto ha in programma una grande dimostrazione a Kiev per l’anniversario dell’inizio delle proteste contro la contestata rielezione di Alexander Lukashenko, definito "l’ultimo dittatore d’Europa".

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24